martedì 8 giugno 2010

Saviano. Gli ecocriminali sono tra noi


Se ve lo siete perso. Oppure se siete tifosi del Milan e date ragione al signor Borriello, che forse sta tentanto di rinfrescare la propria immagine fuori dal campo di calcio, considerate le ultime delusioni.
Oppure ancora se siete di destra e siete convinti, come il vostro padrone, che per sconfiggere le (eco)mafie è sufficiente non parlarne. Ebbene. Vi offro una possibilità di redimervi. Ieri è apparso, su Repubblica, un bellissimo articolo di Roberto Saviano. Parla di ambiente, di mafie, di ecomafie, di tumori. Della regione Lazio.
Se non lo leggete, siete già delle anime morte. [Ave]


«Per difendere il Paese, per continuare a respirare, è necessario comprendere che in molte parti del territorio il cancro non è una sventura ma è causato da una precisa scelta decretata dall'imprenditoria criminale e che molti, troppi, hanno interesse a perpetrare.»

Abbonati!