Passa ai contenuti principali

Anagni. Mail bombing antifascista

ULTIMISSIMAE /
Ricevuto dalla rete antifascista della provincia di Frosinone

La ciociaria è costretta a lottare contro l'ennesima prova di fascismo, il Sindaco di Anagni ha concesso il patrocino per la presentazione del libro di Macera "Andrà tutto bene" (Massimiliano Macera è il responsabile di Casa Pound Frosinone). L'anno scorso lo stesso sindaco negò la concessione dell'auditorium alla presentazione del libro di Vladimir Luxuria.
Il fascismo e l'omofobia di questa provincia adesso stanno toccando il picco, per questo facciamo appello a tutti voi per spedire un fax di protesta al sindaco, qui sotto troverete il testo del fax con il numero dove spedirlo.

PARTE ALLE 17:30 DI OGGI UN'INIZIATIVA IN MERITO: MAIL\FAX BOMBING AL SINDACO DI ANAGNI ORGANIZZATO DALLA RETE ANTIFASCISTA DI FROSINONE. IL TESTO è IL SEGUENTE:

All’attenzione del Sindaco Carlo Noto

Signor Sindaco,

le scrivo per esprimere il profondo sdegno che provo in merito alla concessione del patrocinio del Comune di Anagni e degli spazi dell’Auditorium per la presentazione del libro (che si terrà sabato 20 Novembre) del noto “fascista de terzo millennio” Massimiliano Macera, referente provinciale di Casa Pound Italia.
Lei in quanto Sindaco del Comune di Anagni è tenuto anzitutto a far valere i principi della Costituzione nata della Resistenza che a chiare lettere vieta l’apologia del fascismo e l’attività di organizzazioni che vi si rifanno. L’associazione Casa Pound Italia che lei vorrebbe ospitare con tanto di onori e patrocini ufficiali è un'organizzazione di “fascisti del terzo millennio” (così si definiscono) che fa della promozione di un nuovo squadrismo, del razzismo, dell’omofobia, del revisionismo storico e dei disvalori della guerra tra poveri la propria ragione d’essere.
Da qualche tempo anche in provincia di Frosinone si avverte la scia maleodorante delle attività di questa organizzazione neo-fascista. Un'attività spesso contrastata da iniziative di mobilitazione popolare laddove le istituzioni hanno colpevolmente lasciato fare a questi novelli squadristi del terzo millennio. Mi auguro che lo stesso avvenga nella sua città qualora lei non decidesse di recedere dalla concessione degli spazi per questa squallida iniziativa fascista.
Quale cittadino democratico esigo che in virtù del ruolo che riveste di garante della Costituzione nata dalla Resistenza ritiri nell’immediato i permessi accordati a Casa Pound. Altrimenti devo convenire che Lei sindaco Noto oltre ad essere un dichiarato omofobo (chi non ricorda il fatto che negò gli spazi dell’Auditorium per la conferenza di Vladimir Luxuria) è anche fiancheggiatore dei novelli squadristi che si allenano nella caccia al diverso.
Qualora non sarà lei a impedire questa squallida iniziativa fascista ritengo lecito ogni atto di mobilitazione popolare teso ad impedirla. Se non è l’Autorità che lei rappresenta a far valere i principi della Costituzione nata dalla Resistenza è giusto e legittimo che siano i cittadini stessi a farlo.

Augurandomi un suo ripensamento.
Distinti saluti
FIRMA

   
NUMERO FAX 0775 730451 - INDIRIZZO EMAIL: sindaco@comune.anagni.fr.it

Commenti

  1. VIVIANA CACCIATORI (SEL)15 novembre 2010 20:54

    Vorrei rispondere al comunicato stampa di Massimiliano Macera che mi è stato da poco inoltrato via mail. Si legge in un passaggio "Per CasaPound questi comportamenti incitano chiaramente alla violenza, togliendo spazio alla portata culturale della manifestazione organizzata nella Città dei Papi.Nei documenti, molti dei quali firmati, si leggono anche attacchi al sindaco Carlo Noto, definito "omofobo (chi non ricorda il fatto che negò gli spazi dell’Auditorium per la conferenza di Vladimir Luxuria) è anche fiancheggiatore dei novelli squadristi che si allenano nella caccia al diverso".
    Ci tengo a precisare, essendo stata chiamata in causa dal signor Macera, che non è mia intenzione, nè del mio partito dare vita ad una manifestazione violenta o che impedisca la Sua presentazione del libro. Ho aderito all'iniziativa della rete antifascista perchè ne condivido le motivazioni più profonde, ma lungi da me o da chiunque del mio partito intimare al Sindaco alcunchè, minacciando azioni violente che sono lontane dal mio modus operandi.Mi conceda però il signor Macera di manifestare pacificamente il mio dissenso sui temi del Suo libro e del movimento che lei rappresenta per i motivi che ho già spiegato nel blog precedente e per i motivi legati ad un precedente di cui fa cenno anche la rete antifascista (questione Luxuria).
    Viviana Cacciatori
    SEL

    RispondiElimina
  2. Aderisco convintamente all'iniziativa e invito quanti leggano questo,post a fare altrettanto. E' singolare che il presidente frusinate di un'organizzazzione apertamente fascista ( in uno dei loro manifesti sul problema casa si legge: "SE C'ERA LUI AVEVAMO TUTTI UNA CASA", tanto per citarne uno) presenti un libro. Loro, eredi di quelli che i libri li bruciavano in piazza. Loro, che stanno alla cultura come il diserbante sta all'erba. Patrocinati dal comune di Anagni, che negò l'auditorium a una persona civile, antifascista, mite e non violenta, che violeva presentarvi un libro di favole per bambini che conteneva un messaggio di tolleranza e di inclusione degli esclusi. Cui fu negato un diritto perchè di genere sessuale non gradito al sindaco Carlo Noto, persona perbene che patrocina gli eredi culturali di coloro che gli omosessuali mli mandavano allo sterminio nei lager, insieme a ebrei, zingari e dissidenti politici.
    Sebastiano Salis

    RispondiElimina
  3. Prof, scusi l'insistenza, ma visto che sto ricevendo anche messaggi offensivi e minacciosi, vorrei precisare un'altra cosa: la lettera non è stata scritta da me, ma dalla rete in questione. Per cui molti dei passaggi che mi vengono rimproverati non sono farina del mio sacco. Ho condiviso l'iniziativa del mailbombing, ma VORREI PRECISARE AL SIGNOR MACERA (e a tutti quelli che mi stanno attaccando anche anonimamente in queste ore) CHE NON è MIA INTENZIONE DARE VITA A MANIFESTAZIONI VIOLENTE CONTRO IL SUO MOVIMENTO,nè contro il sindaco o contro Marco Cesaritti, NON VOGLIO IMPEDIRE AL SIGNORE IN QUESTIONE DI PRESENTARE IL SUO LIBRO, NON LO E' MAI STATA. VOGLIO SOLTANTO ESPRIMERE IL MIO DISSENSO NEL METODO DI QUESTO COMUNE CHE è STATO QUELLO DI "DUE PESI DUE MISURE" (VICENDA LUXURIA)E ESPRIMERE LA MIA CONTRARIETA' AD ALCUNE DELLE IDEE ESPRESSE NEL TEMPO DA CASAPOUND.Questo non vuol dire che io voglia mancare di rispetto ai membri de movimento in questione, nè che io voglia iniziare una catena di violenze contro chi non la pensa come me (cosa di cui sono stata accusata). Forse la mia foto nell'articolo ha confuso qualche lettore distratto...

    RispondiElimina
  4. Ad Anagni, gli imbrattatori ufficializzati, hanno potuto far scempio di muri, cartelli stradali, murales. Quando è stato fatto quello davanti al liceo, da quando vi sono apparse sopra svastiche e simbologia analoga, quali sono i provvedimenti che il comune ha adottato per cancellarle?
    Il manifesto di CASA POUND che troneggia da così tanto tempo su un muro del parcheggio di San Giorgietto perché non è stato rimosso?
    Se non sbaglio l'affissione per cui non viene pagata la tassa o fatta in luoghi non dedicati, non dovrebbe essere oscurata?
    Gli abusivi, non dovrebberero essere multati?
    Sarei curiosa di sapere quanti euro il comune di Anagni ha incassato, a fronte delle multe fatte al Sig. Fiorito e a Casa Pound!
    Questi, che oggi vengono ad Anagni, a presentare un libro, sono le stesse persone che hanno le idee di donna assunta riguardo il saluto igienico? O adesso stanno dalla parte della "Caritas" che salva prostitute, gay che le procurano, l'importante è che siano nipoti di Mubarak!
    Però questa associazione è proprio forte!
    E' sponsorizzata dal Comune, che però dimentica che l'auditorium è una chiesa sconsacrata, quindi come possono starci questi letterati fascisti (non riescono proprio a togliersela l'inviedia per la cultura comunista EH!!He!!), poteva presentare le sue favole anche la scrittrice, ex parlamentare, cantante e attrice nonchè vincitrice dell'isola dei famosi (il che non è poco ai tempi d'oggi!) Vladimir Luxuria.
    Il Comune avrebbe potuto giocare d'anticipo: chissà se il nostro "amato" Premier un giorno non sdoganerà anche la frequentazione dei trans?
    In fondo lui ha detto che non gli piacciono i gay, mica i trans!

    RispondiElimina
  5. VORREI DIRE A VIVIANA CACCIATORI CHE SICCOME OGNUNO E' LIBERO DI AVERE UN SUO PENSIERO E' GIUSTO CHE CASAPOUND PRESENTI IL SUO LIBRO IN UN LUOGO PUBBLICO E ANCHE SE LEI E' COMUNISTA NON PUO' INVITARE A BOIGOTTARE LE MANIFESTAZIONI OPPOSTE PERCHE' E' ANTIDEMOCRATICO. E POI RICORDO CHE I COMUNISTI NON AVEVANO I LAGER MA AVEVANO LE FOIBE! BASTA CON QUESTA IPOCRISIA.

    RispondiElimina
  6. Caro anonimo, molto probabilmente non sono riuscita a spiegarmi : non condivido l'iniziativa di Casapound perchè credo che gli obiettivi ideologici del movimento disattendano i contenuti della Carta Costituzionale, in cui credo fermamente, una carta redatta sulla base dei valori della Resistenza e dell'antifascismo. La carta costituzionale garantisce i valori di uguaglianza e libertà, modernizzazione e solidarietà, valori importantissimi in un paese che sia ritenuto "democratico". E per gli stessi valori contenuti nella Carta Costituzionale ribadisco il fatto che non è mia intenzione, come rappresentante di SEL, impedire con metodi che non mi appartengono, l'iniziativa in questione.

    RispondiElimina
  7. Rispondo all'ultimo commento:
    gentile anonimo qui l'oopsto che lei nomina si chiama Fascismo ricorda?..conosce?Sà di cosa parla quando nomina Lager e Foibe?...ha studiato la storia?...e quella dei nostri tempi l'ha vissuta o è rimasto a guardarla?
    Cmq non si preoccupi perchè noi opposti siamo diversi, siamo puri e civili e poi mi scusi ma mettere nome e cognome per sottoscrivere un idea no?
    VitamineK Nik

    RispondiElimina
  8. Vorrei semplicemente dire che quello che sta accadendo è scandaloso!!!
    Coloro che parlano tanto di censura, bavaglio e altre cose del genere,sono le stesse che possono vantare di avere ben 4\5 trasmissioni che parlano solo a loro piacimento, per lo più profumatamente sovvenzionate da tutti noi cittadini che siamo costretti a pagare il canone. Per cui non ci trovo nulla di male se un'associazione come CasaPound abbia la possibilità di presentare un libro, perchè chiunque ha libertà di pensiero e parola.
    Inoltre ritengo che se viene dato spazio ai centri sociali che combinano solo danni, che sono funzionali solo come supermarket della droga, che usano ogni pretesto per usare la violenza verso guardie, carabinieri, sindacalisti(però non della cgil) e qualsiasi altra istituzione a loro "nemica", credo che sia il caso di dare l'occasione anche a CasaPound per smentire tutte le dicerie che sono sulla loro associazione.
    Credo altresi che vada corretto il passaggio in cui si dice "fermeremo la loro presentazione in ogni modo" , perchè qualche sciroccato potrebbe fraintendere e potrebbero succedere spiacevoli conseguenze!

    RispondiElimina
  9. Quanta tristezza.
    Questa città non riesce proprio mai ad evitare le figuracce. Secoli di storia imbarbariti da scelte pretestuose. Limitate. Dal respiro cortissimo.

    Sarebbe stato sufficiente, e fin dall'inizio, mantenere una mente aperta. Non rinchiudersi nell'angusto spazio delle proprie ossessioni.

    Si volle trasformare l'incontro con Vladimir Luxuria per ciò che non era. Ora ci si lamenta perchè si è restituito il favore. Trasformando in scontro politico la presentazione di uno scritto.

    Se c'è un tracciato preciso, dietro a tutto questo. E forse ancor più se un tracciato preciso non c'è. Ebbene il quadro che emerge è davvero desolante. Pressapochismo. Incapacità di mettere il naso oltre Porta Cerere. Imbambolamento culturale e politico. Dove vive questa amministrazione? Cosa legge? Cosa ascolta?

    Conosce gli slogan di Casa Pound? Ha un'idea, almeno, di chi fu questo Ezra Pound? Lo sa perchè certi adepti gli hanno intitolato una casa?

    Hanno avuto il coraggio di censurare (ma per davvero, e senza faxare niente a nessuno) l'incontro con Vladimir Luxuria, a suo tempo. Perchè avrebbe potuto turbare le giovani menti anagnine. Ecco. Casa Pound non potrebbe fare altrettanto?

    E se questa dovrebbe essere solo la presentazione di un libro. Ebbene. Quella di Luxuria non era la stessa cosa? Non c'era anche lì un libro? E che libro. Non uno scritto autoprodotto, come chiunque può farsi nella sua stanzetta. Ma un volume che ha superato il filtro di una casa editoriale.

    Che tristezza.

    Questa amministrazione non è capace neppure di essere di destra. Perchè una cultura di destra comunque esiste. E non c'è bisogno di andare a cercare negli scantinati. Ci sono autori ed intellettuali, fortemente orientati, con i quali sarebbe un piacere confrontarsi.

    Invece, questa amministrazione preferisce fermarsi alla propaganda spicciola. Molto, molto spicciola. E' incapace di rendersi conto che la cultura, al di là di tanti altri discorsi ch'è possibile fare, ha anche un valore economico. Che agisce nel tempo. E' un investimento a lungo termine in una terra che sta perdendo tutte le sue principali, e tradizionali, fonti di reddito.

    Per questo assistere al nulla assoluto che questa città offre. E poi svegliarsi, una mattina, ed accorgersi che, in questo deserto, finalmente è spuntato qualcosa. E scoprire che, a Luglio, erano fiori di plastica. E poi adesso, in autunno, Casa Pound, mi fa proprio un dolore profondo. Qui nell'anima.

    E' questo il rinnovamento che le VitK chiedono con forza. Vogliamo un rinnovato personale politico. Che sappia pensare alla città. Che sappia riflettere davvero sulle scelte compiute. Su quelle da fare e su quelle da non fare. Che sappia progettare un futuro, uno qualsiasi, ma capace di coinvolgere tutto il territorio.

    Piuttosto che questo eterno brancolamento nel buio. Senza meta. Senza orientamento. Senza futuro. Ad un passo dal baratro.

    [Ave]

    RispondiElimina
  10. Pieno sostegno a Viviana Cacciatori ed al suo Partito e a tutti gli antifascisti!!!
    Come si fa a chiamare democratico ciò che viene dal fasciscmo nel 2010?
    Non avete argomenti ed usate le icone del periodo più brutto della storia italiana, quello del ventennio, pere fare politica siete anacronistici, violenti e ridicoli

    RispondiElimina
  11. Ma gli antifascisti che non condividono le idee di un omo che si autodefinisce fascista del terzo millennio possono manifestare la loro contrarietà all'iniziativa o no? Visto come diceva la Viviana che esiste una Costituzione che garantisce la libertà di espressione di cui si avvale lo stesso Macera e visto che questa costituzione nasce da una reazione al ventennio fascista che è stato il più buio periodo della nostra Storia, è legittimo che gli antifascisti si indignino pacificamente o no? E poi non capisco chi è censuratore e di cosa? Mi sembra che sia Sebastiano che Viviana abbiano espresso la volontà di manifestare il loro sentimento antifascista pacificamente. Ma se non ho capito male lasciando a Macera la libertà di presentare il suo libro. Qual'è il problema? Simone

    RispondiElimina
  12. Vevete quale gioco sono abituati a fare?Ti vietano un tuo diritto come quello di presentare un libro o di dire la tua, poi loro abusano del potere per una loro propaganda o quantaltro ed al momento in cui tu ti muovi per dissentire ti dicono:....ma non eri tu per la libertà d'espressione e di parola?Perchè adesso vieti a noi di dire quello che pensiamo?Allora non sei per la libertà d'espressione!!!!
    La macchina del Fango.......è anche questa non cadiamo nei loro giochetti!!!!!
    Vitk

    RispondiElimina
  13. Certo la macchina del fango sarà anche questa, ma per me potrebbe essere il fatto di essere attaccati sempre e comunque per ogni cosa, e NON AVERE MAI IL DIRITTO DI REPLICA!!!
    IL CONTRADDITTORIO cari miei amici è un valore fondamentale, se si ha il coraggio ci si mette faccia a faccia ed ognuno esprime le proprie opinioni, pacificamente.
    Ognuno ha il diritto di esprimere le proprie idee: "non condivido ciò che dici, ma darei la mia vita affinchè tu continui a farlo".
    Vedete questo è quello che dovrebbe essere, poi se non si è capaci di farlo rispettare, per lo meno non si inciti a bloccare la manifestazione con ogni mezzo!!!
    Christian!!

    RispondiElimina
  14. Io alla presentazione del libro in questione non ci vado e sconsiglio a tutti di andarci.
    La rete antifascista farebbe bene a non cadere in una trappola, così come L'ANPI.
    Ai partiti ed ai giovani segretari che, qualcuno vuole infangare, consiglio di disertare qualsiasi sit in di protesta all'evento.
    A noi del loro metterla in caciara per attaccare brighe non ce ne pò fregà de meno!!!

    RispondiElimina
  15. Mauro (di gomma)16 novembre 2010 22:44

    Ma perchè tutti attaccano sempre Viviana? Paura di una donna che non ha paura di esprimere le proprie idee?Visto che siete abituati ad avere a che fare con le varie Ruby della politica una donna pensante lascia sconcertati è?E invece esistono anche donne in gamba che esprimono posizioni equilibrate e portano una ventata di primavera culturale. Meno male che c'è una nuova segretaria. Mauro

    RispondiElimina
  16. solidarietà a viviana cacciatori che stamattina è stata attaccata in modo vigliacco su La Provincia con calunnie e falsità. Non solo è stata accusata di essersi fatta promotrice di un'iniziativa che invece è partita dalla rete antifascista, non solo è stata accusata di aver creato un clima di violenza quando invece a me è sembrato proprio il contrario, ma è stato riportato un suo post in alto a metà, non completo, come lei mi diceva proprio stamane. Il fatto che si stia cercando di sporcare l'onestà di Viviana e del suo partito vuol dire che si ha paura di Viviana e di SEL perchè è un partito che lavora, che vive. Mi aspetto che gli altri partiti siano solidali con Viviana e SEL. compagno Angelo

    RispondiElimina
  17. Come al solito strumentalizzano la cosa, dobbiamo stare attenti che dalla parte della ragione passiamo alla parte del torto, perchè alla fine possono scrivere quello che vogliono e presentare quello che vogliono, il vero problema è che si fa sempre un distinguo, come è scritto sul fax da spedire in pratica, Luxuria no e Macera si? E no caro sindaco, così non si va avanti, e loro sui loro comunicati scrivono che si vuole censurare e non scrivono degli episodi passati...la macchina del fango è sempre pronta!!!

    http://www.facebook.com/note.php?note_id=107502299319363&id=150555698322606&ref=mf

    SEL PALIANO

    RispondiElimina
  18. Non conoscevo Viviana Cacciatori prima di questa polemica montata ad arte, ma sono rincuorato dalle cose che ha affermato con intelligenza. Quasi quasi mi tessero a SINISTRA ecologista libertà. Comunque quella di Casapound è un'iniziativa legittima ma di basso profilo a mio avviso. Signora Cacciatori ha tutta la mia solidarietà, avrà anche la mia tessera e spero di conoscerla di persona presto per scambiare due parole.

    RispondiElimina
  19. Ma lo sapete cosa ha fatto Viviana con l'aiuto del kgb? Ha corrotto quelli di mediaset per far trasmettere La vita è bella su canale 5, film antifascista, proprio stasera! Comunista di ****! Ma guarda un pò.
    Daniele

    RispondiElimina
  20. Casa Pound Anagni18 novembre 2010 12:50

    Sfido chiunque a trovare una svastica sui muri del liceo. Chiunque.
    E poi,riguardo i manifesti abusivi voglio dire una cosa:viviamo in un paese dove l'abusivismo elettorale è diventato quasi un dogma quindi ognuno guardi nel proprio orto. E vero,noi attacchiamo in posti abusivi,ma anche il pd,sel e altri,o sbaglio? Ma quando loro attaccavano i manifesti nessuno si è sognato di chiedersi quanto Fiorito (ma sarebbe meglio dire Noto) ha preso dalle multe.
    Questo per quanto riguarda quello scrittore anonimo.
    Poi,per quanto riguarda la presentazione del libro,che sta creando così tanti problemi a questa città che tanto ama definirsi democratica e antifascista,la libertà di parola non è forse alla base della tanto amata (da voi)pseudo-democrazia? E allora,perchè tutti questi problemi? Perchè Massimiliano Macera non può presentare un libro che di politico non ha niente? Solo perchè tempo addietro il sindaco Noto non ha permesso la presentazione di un libro rivolto a bambini per parlare di trans?
    Un sindaco che non si è mai proclamato fascista nè mai lo è stato,ma un sindaco medico che conosce bene le problematiche dei trans e sa bene che non è un argomento di cui i bambini debbano interessarsi in tenera età.
    Detto ciò vi porgo un invito,smettetela di parlare con pregiudizi,questo compete a noi che siamo razzisti omofobi e non so che altro abbiate scritto.

    Sappiate però che all'interno di Casa Pound ci sono persone che hanno la pelle nere e che vengono alle nostre manifestazioni,facciamo conferenze contro l'omofobia, e il nostro squadrismo è uno squadrismo mediatico
    Informatevi prima di parlare.

    Mattia Bellini.

    RispondiElimina
  21. Ammazza!!!
    Questi destri, o meglio destrorsi, sono rimasti proprio bambini. Ancora credono alle favole.
    Credono alle favole che qualcuno ha raccontato loro per farli crescere nella paura, e si sa quali sono i risultati della paura!
    Sono cresciuti con le ninne nanne sui comunisti, che i bambini se li mangiano!
    Gli altri, i figli dei comunisti, sono cresciuti tra dibattiti, cene di partito, sagre con le salsicce di Carluccetto (ad anagni è stato così),hanno giocato, hanno sentito altri discorsi...diciamo più nobili?
    Solo che quei bambini sono andati avanti, non sono stati mangiati. Hanno capito che un muro è crollato e che i comunisti, quelli di cui parlano i bambini cresciuti dell'altra parte, non esistono più. Esistono invece i comunisti che [...omissis...]; complici di sistemi "drastici" nel far zittire i nuovi dissidenti, spesso giornalisti e spesso donne. E in un gioco da eterni Peter Pan, continuano a giocare agli scambi di cappello, colbacchi pelosi soprattutto. Chissà di nascosto cosa faranno?
    E basta! Crescete! Un libro è un libro. Un film è un film. Stateci alle critiche! Leggeteli, criticali e se non vi piacciono,usateli per scopi meno nobili. Ma tutti!
    Visto che l'Italia è un paese di marinai e poeti, do un consiglio spassionato al Sindaco.
    Tutti noi, bambini cresciuti e non, abbiamo qualche romanzo, poesia, canzone, pensierini nei diari. Quindi, sponsorizzi con tanto di manifesti, advertisement, prediche alla fine della Messa, un bella manifestazione, anche con premio finale (perché no?), dove si possono leggere, discutere, con tanti bei contraddittori, favole trans, scritti porno, fascisti, comunisti, storie di santi, di budda, di confucio, di perché si parla di puttane e trans, di caritas e Caritas, di giustizia e Giustizia, di scuola e Scuola.
    Propongo anche il luogo. Visto che ad Anagni è il più inutile che ci sia, propongo la Sala della RAGIONE.
    Purtroppo, chi ha iniziato con la censura, con la paura del diverso o diverso, è proprio lui, il bambino impaurito, che ancora oggi ha problemi di bullismo,dell'orco che mette paura ad Hansel.
    E allora visto che stiamo tornando alla preistoria, fermiamoci alla legge del taglione. O si legge e si sponsorizza tutto, o niente. Nemmeno gli estemporanei scrittori di Casa Pound.

    RispondiElimina
  22. Io dico solo che, alla faccia della libertà di parola, a me non sono stati pubblicati 2 commenti, i quali non avevano al loro interno nulla di offensivo e tanto meno volgare!!!
    La macchina del fango funziona sia a destra che a sinistra!!!

    RispondiElimina
  23. Caro Mattia prima di tutto il libro scritto da Luxuria è un libro di favole che insegna a non avere pregiudizi verso chi per inoranza è considerato "diverso" e non è un trattato sui transgender. Potevi informarti prima di fare questa figuraccia. Non mi pare che SEL abbia detto che Casa Pound non possa presentare il libro, ti copio ed incollo le dichiarazioni della segretaria di SEL scritte su questa pagina, forse non hai letto neanche quelle :"Ci tengo a precisare, essendo stata chiamata in causa dal signor Macera, che non è mia intenzione, nè del mio partito dare vita ad una manifestazione violenta o che impedisca la Sua presentazione del libro" "...E per gli stessi valori contenuti nella Carta Costituzionale ribadisco il fatto che non è mia intenzione, come rappresentante di SEL, impedire con metodi che non mi appartengono, l'iniziativa in questione.". Avresti dovuto leggere anche i post prima di accusare. In campagna elettorale ho visto i manifesti di Fiorito anche sulle mura di palazzi, non ho visto quelli di nessun altro partito. Ricordo i membri di SEL insieme alla Guerra di Piero a ripulire la città da tutti i manifesti durante l'iniziativa "Ripuliamo ad Anagni". Naturalmente se hai foto di manifesti abusivi anche degli altri partiti ti invito a pubblicarle, sono disposto a rivedere la mia posizione. Io vi invito a chiedere scusa a SEL e alla segretaria che avete accusato di esser la fautrice di quella lettera che invece è stata scritta dalla Rete antifascista e che strumentalmente avete accusato (sempre sel) di voler creare un clima di odio. Ma ingenuamente avete fatto a SEL e alla sua segretaria tanta bella pubblicità. Sotterrate l'ascia di guerra!

    RispondiElimina
  24. Certo il sindaco, nonché dottore, sa che parlare di trans fa male ai bambini, ma perché non si mette davanti ai multisala, a fare prevenzione, quando i genitori, assumendosene la responsabilità, li portano a vedere i film panettone? Quelle belle commedie dove il turpiloquio la fa da padrone, le donnine nude o poco vestite sono la cosa prevalente, dove sicuramente ci sarà qualche ammiccamento al mondo gay? Finché i film, le trasmissioni, i libri, non saranno vietati ai minori, dovranno essere i genitori a decidere se i figli li possono vedere o leggere, no?
    Così si dica per il libro di Luxuria, o il libro della casa editrice Casa Pound.
    Per quanto riguarda i manifesti abusivi, io penso che le multe le dovevano pagare tutti!
    Una cosa però c'è da dire: non ho visto manifesti della sinistra sui cartelli stradali, sui guard rail alle curve del Muraglione!
    Se poi si pensa al senso civico, quale esempio se ne dà? Perché io, per mettere un manifesto funebre o pubblicizzare la mia attività, devo affiggerlo sugli spazi preposti e pagare la tassa, mentre i politici sono esenti da ciò?
    Che regola è quella di "lo fanno altri e allora lo faccio anch'io"?
    Per ciò che riguarda la presenza di persone dalla pelle nera e vantarsene, ma poi perorare cause di antiimmigrazione, continuare a fare i buu...a Balotelli, come la mettiamo?
    Non dico che siete voi, ma non è la destra a farli ogni qualvolta che vede un giocatore dalla pelle di un altro colore, e lo vede come un vu' comprà coi soldi?
    Una legge antiimmigrazione non l'ha fatta un ex destro e la lega, che annovera tra le proprie file uno che vuole sparare cannonate ai barconi di disperati? Le aggressioni a immigrati, a trans, a rom, alla redazione del programma Chi l'ha visto? qualche anno fa, chi li fa? Non sono aggressioni fasciste o squadriste?

    Poi se spiega che intende per squadrismo mediatico...forse vi capiremo meglio.

    RispondiElimina
  25. Viviana Caciatori come mai quando la destra ha fatto il convegno sulla casa non si è ne vista ne sentita? Eppure anche loro sono di destra e anche loro sono stati all'auditorium. Due pesi e misure anche tu(la destra si casapound no)?E poi se neanche il suo consigliere comunale l'ha difesa publicamente, evidentemente è indifendibile.
    Tanto questa Meazza non la pubblica, visto che è amico di Sel.
    The warrior

    RispondiElimina
  26. Qui nessuno ha mai affermato che a Destra (uso la lettera maiuscola perchè a parere dello scrivente pensarla diversamente non è mai una diminutio) non vi siano delle persone in grado di fare iniziative nobili ed intrise di quel senso civico che dovrebbe sempre essere proprio di chi amministra.
    L'iniziativa de La Destra in merito al problema casa è un iniziativa lodevole che rientra nello spirito di cui sopra.
    E' evidente che invece la presentazione del libro del sig. Macera sia equiparabile a quella che doveva essere la presentazione del libro di Vladimir Luxuria,cosa che, sapete tutti, non è stata consentita dal Sindaco Noto per motivi già detti e che non voglio star qui a ribadire.
    La nostra contrarietà a tale scelta si è subito palesata ritenendo che non dovrebbero esistere patenti di nobiltà nella cultura,essa piaccia o meno.
    Questo era l'unico motivo della protesta che il sottoscritto, come ribadito direttamente al sig. Macera,non ritiene assolutamente non pacifica, e sopratutto non ha alcuna velleità di censura o, peggio ancora, violenza.
    Non ho difeso la mia segretaria?
    Non c'era niente da difendere,e poi sa farlo benissimo da sola.
    Io, le nostre ragioni le ho rappresentate direttamente all'autore del libro,ritenendo doveroso specificare come si fosse evidentemente equivocato sulla posizione da noi presa.
    L'insegnamento di Voltaire per me è un dogma e, sono assolutamente certo di quello che dico, lo è anche per la mia Segretaria.
    Roberto Cicconi.
    SEL.

    RispondiElimina
  27. VIVIANA CACCIATORI SEL20 novembre 2010 21:58

    Mi ero ripromessa di non intervenire più in merito per contravvenire al mio obiettivo ultimo di questa vicenda (il mio), ossia stemperare gli animi immotivatamente esagitati. Certo è per me un’impresa difficile e dolorosa visto che, nonostante le mie buone intenzioni, rese pubbliche anche a mezzo stampa, girano sul web mie foto accompagnate da didascalie e commenti offensivi ed inappropriati (ma questa è una questione che mi vedrò costretta a risolvere per vie legali). A questo punto sento l’esigenza di puntualizzare qualche passaggio su cui si focalizza uno degli ultimi interventi: caro warrior, condivido appieno tutto quello che è stato asserito da Roberto Cicconi nel suo post, sia sulla questione de La Destra, la cui iniziativa è stata di certo lodevole perché penso siano lodevoli tutte le proposte politiche di buon senso che vengano avanzate alla fine di un percorso politico. Di certo si tratta di una questione diversa da quella da me sollevata ( distinguo esaustivamente esplicato da Roberto). In secondo luogo ci tengo a precisare che il compito di un consigliere comunale non è quello di erigersi ad avvocato difensore del proprio segretario politico, ma quello di portare avanti le battaglie e le istanze proprie del partito che rappresenta, e delle donne ed uomini che lo hanno votato in sede di elezioni comunali e grazie ai quali egli è stato eletto. Sta di fatto naturalmente, che SEL è una grande famiglia e so di poter contare su ciascun membro del partito in qualsiasi momento. In ultima istanza sento di esprimere tutta la mia solidarietà al prof. Meazza perché nonostante venga tacciato in continuazione di faziosità e di censura, ha dimostrato la sua onestà intellettuale dando spazio a tutti coloro che abbiano espresso perplessità su di essa. A mio avviso il signor Meazza è un uomo spinto dalla storica ( anche
    se CULTURALMENTE INDIVIDUABILE in un preciso momento storico, ma per fortuna mai “demodè” )“quête”, dalla continua ricerca della verità (o la volontà di ristabilirla), cosa che spesso non paga.

    RispondiElimina
  28. Mi scuso per gli errori di sintassi del mio ultimo post. Scrivere di getto prima di andare a dormire è controproducente!
    Viviana SEL

    RispondiElimina
  29. Ragazzi ma quale antifascismo?? il libro è un romanzo come tanti mentre quello di luxuria era una favola per bambini che parlava di trans! fatto sta che la presentazione si è svolta con successo!! e questo anche grazie alla vostra pubblicità! grazie ancora!! Secco

    RispondiElimina
  30. Ma io fossi Casapound ringrazierei quelli della Rete Antifascista. Se non fosse stato per loro all'Auditorium non sarebbe venuto nessuno. Almeno così sono venuti i ragazzi di Casapound addirittura da tutto il Lazio!!!!!! Ed erano 25.........Di Anagni se c'erano tre persone era tanto.
    Altra cosa vorrei dire. Io da Compagno non elogio La Destra. Per me sono quelli i veri Fascisti, in quanto preparati e che piaccia o no attirano consenso tra la gente comune, tra il ceto medio e guardate che tutto iniziò così. Dunque per me non doveva essere concesso nemmeno a loro l'auditorium.......
    Non tessiamo le lodi dei Fascisti per piacere almeno noi!
    Hasta Siempre.
    Marco.

    RispondiElimina
  31. Si...25 x gamba..se le cose si devono combattere almeno bisogna avere la capacità di valutare l'avversario..a me vedere sfilare 60 persone di servizio d'ordine x il centro di anagni da' fastidio come non aver visto iniziative dei compagni

    RispondiElimina
  32. Ma sti 60 dove l'hai contati??? Mah........ma dai!!! Ah ok tu sei un fascista infiltrato nel blog che tende a epopeizzare le cifre.
    Guarda che abbiamo visto non ti preoccupare.
    Eravate 25 persone.........
    HASTA SIEMPRE.

    RispondiElimina
  33. ma lasciate perdere le quisquilie di casapound. cosa vi aspettate piuttosto da una amministrazione come quella di anagni dove c'è un assessore che fa il saluto fascista in visita alla tomba di mussolini? ecco le foto: http://www.lacomune.info/?p=30

    RispondiElimina
  34. Vivià te posso da un consiglio? fa le valigie e vattene da sto paese che le tue parole so come perle ai porci. Tu stai già troppo avanti rispetto alla mediocrità generale degli anagnini.
    Vattenne da iessi...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.