lunedì 7 giugno 2010

Le opposizioni. NO al car-fluff Marangoni

Appena giunto in redazione. Un comunicato di tutte le oppisizoni di Anagni contro l'ipotesi bruciatore car-fluff Marangoni. La conferenza dei servizi, che dovrebbe essere quella definitiva, è stata spostata al prossimo 11 giugno. Si stanno organizzando manifestazioni, prese di posizione e comunicati ufficiali. Il NO al car.fluff delle opposizioni è un passaggio importante. Perchè è chiarissimo che, qualora il progetto fosse approvato, comincerebbe subito una nuova battaglia ambientale e politica. E, nel caso, lo slogan sarebbe chiaro: nessun voto a chi non è capace di difendere l'ambiente della Valle del Sacco, ovunque si annidi. Al Comune, alla Provincia, alla Regione. Che ora son tutte destre. Bene è il momento di far valere quella parola con la quale si sono tanto sciacquati la bocca in campagna elettorale. Sinergie. Ottimo. Ora, è il caso che la città passi ad incassare il primo risultato utile di quelle famose sinergie. [Ave]
 
POCHE VERITA’ E TANTE IPOCRISIE

Tra pochi giorni la Conferenza dei Servizi verrà chiamata a dire si o no all’autorizzazione richiesta dalla Marangoni per lo smaltimento del Car-Fluff.
L’Amministrazione Comunale del sindaco Noto si è pubblicamente schierata per il NO all’autorizzazione ma nei fatti si presenta con superficialità e pressapochismo al confronto su una materia tanto seria e complicata.
Il rischio che tra gli amministratori qualcuno confonda il pollo alla diossina come una variante del pollo alla diavola è molto forte.
Ce lo fa pensare il modo episodico e contradditorio con cui il Sindaco ha affrontato la questione.
Lo testimoniano le poche analisi dai risultati altalenanti per cui di volta in volta la diossina era a quintali e poi successivamente spariva nel nulla.
Lo testimoniano le poche e patetiche ordinanze emanate che di fronte a tanto allarme si sono limitate a mettere in crisi sparute attività agricole, con il divieto al consumo e al commercio, sfociate nel sacrificio di ben 22 pericolosissime galline.

NOI RIBADIAMO
NO ALL’AUTORIZZAZIONE ALLO SMALTIMENTO DEL CAR – FLUFF.

E’ un
NO deciso di chi ripetutamente, purtroppo inascoltato,ha proposto e  insistito affinché il Comune si facesse carico di commissionare uno studio serio, continuativo e affidabile investendo le risorse economiche necessarie per una perizia fatta da esperti che rispondesse con certezza e sicurezza scientifica alla domanda se il progetto della Marangoni potesse essere accolto o no.

E’ un
NO deciso di chi teme un ulteriore pericolo per una situazione ambientale già gravemente compromessa.

E’ un
NO deciso perché questo tipo di attività, di cui non esistono altre simili nel mondo non dà garanzie sulle possibili ricadute nel tempo sulla salute dei cittadini.

E’ un
NO deciso perché i dati di rassicurazione sono solo di parte e non esiste controprova alcuna come sarebbe stato necessario.

Il dilettantismo e la demagogia hanno trionfato e oggi il pericolo vero è che la Marangoni non trovi nel suo percorso contestazioni credibili e inoppugnabili.

Una delle verità è che la lotta all’inquinamento non si improvvisa.

Dopo 10 anni di nulla sulla questione ambientale. Dopo 10 anni in cui l’inquinamento non è stato fermo ed assente come l’Amministrazione che governa Anagni il timore è che a questo appuntamento ci si presenti disarmati e con il rischio serio di essere sconfitti. 

              

I gruppi consiliari del P.D. - Lista Sansoni – Sinistra e Libertà – UDC

Abbonati!