domenica 24 febbraio 2013

Gli onesti nel paese dei corrotti

[da 150681]
Cari Concittadini,
da oggi si vota; questi sono dunque i giorni del silenzio elettorale. Volevo, in ritardo lo ammetto, farvi arrivare una mia riflessione su chi votare e perché. Poi ho pensato che le regole sono regole, e che il silenzio va rispettato. Ma mi è venuto in mente che, proprio quando la politica tace, la letteratura, soprattutto quella buona, ha il dovere di farsi sentire. Vi propongo dunque questo testo, lontano negli anni ma sempre attuale. Leggetelo. E che possa illuminarvi nel momento della scelta. [Paolo Carnevale]

Abbonati!