venerdì 1 aprile 2011

Nucleari. Cronache dal dopobomba


Eccolo qui il nucleare. Che rimarrà, eterno, anche dopo che ci saremo estinti. Nessuna voce umana. Nessun rumore che possa dirsi umano. Solo echi di morte. Da questo reattore sta uscendo morte. Semplicemente terrificante. [Ave]

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Echi di Morte, mai una definizione è mai stat più esatta questa è la voce della morte, la voce di un demonio che ha il nome di Progresso Nucleare.
Qualcuno ha chiamato il nucleare con la definizione di Energia Pulita e Sicura, altri villantano nuovi sistemi di sicurezza, Centrali sicure per un mondo migliore.
Mi sono da sempre fatta una domanda, ridondante mi riempe la testa da anni ed era la paura di non saper un giorno riconoscere il male, non essere in grado di riconoscerne la voce o lo sguardo mbè ora sò come è fatto e spero che mio figlio non debba mai sentire questo lamento che arriva direttamente dall'Inferno.
La nostra Apocalisse ed è tutta colpa nostra che con superbia abbiamo pensato di poter controllare il male ed usarlo per un futuro migliore e per un progresso involutivo.
Abbiate pietà dei nostri errori e non permettete a questi delinquenti di farne altri.
Votate SI al referendum contro il Nucleare ma il giorno dopo iniziate a pretendere un mondo migliore, pretendete una vera energia pulita e sicura.
I nostri figli non devono pagare i nostri errori non lo meritano e per questo tocca a noi risolvere i nostri problemi.
VitamineK

Anonimo ha detto...

gli stessi echi di morte che ci sono nelle migliaia di case distrutte dal terremoto, ma lo spettacolo deve continuare quindi concentriamoci sulle centrali nucleari che ad oggi non hanno provocato alcun morto e probabilmente non ne provocheranno
www.maurod.ilcannocchiale.it

Anonimo ha detto...

E' facile dire che il disastro nucleare non ha provocato morti. Quanti saranno invece i morti che negli anni futuri moriranno per tumori o altre malattie?
Poi, le case distrutte dal terremoto avranno anche lo stesso silenzio di morte, ma potremmo avere il conforto di non esserne stati noi i responsabili!

Anonimo ha detto...

neanche della distruzione della centrale siamo noi responsabili. secondo indagini svolte da associazioni onu, esperti internazionali, ecc... dopo il disastro di cernobyl non si sono registrati aumenti di tumori o malattie ed i morti ad esso attribuibili ammontano ad un totale di 30 persone. poi c'è la propaganda di greenpaece che parla di 6 milioni di vittime

Mauro Meazza ha detto...

Io trovo veramente delirante mettersi a giocare col nucleare. Ancor di più quando a giocare siamo noi cittadini. Ossia quelli che, in soldoni, il nucleare se lo digeriranno tutto. Dalla prima all'ultima particella radioattiva.

E trovo disgustoso, oltre che delirante, mettersi a giocare anche con la salute della povera gente. Che siamo sempre noi. Secondo gli (s)ragionamenti precedenti, in pratica, neppure il fumo allora fa male. Perchè, che io sappia, mai s'è sentito di un tizio che sia schiattato così, sui due piedi, all'accendersi di una sigaretta. Quindi che il fumo potrebbe mai essere accusato di aver provocato, direttamente, la morte di qualcuno? Meno dei famosi 30 dei quali ha parlato l'ignavo precedente.

Quei discorsi somigliano moltissimo alle giustificazioni capziose che vanno a rispolverare le grandi compagnie quando si trovano coinvolte in mega-processi di risarcimento danni.

C'è la prova diretta ed inequivocabile? In pratica. Il fumo, oppure la radioattività, com'è il caso, ha avuto lo stesso effetto di un colpo di rivoltella in testa, a distanza ravvicinata? No? E allora...

Nell'antichità re e potenti, timorosi di morire avvelenati, talvolta hanno consapevolmente e volutamente assunto micro quantità di arsenico. Per permettere al proprio corpo di preparare le opportune difese nel caso in cui.

Ecco. Quest'ignavi della coscienza, oltre che del nucleare, sono già un passo avanti a noi. Un po' di radioattività al giorno. E, tempo un paio di generazioni, saremo tutti immuni.

Magari pure con tre occhi, una coda, gli zoccoli ed una specie di acido al posto del sangue.

Ma chi potrà dimostrare che è stato il nucleare? Parleranno di evoluzione della specie. Se la capacità di ragionare sarà ancora caratteristica umana.

[Ave]

Anonimo ha detto...

non c'è da giocare c'è da guardare la realtà con obbiettività. le particelle radiottive ci sono dappertutto, roma è più radioattiva di tokyo, lo sapevi? facciamo evacuare roma? dopo il disastro del vajont avremmo dovuto abbandonare l'idroelettrico?
io non ho mai detto che il fumo non fa male, anzi è dimostrato con quasi certezza che possa contribuire allo sviluppo per esempio di tumori. ti consiglio una lettura, che non va presa come verità assoluta, ma chi chiedo solo di rifletterci sorpa un attimo
http://www.bbc.co.uk/news/world-12860842

mauroD

Anonimo ha detto...

Parlare di propaganda quando si parla di Greenpeace, mi sembra abbastanza offensivo per persone che molto spesso rischiano la vita per difendere quello che TUTTI dovremmo impegnarci a difendere. Ricordo anche,e forse a mauro D non gliene frega niente, che anni fa è morto un attivista e che la Rainbow Warrior è stata distrutta. Se permette mi fido di più dei dati riportati da associazioni serie come Greenpeace, Emergency o Medici Senza Frontiere,che di quelli che ci forniscono i vari ministri o portavoci che siano.
Qualche anno fa ho visto un documentario sui danni provocati da Cernobyl, ed è stato sconvolgente. Vi assicuro che quelli che ho visto non erano i pupazzi di Rambaldi. Sui terreni intaccati dalle radiazioni al massimo ci cresce la colza! Mi dispiace ma non riesco a ricordarne il titolo.
Sbaglio o in Italia ancora ci sono famiglie che in estate ospitano bambini che vengono da quei posti? Che molte persone vanno a curare i loro tumori a Cuba?
Chissà perché?
Visto che ci stanno abituando a ragionare sull'ovvietà delle cose ed a minimizzare tutto, vorrei che quando si affermano certi concetti, si faccia come fece il giornalista al telegiornale che mangiò il pollo in diretta per dire che non c'era l'aviaria.
Le persone che affermano che il nucleare non fa male, perché tutti i giorni respiriamo schifezze e camminiamo sui materiali radioattivi, perché non dimostrano le loro convinzioni andando a Fukushima?
Forse basta anche andare a Taranto o a Porto Marghera... per cominciare.

Anonimo ha detto...

Io non capisco di cosa parla mauroD, faccio fatica a capire dove vuole arrivare.
Dunque il Nucleare non è il male?Mi vorrebbe far credere che non c'è pericolo per la salute avere centrali nucleari?Per precisae, il sig. MauroD vorrebbe dire che le centrali Nucleari non sono generatori di morte?Di sicuro non è l'unica fonte di male assoluto perchè qui di sfaccettature del male ne abbiamo a volontà, basta guardare i disastri del cianuro nelle falde acquifere, del piombo, di tutte le sostanze diossimili e poi noi qui nei nostri pochi chilometri di Ciociaria abbiamo il più alto numero di tumori del sangue e leucemie di tutta la Nazione ma seguendo il doscorso dei post precedenti non ci sono corelazioni che facciamo pensare che potrebbe dipendere dallo stato di salute del nostro territorio ma sicuramente è una triste coincidenza!!!
Torniamo al fumo per esempio, non è mai stato accertato che fumare porti enevitabilmente alla morte come non è accertato che la nicotina porti dipendenza anzi è quasi sicuro che non sia cosi e per tale motivo non è mutuabile disintossicarsi dalla nicotina.
Danni del Nucleare di fatto non ce ne sono mi pare di aver capito, come non ci sono morti per l'inquinamento da inalazione di Amianto, come non esistono relazioni tra le malattie di quei poveracci che lavorandoo per anni con le polveri dell'allumminio si sono rovati dei tumori e molte altre strane coincidenze!!!!!
Cmq una cosa è certa.....IL SOLARE....L'EOLICO NON PORTANO EFFETTI COLLATERALI, NON PORTANO MALATTIE E NEPPURE IL DUBBIO DI AVERLE, ESISTE LA RETE DI CONNESSIONE, ESISTONO GLI SPAZI E CI SONO I FONDI, MANCANO PERO' I PANNELLI FOTOVOLTAICI SOPRA I TETTI DI TUTTE LE CASE E SOPRATTUTTO MANCANO SOPRA I TETTI DELLE CASERME, DELLE SCUOLE, DEGLI UFFICI STATALI, SUI SEGNALI STRADALI, NELLE ILLUMINAZIONI PUBBLICHE, MANCA LA VOLONTA' DI AVERE UN FUTURO MIGLIORE.
NOI METTEREMO SI SULLA SCHEDA REFERENDARIA SUL NUCLEARE E SUGLI ALTRI QUESITI...VOI RESTERETE A GUARDARE??????
VITAMINEK

Anonimo ha detto...

guarda ti dico soltanto che che anche il solare e l'eolico portano effetti collaterali, per esempio l'eolico uccide gli uccelli, deturpa il paesaggio, crea problemi di erosione, uccide le persone (http://www.asianews.it/notizie-it/Fukushima-non-è-Cernobyl.-E-i-morti-per-l’energia-eolica-sono-molti-di-più-21064.html) e non funziona neanche tanto bene (http://www.theregister.co.uk/2011/04/07/wind_power_actually_25_per_cent/)
ma meglio lasciar stare va

Viviana Cacciatori ha detto...

Eh si, l'eolico scompiglia i capelli e dopo una messa in piega costosa è così frustrante dover tornare dal parrucchiere. La prego, chiunque lei sia, di tentare quantomeno di intavolare posizioni che portino ad un dibattito costruttivo. Considerare un'energia distruttiva (perchè l'atomico è nato per essere tale) , superata, legata esclusivamente alle logiche di profitto, non pulita (perchè produce scorie come lei sa) come meno dannosa dell'eolico e del solare mi pare costituisca una forzatura di basso profilo. Non c'è bisogno di parlare di "propaganda di Green Peace" quando le informazioni sugli effetti del nucleare li possiamo leggere sulle molteplici riviste scientifiche tedesche, inglesi e statunitensi...Riviste redatte da studiosi e scienziati sia pro che contro il nucleare. Inoltre minimizzare sugli effetti sulla salute del nucleare, a partire dalle considerazioni su Chernobyl, oltre ad essere profondamente ingiusto mi pare anche "indelicato" (per usare un eufemismo).Non allontaniamoci tanto : basti pensare alle decine e decine di bambini e ragazzi provenienti da Chernobyl che annualmente vengono ospitati per l'intero periodo estivo anche in provincia di Frosinone: bambini e ragazzi senza genitori, che vivono con i nonni o in orfanotrofi, perchè vede, se non nell'immediato ma di certo a lungo andare, un'intera generazione è stata colpita dagli effetti devastanti delle radiazioni.i figli di quella generazione li vediamo con i nostri occhi. Vengono in Italia per godere di un minimo di salubrità prima di tornare nelle zone contaminate. Questo per lei non è indicativo? Vale veramente la pena rischiare la vita per rimpinguare le tasche di pochi affaristi? E' intelligente investire su una soluzione onerosa, superata e con un ampio margine di rischio? Perchè si ha paura delle soluzioni sempre più "semplici" ed innovative? Perchè si ha paura di essere progressisti sensu strictu? Soprattutto perchè si ha paura di firmarsi all'interno di una discussione che potrebbe essere costruttiva ed utile? Una posizione senza nome è una posizione senza forza poichè crea (a danno di chi si nasconde) una situazione di imparità.

Anonimo ha detto...

Grande Viviana, come sempre del resto... vorrei chiedere all'anonimo se per lui la contaminazione radioattiva fa bene o male agli uccelli o alle persone... vorrei sapere quanti anni ha...magari si è perso chernobyl... e ora parla solo per SENTITO DIRE... allora, visto che ci invita a leggere, vorrei dare, anche io, con la massima umiltà, qualcosa da visionare a lui: informarexresistere.fr/emergenza-nucleare-in-francia.html (son pazzi anche i francesi??? e se non è pericoloso, perchè non c'è stata la diffusione della notizia?) oppure informarexresistere.fr/signori-questo-e-il-nucleare.html. oppure focus.it/natura/ambiente/gallery/Le_citta_piu_inquinate_del_mondo.aspx. Sicuramente andrò a visionare i suoi...Chiaramente sono per le energie pulite e se magari fosse vero che, a modo loro, creano dei danni (non catastrofi come nel caso delle centrali) si andrà a migliorare a livello tecnologico ove evitare questi ma con la conseguenza che... sicuramente il nostro pianeta col tempo ne gioverà... se si va avanti con l'inquinamento radioattivo il futuro sarà peggiore del presente (e già adesso, come tu stesso ammetti, siam messi male) con la conseguena che nel nostro pianeta rimarranno solo esseri deformi ed echi di morte... insomma, alla luce di quello che hai visto nei filmati (se mai li vedrai), se dovessi scegliere per te e per le persone che ami, quale tipo di energia preferiresti??? ISA

Anonimo ha detto...

Ora che ho letto /www.asianews.it/notizie-it/Fukushima-non-è-Cernobyl.-E-i-morti-per-l’energia-eolica-sono-molti-di-più-21064.html sono ancora + convinta di stare dalla parte giusta. L'altro art. non l'ho letto perchè nn so leggere le lingue straniere... ma penso che il contenuto sia simile... Questo è quello che loro dicono...Ora dopo le 'cose scritte' quali sono i fatti... dove sono le conseguenze dell'eolico, dove trovo i dati? quello che tu hai visto, a differenza, lo trovi dappertutto, visto che ancora oggi le vittime e i loro figli ne pagano le conseguenze...d'altronde PURTROPPO sono fatti, anche per me sarebbe stato bello se fossero state solo PAROLE. ciao

Posta un commento

Abbonati!