Passa ai contenuti principali

Brescia. Le lacrime dei vinti

Quanto son lunghi 36 anni? Vi aiuto se vi dico 432 mesi? O forse preferite 13.140 giorni? Fate come vi pare. Io vi dico, però, che potrebbero anche essere un'eternità. Se, magari, avete passato tutto questo tempo ad attendere che fosse fatta giustizia.

Brescia, la leonessa d'Italia, ha aspettato 315.360 ore per conoscere i responsabili della strage che, il 28 maggio 1974, uccise nella sua bellissima piazza della Loggia 8 persone, e ne ferì più di cento. Attesa vana. Perchè, nonostante tutto questo tempo, la giustizia degli uomini è stata capace solo di dire che non ci sono prove sufficienti per condannare chicchessia.



Nessuna condanna. Nessun colpevole. A rimanere son solo quei morti. Quel dolore. Quel sangue. E le lacrime. Rinnovate ogni secondo in questi 36 anni. Nei quali familiari con un gran peso sul cuore hanno sperato di poterle asciugare per sempre.

Rientrerà anche quel sangue nella categoria del sangue dei vinti, tanto caro a qualcuno? Caduti in una guerra che non sapevano neppure di combattere. Potranno anche queste lacrime meritare il conforto e gli onori che si devono a coloro che si ha il dovere di ricordare? Un'altra impunità colpevole si aggiunge dunque al lungo elenco delle ingiustizie che gridano invano.

Un'altra bomba che abbiamo il dovere di non dimenticare. Non solo per noi stessi. Non solo per questo schifo di paese. Sopratutto per quel fazzoletto bianco, a nascondere un dolore che rimarrà muto per sempre. [Ave]

Commenti

  1. Took me time to read all the comments, but I really enjoyed the article.
    Cheap Roadster Cartier Watches

    RispondiElimina
  2. Le rode che non è fascista la strage???? e poi lei parla di verità e giustizia! Mah....

    RispondiElimina
  3. Sicuro,altrimenti non avrebbe scritto un articolo sull'argomento.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.