Passa ai contenuti principali

Anagni. Sprechi on ice

Preferite ridere. Oppure piangere? Fate un po' voi. In una recente discussione su FB, nel gruppo VitamineK (a proposito: che aspettate ad iscrivervi?) qualcuno si era un po' lamentato della nuova iniziativa dell'amministrazione comunale. La (già) famigerata pista di pattinaggio, su in piazza. Io, proprio perchè non mi diverte per niente fare il bastian contrario, e tento disperatamente di usare il buon senso, in quella occasione avevo sottolineato come l'iniziativa in sè fosse simpatica. Una novità che poteva risultare piacevole per tutti i cittadini, specie in prossimità delle feste natalizie.
Ahimè. Mai bontà fu così mal riposta. Vengo a sapere da COG di ieri, infatti, che la (già) famigerata pista di pattinaggio ci costa la bellezza di 18.000 euro! Diciottomila piccioli! E, come se non bastasse, sembra che per poterne usufruire occorrerà pagare un biglietto di 5 euro per 30 minuti! Alla faccia del caciocavallo! Se ci aggiungiamo che, per montarla, hanno dovuto trasferire le bancarelle del mercato ed hanno tagliato un bel po' di posti auto, sempre molto ricercati, mi pare che la frittata sia bell'e pronta. Anzi. Mi pare già bell'e bruciata. Mi vengono in mente le condizioni pietose degli istituti scolastici, ad esempio, e mi viene da piangere. Il denaro pubblico, ossia il nostro, non andrebbe gestito con maggiore responsabilità?
Buona pattinata a tutti. [Ave]

Commenti

  1. grazie al cielo non sono anagnina... al posto vostro andrei [...] e mi fare ri-dare i soldi indietro...ne distribuirei un pò a chi ne ha bisogno...oh no aspetti prof...stavo sognando vero??

    RispondiElimina
  2. Eheheh... mi sa tanto.

    Mica siamo a Natale, no? Non è tempo di favole.

    [Ave]

    RispondiElimina
  3. Allora io pensai!Stai a vedere che hanno fatto un bel piano turistico per le feste Natalizie, una bella pista di pattinaggio sul ghiaccio, stand in tutto il paese, giochi per i piccoli, e magari un pò di informazione e speranze per le sorti dell'ospedale chissà, però per mia sfortuna il sogno è durato poco perchè alla pista che si innaugherà Sabato sembra proprio che bisogna pagare circa 5€ per una mezora e ancora di più per un ora intera a pensare che con la stessa cofra ci pagho l'ingresso al palaghiaccio di Marino senza limiti di tempo e poi quello non costa niente alla comunità.Allora mi domando, perchè il mio piccolo Lunedi non ha potuto fare ginnastica all'asilo perchè la palestra era allagata, perchè i vetri della scuola stanno con il nastro adesivo dopo che si sono rotti, perchè le aule sono senza tende, perchè la mensa è in condizioni pietose, perchè all'asilo bisogna portare sapone per le mani, pastelli, carta per fotocopie, carta asciugamani, pastelli, quaderni, astucci ben forniti, acqua ecc...e poi si spendono 18.000 pippi per una benemerita K......A!!!!!Allora permettete che io sia un pò ink.....o?Poi le VitamineK e anche altre associazioni e circoli culturali devono impeganrsi per recuperare materiale, vestiti, giochi eccc per dare una mano alle scuole ed asili, ma queste cose non dovrebberò essere garantite?....ma si diamo fondi al provato che a noi ci pensa il buon Gesù tanto a Natale siamo tutti più buoni no?
    Nik VitK

    RispondiElimina
  4. Nik hai rotto il K**** kon la K

    siete pesanti tutti, siete pesanti e basta

    RispondiElimina
  5. Naturalmente in questo blog la passione e la spontaneità e la sincerità di Nik sono considerate un valore assoluto. Che mi auguro possano trovare, in futuro, spazio adeguato anche in contesti un poco più ufficiali.

    Anzi. Leggendo le sue parole aumenta il mio disagio nei confronti di questa cretinata ghiacciata con la quale vogliono farci dimenticare che esistono i nostri bambini. Che frequentano scuole nelle quali manca l'essenziale.

    Mi chiedo che razza di famiglie ci siano dietro questi bambini. Tutti pronti a divertirsi sul ghiaccio? Tutti a seguire l'invito del Guzzanti-Gelmini "...vista la cronica mancanza di carta igienica, pregasi portare a scuola bambini già defecati..."?

    E' con questa subcultura che dobbiamo combattere. Il livello è questo. Ho pubblicato l'ultimo commento per mostrare chiaramente qual è la situazione di questo paese.

    Rimbocchiamoci le maniche. [Ave]

    RispondiElimina
  6. Premetto che io non amo Grillo, però su una cosa ha ragione, che l'Italia è un paese d'imprenditori che c'hanno le pezze ar c**o.
    Mi spiego: un'amministrazione "seria" avrebbe si, dato il permesso al tendone di ghiaccio, ma si sarebbe fatta pagare sia l'affitto del suolo, sia la corrente ( e tanta ) che ci vuole per ghiacciare la pista, certamente non avrebbe pagato lei.
    Allora mi chiedo: è incapace l'amministrazione che paga 18.000,00€ per qualcosa che invece avrebbe dovuto riscuotere, oppure ...........
    Ditemelo voi.

    Buone vacanze a tutti.

    Ps, l'imprenditore in questo caso è l'amministrazione comunale!!!!

    RispondiElimina
  7. A chi vanno quei 18.000 €?
    Da un'indagine fatta tra i più informati sembra che, in questi giorni, la retta dell'asilo nido sia aumentata un bel pò!
    Mandiamoli a casa!!!

    RispondiElimina
  8. Vorrei rispondere all'anonimo che si sente infastidito dalle mie K e dalla mia pesantezza anzi nostra.
    Caro anonimo, ti chiamo cosi visto che non ti firmi con il tuo nome e cognome, cmq ti chiedo profondamente scusa se ho disturbato la tua leggerezza dell'essere, capisco che alla nostra pesantezza gradisci di gran lunga questo bel mondo fatto di volgarità e di vuoto dove l'ignoranza predomina le coscienze, dove le belle forme di provocanti signorine turbano i sogni dei ben pensanti, capisco che il tuo iperbenismo ti faccia disgustare delle nostre rotture di reorica civicac e che le nostre riflessioni ti tolgano il sonno tutto questo lo capisco benissimo, ma quello che non capisco è il perchè ti fai del male leggendo questo blog, non capisco perchè ti soffermi a riflettere sulle mie K e sulla nostra pesantezza, ma vivi leggero e tranquillo anzi torna dentro che qui fuori è un brutto mondo, usando una citazione di un buon regista Italiano un pò pesante forse per te.Però un consiglio se permetti te lo voglio dare, guarda che forse è un pò più pesante la mannaia che ti stà per arrivare sulla testa da questo tuo mondo perfetto, guarda che è ben più pesante la mancanza di rispetto che questa politica di politicanti ha per te, guarda che è ben più pesante quest'aria inquinata e malata che tutti igiorni accompagna le tue trnquille pennichelle nel mondo dei sogni fatati....è ben più pesante questa tua leggerezza.
    A te chiedo ancora scusa se ti ho disturbato e prometto solennemente che continuerò a farlo finchè non sarai stremato...fidati la coscienza libera delle VitamineK non sarà contaminata dal vostro iperbenismo e pseudo pensiero.
    Nik VitK

    RispondiElimina
  9. Fabrizio Tagliaboschi25 novembre 2010 09:54

    bravo niko! anonimo... ma perchè non cambi canale! poi vorrei suggerire al prof meazza: basta pubblicare gli anonimi!!! se si firmano con nome e congnome bene, altrimenti nulla! basta co sti anonimati, troppo facile.

    RispondiElimina
  10. mi auguro con tutto il cuore che sia tutto un errore quello dei conti...altrimenti lascio il lavoro che faccio e mi metto a gestire piste di pattinaggio in giro per l'Italia...sempre che ci siamo altri babbei che mi pagano 15000 euro e poi mi fanno anche incassare il prezzo oneroso del biglietto...e soprattutto non pago i costi di gestione..tipo affitto, energia elettrica! che pacchia!!!

    RispondiElimina
  11. ...Siii mandiamoli a casa.
    Basta farsi gestire da amministratori incapaci che non danno il giusto valore al denaro.
    Perchè l'Assessore all'istruzione non si è opposto affinchè i 18.000 euro venissero destinati ai plessi scolastici in difficoltà?
    Spero tanto che l'assessore, questa volta, dia una risposta consona.

    RispondiElimina
  12. La quota stanziata per il pirlaghiaccio è stata data al responsabile culturale della pro-loco: che poi è un consigliere comunale di maggioranza! Se li gestiscono tra di loro.

    RispondiElimina
  13. in tempo di CRISI, ogni iniziativa è redditizia per... [...] i professionisti!?

    RispondiElimina
  14. FATE VENIRE LA PELLE D'OCA PER LE CAVOLATE CHE SCRIVETE. IL PROBLEMA E' PERO' CHE LE PURE PENSATE. AMMINISTRATORI INCAPACI, SOLDI [...]. QUELLA CHE DICE CHE GRAZIE A DIO NON E' ANAGNINA, ED E' MEGLIO ALLORA CHE PENSI AL PAESE SUO, SE NE HA UNO, IL MERCATO SPOSTATO IL PARCHEGGIO CHE NON C'E'PIU'..... MA QUANTO SIETE PATETICI!!!! TIRATE FUORI LE PALLE ANDATE SU AL COMUNE E CACCIATELI SE AVETE IL CORAGGIO. POI METTETEVI VOI A GOVERNARE E RISOLVETE TUTTI I PROBLEMI, SENZA PRENDERE VOTI, TANTO QUELLI NON LI PRENDETE DA TEMPO. E ORA TUTTI A PATTINAREEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Ohhhhhhhhhhhhhhh. Finalmente una nota di colore. Ci voleva proprio, in questo grigiore. Non solo atmosferico. Finalmente uno che la vita se la sa godere. Meno male.

    Chi se ne frega se le scuole cadono a pezzi? Chi se ne frega se l'ospedale chiude? Chi se ne frega se le fabbriche non danno più lavoro? Chi se ne frega se la spazzatura infioretta tutta la città? Chi se può mai fregare se non esiste uno straccio di politica culturale e turistica? Chi se ne frega se emigreremo tutti per curarci, per studiare oppure per lavorare?

    Per fortuna ci son i valori delle destre. Condensati mirabilmente in questo grande pensiero: TUTTI A PATTINAREEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!

    [Ave]

    RispondiElimina
  16. Mi astengo dal commentare.....tanto c'è chi sa tutto e ci ha pure etichettato come quelli che ormai non prendono voti da molto tempo, ma insomma chi siamo, ma noi chi?
    Io non prendo voti per il semplice fatto che non mi sono mai candidato e molte delle persone che scrivono qui sono nella mia stessa condizione mai candiate e poi ma cosa c'entra?
    ....ma a questo qui gli viene addirittura la pelle d'oca non solo per quello che diciamo ma addirittura per quello che pensiamo, come se dice ad Anagni" ma che è sdrolegho" nemmeno io sò quello che penso a volte eppure l'anonimo di turno si!
    Comunque spero per te che pattinando tu non ti faccia male perchè all'ospedale la situazione non è delle migliore e se vai taci sul tuo pensiero e fatti venire la pella d'oca.
    VitK NiK

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.