Passa ai contenuti principali

Anagni. L'opus dei all'auditorium

L’Opus Dei, istituzione fondata da Josè Maria Escrivà de Balaguer, è l’unica istituzione che ha la prelatura personale della Chiesa Cattolica, in quanto conferitagli da Papa Giovanni Paolo II nel 1982. Ciò significa che l’opera ha una posizione di privilegio all’interno della Santa Sede, in quanto dipende soltanto dalla Sacra Congregazione dei Vescovi, quindi direttamente dal Papa. Oggi pomeriggio, alle ore 18, l’Auditorium Comunale di Anagni ospita Emanuela Provera, una ex numeraria dell’Opus Dei, che ha deciso di abbandonare l’Istituzione nel 2000; la sua prima testimonianza è stata resa al giornalista Ferruccio Pinotti nel 2006 e nel 2009 ha pubblicato “Dentro l’Opus Dei”, edito da Chiarelettere, in cui racconta la sua esperienza all’interno dell’opera.



L'idea del libro è scaturita da un forum on-line privato, in cui numerosi ex-appartenenti alla suddetta prelatura personale hanno descritto la propria vita all’interno dell’Opus Dei, spesso fatta di manipolazioni delle proprie coscienze, allontanamento dalla famiglia, espropriazione dei propri beni, proselitismo forzato, mortificazioni corporali. Emanuela Provera, nell’occasione, presenterà il suo libro e discuterà con noi su tematiche che oggigiorno spesso non vengono affrontate, e soprattutto per quale motivo ha deciso di abbandonare l’istituzione.
"L’Opus Dei che, in passato, ha avuto legami con il franchismo e con le dittature sudamericane, si propone come fine quello della santificazione nel mondo, ma è spesso percepita come una potente associazione segreta - spiega Silvia Martire, giovanissima organizzatrice dell'evento assieme all'associazione giovanile "La Guerra di Piero" - l’Opera vanta una estesa ramificazione immobiliare in Italia, tra cui numerosi collegi universitari che ricevono finanziamenti pubblici, che tendono a rafforzare il suo potere politico ed economico. Si può annoverare l’Ateneo romano Campus Biomedico, fondato nel 1993, come opera corporativa dell’Opus Dei, a cui sono giunti milioni di euro dallo Stato Italiano. Con L’Opus Dei hanno avuto contatti personaggi come Marcello Dell’Utri e Silvio Berlusconi nonché vari parlamentari italiani. Non sorprende che nel 1986 gli onorevoli Stefano Rodotà, Franco Bassanini e Gustavo Minervini, abbiano presentato una interpellanza parlamentare per indagare sulla effettiva natura della prelatura, e se dovesse essere qualificata come associazione segreta".

Commenti

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.