giovedì 30 settembre 2010

Ciociaria. Tragedia sanitaria

Prime, tragiche notizie dalla conferenza stampa della Polverini a proposito della sanità ciociara. Avrebbe avuto ragione, la Polverini, a lamentare che le voci incontrollate dell'altro ieri erano infondate. Perchè la realtà sarebbe, in effetti, assai peggiore. Chiusura definitiva e totale degli ospedali ciociari. Eliminazione degli 81 posti letto di Anagni. Il nostro ospedale ridotto ad un presidio di pronto soccorso con un paio di ambulatori. E, dulcis in fundo, il nuovo ospedale di Frosinone che non diventerebbe più DEA di secondo livello. Questa sera all'ARCI, ore 20.30. Non mancate, se potete. [Ave]

Anagni. E' possibile arginare il degrado? L'ARCI invita i cittadini. Stasera

La tragedia della sanità. I veleni ambientali. Le scuole pericolanti. Il degrado del centro storico. Le periferie abbandonate. La regressione occupazionale. La desertificazione progettuale e culturale.
E poi ancora l'evanescenza della politica. I suoi soprusi. Le sue risse inutili ed incomprensibili.
E' possibile arginare il degrado di questa città? I cittadini possono fare qualcosa?
In occasione della conferenza stampa, che è in corso proprio in questo momento, con la quale la Polverini rivela quale destino sanitario ha riservato a questa regione ed a questa città, l'ARCI ha organizzato un incontro apertissimo a tutti i cittadini di Anagni. Occorre organizzare una resistenza attiva di fronte alla condanna a morte di questa comunità. I cittadini, almeno coloro che si sentono sufficientemente indignati per sopportare in silenzio questa discesa inesorabile, sono invitati questa sera al circolo ARCI. Alle ore 20.30. Questo è un primo contatto d'assaggio. Si spera che dalla discussione e dal confronto possano nascere idee ed iniziative. Poichè domani tutti dovremo andare a lavoro, non sarà possibile fare troppo tardi. E dunque si raccomanda una responsabile puntualità.
[Ave]

Anagni. Il chitarrista Di Pofi in concerto

CONCERTO DI CHITARRA CLASSICA

MAESTRO
GIANNI DI POFI

MUSICHE DI
L. MILAN, A. MUDARRA, G. SANZ, J.S. BACH, F. SOR, M. GIULIANI, N. PAGANINI, F. TARREGA, J.K. MERTZ, I. ALBENIZ

BIBLIOTECA COMUNALE

GIOVEDI' 30 SETTEMBRE 2010
ORE 18.00

INGRESSO LIBERO

mercoledì 29 settembre 2010

Anagni. Problema topi al Classico

Dunque è proprio vero. Domani è in programma uno sciopero della prima ora degli studenti del Liceo Classico/Scientifico Dante Alighieri, causa topi. Ve li ricordate? Quei simpatici animaletti che questa estate passeggiavano pel centro storico, ad animare un po' il deserto soleggiato delle vie? Ecco. Sembra che il loro buen retiro autunnale sia diventato il liceo. In  alcune classi del quale, ahimè, gli studenti lamenterebbero di aver rinvenuto carcasse di topi. Ed escrementi.
Sembra che il dirigente abbia già da tempo allertato chi di dovere, ma nessuno si sarebbe mosso a compassione. Vero è che un Liceo è competenza provinciale, ma annessa c'è una scuola elementare. Competenza comunale. Le chiacchiere stanno a zero, ovviamente. Anche perchè, quando la derattizzazione non c'è, i topi ballano. E disturbano la lezione, con le loro musiche. Non è che, per caso, tra i tanti ed impellenti e mirabolanti impegni istituzionali, il comune del fare troverebbe il tempo di occuparsi di tali roditori? Ma con comodo, eh. Senza fretta. Quando più fa comodo. Sarebbe un pensiero gentile.
[Ave]

Anagni. La sinistra evapora. Rimane solo il pettegolezzo

E' accaduto ieri sera. Il consigliere di opposizione Primerano ha rassegnato le dimissioni. Specificando che, alla base di questa decisione, non ci sono motivazioni di carattere personale bensì politiche. Forse le stesse che gli hanno impedito di discuterne preventivamente coi compagni di partito e di coalizione. Tanto tuonò che, finalmente, piovve.
La parabola di una coalizione sinistra nata in un laboratorio alchemico ed intossicata dai veleni dei veti incrociati e degli egoismi personalistici, si avvia mestamente all'implosione.
Lontano, su un pianeta divenuto oramai sconosciuto ed incomprensibile, sta la città. Stanno i cittadini. Ai quali, forse, di fronte alla tragicommedia offerta da certa sinistra, non rimane che il pettegolezzo. Unica risposta possibile per tutti coloro che hanno inteso e continuano ad intendere la politica solo come un giocattolino del quale stancarsi assai presto.
In attesa di un riscatto che dovrà necessariamente avere altri volti. Ed usare parole diverse. E pensare in modo nuovo. La città farebbe bene a fermarsi un attimo. A guardarsi dentro. Ad interrogarsi su un futuro possibile. Uno qualsiasi. Se ancora ce n'è.
Intanto, nel posto lasciato libero, si prepara a subentrare il signor Tagliaboschi Aurelio. [Ave]

martedì 28 settembre 2010

AnagniCaputMundi. Nuovi servizi

Sperando di farvi cosa gradita, questo blog ospita due nuovi servizi.
Il primo è operativo già da un mesetto. Si chiama Dovete saperlo! e contiene un veloce elenco degli articoli più importanti, quelli che non dovreste perdere, diciamo.
Il secondo invece è nuovissimo. Debutta proprio oggi. Si chiama Grandi discussioni ed è un elenco degli articoli che hanno generato il maggior numero di commenti. Qui saranno ospitati anche i link temporanei di articoli che, sebbene ancora non meritevoli di entrare in classifica, per l'interesse suscitato necessitano di un richiamo veloce poichè non più presenti in home page.
Entrambi sono stati pensati partendo dalle considerazioni di amici e frequentatori del blog, che talvolta hanno trovato più di una difficoltà nel riandare ad articoli non più in prima pagina, ma il cui argomento rimaneva assai vivo e dibattuto. In questo modo dovrebbe essere più facile (ri)trovare ciò che interessa, ed eventualmente (ri)prendere una discussione che, nel frattempo, può essersi aggiornata di nuovi argomenti e/o eventi. I link a queste due nuove pagine li trovate, come sempre, nella colonna qui a destra.
[Ave]

Anagni. Ore 18.30. Consiglio comunale

Anagni. Sportello acqua pubblica

COMUNICATO STAMPA

APRE LO SPORTELLO RECLAMI ACQUA PUBBLICA AD ANAGNI
                          
In collaborazione con la Rete per la Tutela della Valle del Sacco, ha aperto lo scorso sabato ad Anagni lo Sportello Reclami Acqua Pubblica.

L’iniziativa è coordinata dal Forum Acqua Pubblica di Frosinone, che lo scorso 11 settembre 2010 ha tenuto una giornata di formazione presso il circolo Arci Evelyne di Anagni.

Lo sportello sarà per il momento il punto di riferimento per tutta l’area nord della provincia di Frosinone, e si trova in via San Michele 21, presso la sede dell’associazione culturale Humanitas.

L’orario provvisorio di apertura al pubblico è sabato 10-12.30 e 15-18.

Lo sportello offre consulenza gratuita sull’interpretazione delle fatture, sul calcolo delle somme effettivamente dovute ad Acea Ato 5, sulla presentazione di eventuale ricorsi nei confronti del gestore.
 
Ufficio Stampa Retuvasa - Valle del Sacco - Anagni, 27.9.2010

lunedì 27 settembre 2010

Università. Le papy-girls faranno carriera

Poco tempo fa vi avevo parlato di Norman Zarcone, ricordate? Il brillante ricercatore palermitano suicidatosi per il futuro negato. E vi avevo anche proposto il messaggio che il padre del giovane, Claudio, aveva scelto di inviarci. Le sue parole semplici ma forti. Nonostante tutto.
Quello di Norman era (ed è) un atto terribile ma simbolico di una condizione profondamente disperante. Un grido lanciato alla politica, alla società, a tutti noi perchè si lavori davvero per premiare il merito. Per non umiliare le menti brillanti. Per sostenere e rilanciare e non smantellare l'istruzione pubblica. Per investire realmente nella ricerca. Che cosa è rimasto di quel messaggio nel regime?

domenica 26 settembre 2010

Anagni. La sentenza del TAR contro la Marangoni

COMUNICATO STAMPA DEL 25 SETTEMBRE 2010

Il Tar del Lazio sede di Roma, con ordinanza n. 4135/2010 ha confermato in sede cautelare la decisione presa dalla Conferenza dei Servizi del 14 giugno 2010, sul diniego alla richiesta della Marangoni Tyre di Anagni di bruciare nel suo inceneritore il c.d. car fluff, rifiuto classificato come “speciale e pericoloso”.
Viene quindi confermata, per la prima volta nella Valle del Sacco,  l'applicazione del “principio di precauzione” nella gestione dei rischi ambientali, sancito dalla Comunità Europea e recepito come principio fondamentale nel nostro Codice dell'Ambiente.
A questo principio il TAR si è richiamato, recependo anche dal punto di vista giuridico quanto i comitati e le Associazioni hanno sempre richiesto con il loro impegno civile, battendosi ed informando la comunità in ogni angolo di strada. 

Orgogliosi di questi italiani

E' successo ieri. Ed è stata l'unica, bella cosa accaduta in questo stramaledetto paese. Migliaia di persone in piazza e per le strade, in Calabria, per dire NO alla 'ndrangheta.
Giovani e anziani. Fidanzati e amici. Pure famiglie con bambini appresso. C'è stato di tutto. Una vera festa di popolo per dire anche a noi che un altro mondo è possibile. Per dire che la rivolta morale è possibile. Qui. Ora. Per dirci che loro vogliono crederci. Da che parte volete stare? Loro hanno fatto la loro scelta. Voi fate la vostra. [Ave]

sabato 25 settembre 2010

Anagni. Obiettivo Comune per il Cittadino ha un anno. Auguri

Ieri sera c'è stato il festeggiamento del primo compleanno dell'associazione Obiettivo Comune per il Cittadino. Che opera a San Filippo e che è guidata da Valter Cecilia.
Festa semplice. Una cinquantina di partecipanti. Tra i quali i consiglieri di opposizione più attenti al territorio ed alle periferie (Cicconi, Alonzi, Proietti, Potenziani, Savone, Romiti) e, dulcis in fundo, il consigliere regionale PD Francesco Scalia, che vedete nella foto proprio insieme a Cecilia.
Qualche parola di circostanza da parte di ognuno. Qualche saluto e qualche augurio di buon proseguimento del lavoro intrapreso.

Acuto. Lettera aperta di Anna Natalia al sindaco Augusto Agostini

foto da ViniLazio

Caro Sindaco Augusto,

ho trascorso ad Acuto la mia infanzia e parte della mia giovinezza, sono perciò legata a questo paesino dai ricordi di persone care e dalle immagini che, nel tempo, si sono succedute e trasformate come accade per tutti, uomini e cose. Da qualche decennio ho constatato, con dispiacere, il progressivo, inarrestabile  deteriorarsi dei luoghi che  ne costituivano l’identità profonda, senza che ciò voglia dire rimpianti o nostalgie banali del passato ma riflessione sulla realtà attuale.

Alatri. Collettiva d'Arte Contemporanea

venerdì 24 settembre 2010

Anagni. Respinto il ricorso Marangoni

NOVISSIMAE

IL TAR DI ROMA APPLICA IL PRINCIPIO DI PRECAUZIONE E BOCCIA LA RICHIESTA DI SOSPENSIVA DA PARTE DELLA MARANGONI

[aggiornamenti su RETUVASA]

Il mio cuore vola alto come un falco

Anagni. Un popolo verde. Di rabbia

Centoventottomilacinquecento virgola dieci. Che, matematicamente, si scrive così: 128.500,10.  Sono gli euro che tutti noi cittadini abbiamo pagato, in un anno, al dottor Addimandi Vincenzo. Dirigente medico dell'agenzia ARPA Lazio. Arrestato. Arrestato. Arrestato per abuso d'ufficio e falso dalla Guardia di Finanza.
Non posso proprio fare a meno di dirvelo. Io mi sento tanto disturbato. Non solo, però. Mi sento anche talmente indignato che mi viene da vomitare. Non è ancora finita. Mi sento dentro talmente tanta rabbia, che ringrazio gli dei per non aver mai abitato in campagna. Perchè in quel caso, molto probabilmente, sarei in possesso di un forcone.

Anagni. Obiettivo periferie


L’associazione Obiettivo Comune per il Cittadino invita la cittadinanza a partecipare all’Assemblea Pubblica che si terrà oggi,  24/09/2010 alle ore 21:00 nel piazzale antistante la chiesa dei SS. Filippo e Giacomo.
In occasione di tale assemblea saranno illustrati i motivi che hanno portato alla nascita dell’associazione.
Sarà inoltre comunicato il programma che l’associazione intende sviluppare nel prossimo triennio. Saranno presenti alcuni rappresentanti delle forze politiche d’opposizione, sia del Consiglio Comunale che di quello Regionale.
Partecipate tutti!!!

giovedì 23 settembre 2010

Anagni. Il Comune assume ideologi. Anche part-time

Quale cosa è peggiore di uno sbaglio? Continuare a sbagliare anche dopo che, palesemente, dovresti aver capito l'errore commesso. Com'è che si dice? Diabolico non è tanto lo sbagliare, ma il perseverare. Specie se, per ostinarti a difendere cause perse in partenza, perdi la testa e fai cose che non dovresti fare. Che è accaduto ancora, chiederete voi? Bè, signori, è accaduto, anzi sta accadendo ancora, che lo spazio virtuale del comune, qui su internet, ospita interventi che non dovrebbe ospitare. Perchè il sito di una amministrazione pubblica ha l'obbligo di diffondere notizie sulle attività, sulle procedure, sulla documentazione inerente il lavoro dalla stessa svolto. Deve contenere anche tutti i comunicati ufficiali della stessa amministrazione, che hanno valore legale ad ogni buon fine di rivalsa da parte degli interessati.

Frosinone. Fiaccolata per il precariato scolastico


Oggi pomeriggio, ore 18.30
Frosinone
 
partenza da Piazza Gramsci
(sede della Provincia)
arrivo piazza della Libertà
(presso la sede della Prefettura)
 
fiaccolata per sostenere e non far dimenticare
il problema del
PRECARIATO DELLA SCUOLA

mercoledì 22 settembre 2010

Anagni città chiusa

Ho sempre pensato che la tv fosse un grande ed utile mezzo di comunicazione. In generale, s'intende. Perchè poi, all'atto pratico, può succedere che in tv accadano cose che ti fanno pentire amaramente dei bei pensierini. A volte, insomma, preferiresti sprofondare piuttosto che vedere certe cose in tv.

E' accaduto l'altra sera. E sapete già tutto perchè, ahimè, tutt'Italia ne parla. Il nostro sindaco, il benemerito signor Carlo Noto, è stato intervistato in diretta durante una trasmissione su RAIUNO. Argomento ostico: la mancata concessione dell'auditorium per la presentazione del libro di Vladimir Luxuria, che fu spostata all'Osteria della Fontana.

Alatri. Al via la VII edizione del Folk Festival

martedì 21 settembre 2010

Anagni. I pesci son tutti uguali. Ma qualcuno abbocca meglio

La decadenza di una città è fatta di tanti elementi. Alcuni più macroscopici. Altri più piccoli. Ma assai significativi. Che dire, ad esempio, del livello di certi articoli pubblicati sulla stampa locale? Domenica 19. Sulla Provincia compare un servizio a proposito della moria di pesci. E ad un certo punto si leggono queste parole: «...ad onta di chi additava la "solita" fabbrica quale responsabile di ogni accadimento (se piove a Ferentino, la colpa è di M…)...». Che ve ne pare? Un pensiero davvero profondo, niente da dire. Ma non era quello che rimproverava di raccogliere notizie dai bar? Evidentemente certi pensierini li raccoglie in altre sedi.
E comunque. La superficialità. La trasandatezza intellettuale. Il senso dello sfregio per tutti coloro, associazioni e cittadini, che hanno lottato senza raccogliere neanche un centesimo, solo ed esclusivamente per il bene di Anagni. Fa tutto parte della decadenza di questa città. Che, anche quando racconta se stessa, non riesce a fare a meno di umiliarsi.
Il riscatto non potrà venire che da noialtri. Non potrà che passare da noi cittadini. Non abbassiamo la guardia. Rivoltiamoci moralmente contro i responsabili del decadimento. Non teniamoci dentro il disprezzo.
Gli avvelenatori della verità non sono meno colpevoli degli avvelenatori dei fiumi.
[Ave]

Anagni. Assediata dai veleni

COMUNICATO STAMPA
del 20 SETTEMBRE 2010
 
Il Coordinamento delle Associazioni e dei Comitati ambientalisti denuncia gli ennesimi gravi episodi di inquinamento e delle sue conseguenze, verificatisi nella giornata di giovedì 16 settembre nel nostro territorio.
La mattina, tra le ore 10.15 e le 10.30, in prossimità della località “quattro strade” sono state percepite esalazioni maleodoranti e fortemente irritanti, presumibilmente di natura acida (zolfo e/o cloro) che causavano problemi respiratori, vertigini e mal di testa.
Nel tardo pomeriggio, intorno alle 18.30, i residenti nella località Ponte del Tremio hanno constatato una morìa di pesci nel rio  Ponte delle Tavole. Il presidente del Comitato “vox populi“, Alessandro Eziandi, ha avvertito l’assessore all’Ambiente G. Retarvi e, successivamente, l’ARPA Lazio che è arrivata sul luogo alle ore 23.00 circa, mentre i Carabinieri di Anagni sono giunti intorno alle 19.30.
Quanto accaduto conferma, se fosse ancora necessario, la gravità della situazione di inquinamento dell’ambiente nel nostro territorio, con particolare riferimento all’area industriale, e conferma le insufficienze e le inadeguatezze dei controlli dovuti e degli interventi di prevenzione e di risanamento, altrettanto dovuti, da parte delle autorità preposte.
Il Coordinamento ha, ancora una volta, richiesto interventi, al Comune, alla Provincia, all’ASL e all’ARPA che siano non più di routine, lenti e minimizzanti, tantomeno rassicuranti, di fronte ad una realtà ogni giorno più grave  e pericolosa per la salute delle persone e dell’ Ambiente.

Associazione Anagni Viva - Associazione Diritto alla Salute - Associazione La Guerra di Piero - Comitato Osteria della Fontana - Comitato Ponte del Papa - Vox Populi

lunedì 20 settembre 2010

Anagni. RETUVASA con fiducia verso il Tar

COMUNICATO STAMPA
SUL RICORSO AL TAR DELLA MARANGONI

Retuvasa, che il 17.09.10 insieme ad Anagni Viva, Comitato Osteria della Fontana e DAS si è costituita tramite i comuni avvocati di fiducia nel giudizio davanti al TAR del Lazio, promosso dalla Marangoni contro la decisione della conferenza dei servizi del 14.06.10 che ha bocciato il progetto di adeguamento dell’impianto attualmente dedicato all’incenerimento di pneumatici fuori uso all’attività di incenerimento di car fluff, guarda con serenità all’esito del ricorso.

Siamo fiduciosi che il TAR confermerà quanto deciso in conferenza dei servizi, sulla base di motivazioni tecniche che riteniamo ineccepibili tanto dal punto di vista ambientale, quanto di salute pubblica e procedurale.

Siamo anche fiduciosi sul fatto che Regione, Provincia e Comune, che hanno ben argomentato tali ragioni tecniche in sede di conferenza dei servizi, non avranno difficoltà a rappresentarle in sede di ricorso.

Ricordiamo che la bocciatura del progetto di un impianto potenzialmente ad altissimo impatto ambientale come l’inceneritore di car fluff ad Anagni rappresenta una storica e imprescindibile inversione di tendenza rispetto alla pluridecennale logica di approvazione indiscriminata di fonti altamente inquinanti nella Valle del Sacco, sito di bonifica di interesse nazionale.

La costituzione in giudizio nel ricorso Marangoni segue la nostra costituzione come parte civile nel processo per l’inquinamento della Valle del Sacco, in corso presso il Tribunale di Velletri, dove faremo la nostra parte insieme a Legambiente, WWF e Codici.

Ufficio Stampa Retuvasa - Anagni, 19 Settembre 2010

domenica 19 settembre 2010

Anagni. Car-fluff Marangoni. Ricomincia la battaglia per il NO

Comunicato Stampa contro l’inceneritore car fluff di Anagni

Le Associazioni Anagni Viva, Re.Tu.Va.Sa., D.A.S. e Comitato Osteria della Fontana, comunicano che nella giornata di ieri, 17 settembre 2010, si sono costituite tramite i loro avvocati di fiducia nel giudizio davanti al TAR del Lazio, promosso dalla Marangoni contro la decisione della conferenza dei servizi del 14 giugno scorso, che ha bocciato il progetto di adeguamento del termovalorizzatore attualmente dedicato all’incenerimento di pneumatici fuori uso, per avviare l’attività di incenerimento del cosiddetto car fluff, cioè tutti i residui non riciclabili delle autovetture dismesse.
 

Le Associazioni pertanto proseguono la battaglia iniziata oramai quasi un anno fa per tutelare i cittadini ed il territorio di Anagni dal pericolo gravissimo di attivazione di un impianto che, secondo quanto contenuto nel progetto della stessa Marangoni, avrebbe una emissione di diossine pari al 250% rispetto alle emissioni attuali. E ciò, come noto, in una zona già contaminata da diossina, e sulla quale vigono ancora oggi ordinanze sindacali che vietano qualsiasi attività di allevamento o coltivazione destinata al consumo umano.
 

L’emergenza ambientale nel territorio di Anagni è purtroppo ancora elevata, i danni per la salute sono purtroppo sotto gli occhi di molti, mentre continuano i tentativi di portare in città, e in una zona densamente popolata, l’incenerimento di materiali altamente tossici, che ancora nessuno in tutta Europa ha avuto il coraggio di autorizzare. E questo semplicemente “adeguando” un impianto ormai vecchio di oltre dieci anni.
 

Per questo le Associazioni che si sono costituite in giudizio e che insieme a tutti i comitati cittadini hanno contribuito con grande impegno alle iniziative di contrasto al progetto Marangoni invitano la popolazione a continuare a sostenere, con convinzione, anche questa azione giudiziaria e, pubblicamente, chiedono che il Comune e la Provincia si facciano carico della partecipazione al giudizio promosso dalla Marangoni, il cui esito è ovviamente determinante per il futuro del nostro territorio. Un esito che comincerà a delinearsi già il prossimo mercoledì 22 settembre, quando si discuterà l’udienza per la sospensiva richiesta dalla Società.
 

Per informazioni e per seguire la situazione aggiornata consultare i siti internet: 
 Per comunicazioni urgenti chiamate il n. 3930723990.
Anagni, 18 settembre 2010

sabato 18 settembre 2010

Anagni. Attenti a quello che mangiate

Sempre la massima attenzione occorre quando si va a fare la spesa. Perchè quello che compriamo poi lo mangiamo. Ci entra in circolazione. E non è sempre una buona cosa.
E' di oggi la notizia di un maxisequestro ad opera dei Carabinieri del nucleo antifrodi. Che qui da noi hanno ritirato ben 7.053 bottigliette di passata di pomodoro rustica perchè, sull'etichetta, non era indicata la provenienza del pomodoro fresco. Null'altro è detto nè circa la marca del pomodoro, nè circa l'esercizio o gli esercizi commerciali dove il sequestro ha avuto luogo. Il rapporto del Movimento Difesa del Cittadino parla genericamente di un magazzino ed un supermercato di prodotti alimentari. Il rapporto, tra l'altro, nota che presso la piattaforma distributrice di Anagni, dall'inizio dell'anno sono state sequestrate la bellezza di 1.162 tonnellate di prodotti. Come al solito, noi consumatori siamo sempre meno tutelati dei banditi del cibo. Non a caso Mario Mancini, presidente della CIA, ha affermato (COG di oggi, pag.7): «Il problema è che ci sono sempre più frodi alimentari che ci uccidono ogni giorno».
Consumatori avvertiti, mezzi salvati.
[Ave]

Colleferro. Turbogas. La turbo-velocità della provincia di Roma

RETUVASA - COMUNICATO STAMPA

LA TURBOGAS DI COLLEFERRO: UN SORPRENDENTE ITER AUTORIZZATIVO

Può essere autorizzato un impianto con significativo impatto ambientale senza che la popolazione del territorio dove è ubicato sia a conoscenza di quanto sta succedendo? Certo, per esempio a Colleferro.

venerdì 17 settembre 2010

Claudio Zarcone. Un messaggio per ricordare

Ieri ho pubblicato un piccolo intervento sulla morte di Norman Zarcone, il giovane ricercatore palermitano che ha voluto difendere la propria dignità con un gesto estremo. Nella tarda serata ho ricevuto un messaggio di Claudio Zarcone, il papà di Norman, sotto forma di commento.
Poichè ritengo che le poche ma significative parole di Claudio abbiano un grande valore simbolico, non solo per ricordare Norman ma anche per tutti i padri di tutti i Norman del mondo, ho deciso di dargli adeguato risalto.

«Sono Claudio Zarcone, vi ringrazio, avete descritto chi era e come era mio figlio: brillante ricercatore, musicista, innamorato della vita. E questo essere innamorato non stride con il suo gesto. Voleva soltanto vivere con dignità. Avere un lavoro, quello per il quale si era preparato. fare il docente ed insegnare. Non voleva un posto da miliardario. Non era un bamboccione. grazie. Claudio»

Un ringraziamento a te, Claudio. Da padre a padre. Per la dignità e la compostezza, testimoniata anche in un momento tanto terribile.
[Ave atque vale]

Anagni. Nuova emergenza ambientale. Adesso tocca ai pesci

Nuovo, gravissimo episodio di inquinamento ambientale nella nostra città. Ieri pomeriggio alcuni cittadini hanno scoperto una moria di pesci nelle acque del Fosso della Tavola, micro affluente del Rio Mola Santa Maria, in località Ponte del Tremio.
Allertati Carabinieri, ASL ed Arpa, che ha provvedto a prelevare i campioni da analizzare. Nella foto, di Paolo Carnevale, potete vedere un esempio del nuovo scempio ambientale. Che fa seguito alla famigerata (e mai del tutto chiarita) morte delle vacche, ricordate? Qualche anno fa.

giovedì 16 settembre 2010

Colleferro. Turbogas. I problemi ambientali non finiscono mai

Assemblea Cittadina Permanente
“Sezione NO TURBOGAS”


Colleferro, epicentro dell'emergenza ambientale della "Valle dei Veleni", si appresta ad ospitare la nuova nocività.

L'impianto, come consuetudine, viene imposto in violazione dei nostri diritti.

-    Senza alcuna consultazione con i cittadini

-    Producendo un rilevante danno patrimoniale ai residenti del IV° Km (Colleferro) e di Artena

-    Esponendo a rischio la tutela della loro salute 

OGNI DIRITTO NON ESERCITATO E' PERSO !

DIFENDI I TUOI DIRITTI PARTECIPANDO ALL'ASSEMBLEA DEL
17/09/2010 CHE SI TERRA' IN PIAZZA SAN BENEDETTO ALLE ORE 19,00

INCONTRO PROMOSSO DALLE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE
(Foto tratta da decidianchetu)

[A questo indirizzo, qui di fianco, trovate un dettagliato e chiarissimo documento sulle ragioni ambientaliste]

Scuola. Omicidio di stato. Il caso Norman Zarcone

Ho fatto non poca fatica a trovare la notizia. L'ho cercata su invito di Paolo Carnevale, che me l'ha segnalata ieri pomeriggio. E' che la scuola non la fa neanche più, notizia. La scuola e tutti quelli che ci lavorano o che sperano di continuare a lavorarci. La storia da raccontare è molto triste. Peggio. E' devastante. Riguarda il giovane che vedete nella foto. Si chiamava Norman Zarcone. Di Palermo. Era un brillantissimo ricercatore universitario. 27 anni e tanti ma tanti attestati a certificare uno spirito brillante e meritorio. La notizia è questa. Si è messo sul davanzale di una finestra. Ha fumato la sua ultima sigaretta. E si è lanciato giù. Altri dettagli li potete trovare sul Giornale di Sicilia. E' il padre del povero Norman che parla di omicidio di stato. I responsabili li conoscete bene. Sono i due assassini ufficiali della scuola pubblica. Il signor Tremonti e la signorina Gelmini. Pensateci. Tutti voi che, giustamente, lottate contro la cassa integrazione dei 50 lavoratori asburgici. Voi che, giustamente, pagate le tasse universitarie dei vostri figli. Li accompagnate alla stazione quando non è a disposizione la navetta. Li vedete angosciarsi per anni sopra i libri. Voi che, giustamente, sognate per loro un futuro migliore del vostro. Ma che non potete fare altro che vedere i vostri figli diventare adulti senza sogni. Senza speranze. Una valigia piena di cultura, di buoni propositi, di grandi sacrifici che non porta in nessuna stazione.
Ecco. Quando pensate alla scuola, ogni tanto. Per sbaglio. Pensate pure a Norman.
[Ave]

mercoledì 15 settembre 2010

Scuola. Il segno dei barbari

Nel profondo nord, in una terra barbara chiamata Adro, provincia di Brescia, una scuola pubblica è stata completamente sponsorizzata dalla LegaNord. Il simbolo barbarico degli sfascioleghisti compare in ogni angolo della scuola. Persino sui bicchieri ed i piatti e le suppellettili della mensa. Interrogata al riguardo, la MariaStellina ha risposto così: «Si protesti anche quando a scuola entrano simboli di sinistra». Ora io provo a chiederlo anche a voi. Avete mai visto una scuola letteralmente bardata di bandiere e simboli e loghi comunisti, qui in Italia? E dunque. Per dare sostanza all'ennesima cretinata sparata a casaccio dalla MariaStellina, io annuncio che da oggi mi recherò a scuola, ogni giorno, con un simbolo comunista. Sarà personale e molto discreto. Niente a che vedere con le lumbardate tipiche di popoli figli almeno di un paio di dei minori. Ma questo simbolo ce l'avrò sempre con me. Visibile. Per una volta, anche la MariaStellina potrà dire di avere (quasi) ragione.
[Ave]

martedì 14 settembre 2010

Scuola. Le ipocrisie non fanno futuro

Gli auguri che il mondo della scuola ha ricevuto, come al solito, per l'avvio del nuovo anno scolastico, sono il peggio dell'ipocrisia del nostro paese. Regolarmente, adesso ed in occasione delle elezioni, tutti si precipitano ad osservare come la scuola rappresenti il progetto di futuro dei nostri ragazzi. Ma poi, altrettanto regolarmente, tutti si dimenticano di investire davvero in istruzione.
Così ci ritroviamo, come sempre, con edifici vecchi, cadenti e non sicuri. Con risorse che per il pubblico diminuiscono sempre più, a fronte di spese che gioco forza aumentano, a partire dagli strumenti che sarebbero indispensabili per una riqualificazione seria della didattica.

lunedì 13 settembre 2010

Anagni. Inizia l'anno scolastico. Gli auguri della Noto2

IL SINDACO
CARLO NOTO
E L’ASSESSORE ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE
LUIGI GALLIANO VECCHI
AUGURANO
UN BUON INIZIO DI ANNO SCOLASTICO
AL “MONDO DELLA SCUOLA”

sabato 11 settembre 2010

Anagni. Il problema dell'acqua all'ARCI

IL COORDINAMENTO PROVINCIALE PER L’ACQUA PUBBLICA, il CIRCOLO ARCI “EVELYNE”,  i COMITATI di OSTERIA DELLA FONTANA, PONTE DEL PAPA,VIGNOLA-MONTI e le ASSOCIAZIONI DAS, ANAGNI VIVA, VOX POPULI, LA GUERRA DI PIERO

PROMUOVONO UNA
GIORNATA DI FORMAZIONE
SABATO 11 SETTEMBRE  2010 – ore 9,30 
    Circolo Arci – Piazza Boscaini

per
APRIRE AD ANAGNI ed  IN OGNI COMUNE della zona nord e della provincia
 UNO SPORTELLO
         di tutela e di assistenza gratuita ai cittadini
PER CHEDERE
ALLA ACEA ATO 5 SPA – gestore del servizio idrico – il  
R I M B O R S O
di QUANTO PAGATO E NON DOVUTO DAGLI UTENTI
             
La partecipazione è aperta a tutti coloro che si sentono interessati ed impegnati
 Cittadini,

          Mettiamo fine alla gestione illegale
    ed illegittima  dell’acea-ato 5 S.p.a.

    CONTESTIAMO LE BOLLETTE E le TARIFFE ESOSE

CHIEDIAMO IL RIMBORSO DI QUANTO PAGATO E NON DOVUTO

ORGANIZZIAMOCI PER RIAPPRIOPRIARCI
DELL’ACQUA

RIVENDICHIAMO
  
 UNA GESTIONE PUBBLICA, DEMOCRATICA E TRASPARENTE DEL SERVIZIO IDRICO;
  
L’acqua e’ di tutti fino all’ultima goccia.

venerdì 10 settembre 2010

Ambrosoli. Un eroe italiano. Qualunque cosa succeda

Giorgio Ambrosoli
Tra le tante vergogne che questo paese barbaro manda giù quotidianamente, ieri ce n'è stata una che riguarda la nostra storia. Ed uno di quegli eroi silenziosi che hanno consapevolmente accettato il sacrificio per il bene di questo paese, che non li ha però mai davvero meritati.
Sono molto orgoglioso di potervi proporre, sulla vicenda, un intervento di grande spessore di Paolo Carnevale, che ringrazio di cuore per aver accettato l'invito.
Per quello che può valere, sottoscrivo incondizionatamente le parole di Paolo. [Ave]

mercoledì 8 settembre 2010

Anagni. La sicurezza del ridicolo

Banditi armati di ascia hanno rubato e sfasciato, domenica pomeriggio, una villetta a Faito. Totale e completa solidarietà alle vittime. Invito pressante alle forze dell'ordine affinchè setaccino i noti covi dei malandrini, e li assicurino alla giustizia. Questo il fatto.
Ma, com'era ampiamente prevedibile, è nata nel paese l'ennesima polemica senza senso sulla giustizia. E, per l'ennesima volta, qualcuno ha perso l'occasione di starsene zitto.
E' di oggi, su COG, un intervento de LaDestra. Che sguazza nelle tragedie come gli sciacalli intorno alle carogne delle prede dilaniate.
E' l'ennesimo richiamo alla loro politica della soluzione finale. Non volevamo mica le videocamere. Naa. Volevamo la schedatura di tutti gli stranieri. E, sopratutto, le ronde cittadine.
Naturalmente non si sono neppure lasciati sfuggire l'occasione per ribadire che, tra l'altro, vogliono pure le dimissioni dell'assessore Fenicchia. E' questo il dente che duole, e parecchio.

martedì 7 settembre 2010

Terremoti. La grande scoperta è il silenzio

Il signor Enzo Boschi, che vedete qui accanto, non è un politico. E' uno scienziato. E' niente poco di meno che il direttore dell'istituto di geofisica e vulcanologia. E' il signore che si occupa di monitorare i terremoti. Quelli brutti brutti e quelli che non sente nessuno. Poi li studia, li analizza. Insomma: fa lo scienziato, appunto.
Ebbene. Nel clima allucinato ed imbarbarito che sta vivendo il nostro paese, trova spazio anche l'eresia di uno scienziato come il signor Boschi. Il quale, dimentico evidentemente di quale sia il rapporto tra informazione, conoscenza e scienza, sta pensando di oscurare completamente tutte le informazioni che il centro da lui diretto analizza tutti i giorni. Motivo? Perchè, dice, per colpa dei mezzi di informazione, quelle notizie sono travisate ed interpretate male. Dunque la soluzione, pensa lui, è quella di oscurare le informazioni. Non diremo più niente a nessuno. Tiè.

lunedì 6 settembre 2010

Anagni. L'estate è finita. Inizia il nulla d'autunno

Uane, che fiacca. Sarà la fine dell'estate? Saranno tutti i vecchi problemi che si ripresentano nuovissimi e tirati a lucido, quando credevo che fossero evaporati col caldo? Sarà questa città sonnacchiosa, che non mostra mai uno scatto, una rivincita, un miraggio in cui credere? Mah.

Intanto si son presentati a dire che l'estate è andata benissimo. Che è stata un successone di presenze e di attività. Che i turisti hanno fatto la fila per ammirare e spendere. Che le piazze si son riempite a dismisura, tanto che qualcuno l'hanno dovuto rimandà a casa, perchè non c'era posto.

In tutta sincerità a me non risulta affatto tutto sto entusiasmo. Ma non voglio strafare, perchè io non c'ero. E allora lo chiedo a voi un bilancio. E' stata davvero una grande estate, quella anagnina? Tutti giù per strada oppure tutti giù per terra? Fatemi sapere. [Ave]

mercoledì 1 settembre 2010

Anagni. In arrivo un nuovo pastrocchio?

Un nuovo scandalo per l'amministrazione comunale? I consiglieri Proietti (PD) e Cicconi (SEL) hanno presentato ufficialmente un'interrogazione sull'uso di due linee telefoniche assegnate a loro, ma che loro non hanno mai usato.
Detto in parole semplici, qualcuno avrebbe sfruttato impropriamente i loro numeri telefonici. I due consiglieri di opposizione si sono già attivati per risalire all'origine ed ai destinatari delle telefonate.
Risponderà il Comune almeno a questo?
A seguire l'interrogazione presentata da Proietti e Cicconi.

Abbonati!