giovedì 25 marzo 2010

Liberi per una notte

Sto seguendo RaiPerUnaNotte. E' assolutamente travolgente.

L'avvio. Con un filmato d'epoca nel quale c'è un Mussolini in gran forma che arringa il solito popolo entusiasta. E subito dopo Berlusconi dal palco che riprende la stessa, identica struttura retorica del duce.

E che dire di Mario Monicelli? Ha concluso una piccola intervista dicendo questo: «L'Italia avrebbe bisogno di quella rivoluzione che tutti i più grandi paesi civili e democratici del mondo, durante la loro storia, hanno avuto». Tutti. Tranne noi.

Ha finito da poco Luttazzi. Che ha concluso con questa citazione di Aristofane: «E' giusto e sacrosanto odiare i farabutti. Perchè così si onorano meglio gli onesti». Ed i giusti.

Ecco Roberto Benigni. Che ne dite del suo "Bacio della libertà"? Semplicemente sublime. E che ve ne pare di questa: «La libertà è erotica»? Irraggiungibile. Riuscire a parlare delle cose che ci toccano più in profondo in cinque minuti. Con la leggerezza del sorriso.

Il più grande evento mediatico in streaming sul web mai trasmesso in Italia. 120.000 contatti contemporanei dal sito principale. 60.000 dal sito di Repubblica. Più gli altri. Più le piazze. Più le dirette Sky.

[Ave]

Abbonati!