mercoledì 10 marzo 2010

SEL Anagni. Ecco Giacomi

Bè, pensate quello che volete. Però il simbolo è proprio bello. Innanzitutto i colori. Il rosso per il cuore sinistro. Il verde per il sogno di un mondo pulito. Il nero poi, personalmente, in questo caso mi piace pensarlo come un segno di lutto. Per quella Libertà che è stata stuprata, anche come vocabolo, da chi se n'è impossessato verbalmente solo per farla fuori. E poi l'accento rosso. Bello. Anche un po' emozionante, se me lo passate.

Niente da fare. I sinistri son sempre stati grandi nel veicolare i valori che gli appartengono. Niente a che vedere con le retoriche littoriche dei destri. Lontanissime pure dalle scenografie evangeliche degli pseudoCattolici.

Vabbè. Per farla breve. Questa sinistra piena di colori intensi presenterà il candidato SEL di Anagni, il dottor Cesare Giacomi,


domani 11 marzo, alle ore 19.00
qui ad Anagni, ad Osteria della Fontana,
al palazzo davanti ex negozio Ferri

Domani finirò tardi i consigli di classe. Chi mi tiene un posto?

[Ave]

Di Pietro in Ciociaria


Appena arrivato. Antonio Di Pietro è strattonato da una parte e dall'altra, ovviamente. Un pluriricercato non dalla magistratura, come certi brutti ceffi dei quali forse avrete saputo, ma dai cittadini che desiderano conoscerlo meglio e sentire dal vivo quelle che sono le sue proposte per questo nostro sgangherato paese. Per questo motivo è assai probabile che, qui da noi, non ce la farà a venire più vicino.
Chi desidera dargli un'occhiata, allora, potrà farlo questo
venerdi 12 marzo, alle ore 20,30,
al
ristorante Mingoni, loc. Carnello,ad ISOLA LIRI
(via Carnello, 11 - tel.: 0776 869140)

Non mi dispiacerebbe cogliere l'occasione. Se qualcuno è interessato può farsi vivo. Magari si riesce ad organizzare con una macchina. Fino a quattro persone le posso portare.

[Ave]

Trulli. Sanità prima priorità


Ed eccovi il secondo comunicato stampa arrivatomi in mail. E' di Enrico Trulli, candidato anagnino degli ultra destri. Vi giro anche questo così come arrivato. Colgo l'occasione per farvi notare che tutto il materiale politico, ed ufficiale, che arriverà sarà pubblicato liberamente. Sto approntando anche una sezione specifica dove potrete andare a curiosare e leggervi, in sequenza, tutto ciò che via via arriverà.

[Ave]

Comunicato Stampa del 09.03.2010

Comitato elettorale Enrico Trulli

Sanità: un bene che va salvaguardato

In virtù della situazione del presidio ospedaliero anagnino il candidato de la Destra Enrico Trulli esprime massima preoccupazione nei riguardi dell’ospedale e intende impegnarsi in prima linea per un potenziamento troppo spesso soltanto promesso.

“ Noi de La Destra abbiamo improntato la nostra campagna elettorale espressamente sui programmi per la gente e vicino alla gente, per salvaguardare le esigenze che la nostra Regione chiede ma soprattutto il nostro territorio, la provincia di Frosinone, che a causa di “politicanti” non all’altezza ci hanno relegato agli ultimi posti delle graduatorie nazionali per vivibilità, occupazione, sviluppo, ambiente e soprattutto per quanto riguarda la Sanità.

A tale proposito Vogliamo esprimere il nostro impegno per una Sanità non per i dipendenti, ma per i malati, per le persone che hanno bisogno, per tutte quelle persone che se entrano in un ospedale ci vanno per essere curati, assistiti, e devono essere per tale motivo tutelati.

Basta alla mobilità passiva dovuta a servizi inefficienti, basta al taglio dei servizi e delle risorse umane. La sanità deve essere un bene e come tale alla portata di tutti affinché si possa avere ancora fiducia nell’essere curati e assistiti in sede.

Per questo motivo intendo esprimere il mio impegno a tale scopo, e noi de La Destra abbiamo sempre dimostrato la volontà di stare vicini ai cittadini, quando un anno fa veniva chiuso il reparto di Ostetricia e Ginecologia, usurpando l’ospedale di un servizio essenziale per il territorio che poi si è rivelato nel tempo sacrificio inutile.

Noi eravamo lì, scongiurando la chiusura e continueremo ad esserci affinché il nostro territorio e la nostra sanità sia potenziata al fine di garantire a tutta la cittadinanza del territorio una buona assistenza e dignitosi servizi”.


Ufficio stampa

Comitato elettorale per Enrico Trulli

comitatoelettoraleenricotrulli@gmail.com

Rosatella. No allo spreco elettorale



Ancora un po' convalescente per una febbricola rognosa dovuta alle ingrifate malefiche di questo tempo insano, cerco di recuperare il tempo perduto. E ce n'è di roba, cribbio. Intanto vi giro il comunicato di Guglielmo Rosatella, anagnino candidato alle regionali. Buona lettura.

[Ave]

COMUNICATO STAMPA del 09.03.2010

Comitato Elettorale Guglielmo Rosatella

Il candidato alle Regionali nelle liste di Alleanza di Centro Guglielmo Rosatella commenta così il pasticcio per la presentazione delle liste che di fatto sta caratterizzando questa prima parte di campagna elettorale

“Sono d’accordo con quanto dichiarato dal Presidente Napolitano che ha ribadito come erano in gioco due interessi o ''beni'' entrambi meritevoli di tutela: il rispetto delle norme e delle procedure previste dalla legge e il diritto dei cittadini di scegliere col voto tra programmi e schieramenti alternativi. Tra queste due esigenze ha prevalso il principio della scelta democratica. In ogni caso secondo me comunque certi errori non dovevano essere commessi, si sarebbero evitate perdite di tempo e la campagna elettorale avrebbe avuto un flusso più normale”.

E in virtù della campagna elettorale il candidato di Alleanza di centro commenta in tal modo la situazione riguardante i manifesti selvaggi e i tanti cartelloni appesi ovunque per la città di Anagni e l’intera provincia:

“Vorrei anche dire la mia sullo sperpero di fondi per quanto riguarda i manifesti, infatti, per le città della Provincia vediamo manifesti in una quantità tale che mi chiedo come facciano certi candidati a rispettare il tetto delle spese previsto dalla legge e a dire che rispettano la loro terra, anche quando fanno imbrattare la città con chilometri e quintali di carta. Questo significa dilapidare soldi (che sono poi i nostri), visto che dobbiamo obbligatoriamente finanziare i partiti. Credo che non sia certamente in base a un manifesto che si possa decidere il voto, ma in base alle idee ed ad un progetto politico serio. Per tale motivo esorto i candidati ad una sobrietà necessaria in quanto lo sperpero di denaro non è sopportabile in tempi di profonda crisi economica avvertita dalle famiglie che riescono a malapena ad arrivare a fine mese. Per tale motivo credo sia auspicabile la riflessione e un comportamento più consono per il rispetto stesso nei confronti dell’elettorato al quale in tal modo non si comunica di certo un messaggio positivo”.

Ufficio stampa

Comitato elettorale Guglielmo Rosatella

Abbonati!