Passa ai contenuti principali

Anagni. Congresso PD. Solo fumo (nero)

Allora. La fumata è definitivamente nera. Infatti la notizia è che il segretario non c'è. Il PD Anagni, degnissimo esempio del famoso detto «al peggio non c'è mai fine», dopo lunghissime e stremanti discussioni non è riuscito a trovare la quadra. Niente accordo. Niente unità. Niente segretario. In tarda serata sono stati votati solo i delegati per il congresso provinciale e regionale. Ma, per Anagni, niente da fare. Neanche il direttivo è stato votato. Ora. Il rischio concreto è quello del commissariamento. A meno che Frosinone non accetti di lasciar sbollire le trattative frenetiche e di accordare tempi più lunghi per sbrogliare la matassa. Tutte le ipotesi sono ugualmente percorribili.


Ma, mai come in questo caso, tutte le strade portano a Roma. Che, nel caso specifico, non è la bella città che conosciamo. Ma qualcosa di molto simile al baratro. Perchè, a prescindere da come finiranno queste prove di forza, la previsione è quella di un partito più o meno ingovernabile. Preda degli appetiti e degli appetitini di figurine di secondo, terzo e pure quarto piano. Il nuovo, almeno quel poco che timidamente fa capolino all'interno del partito, non ce la fa proprio ad emergere. E l'assenza del Baldassarre, figura carismatica che qualcosa avrebbe potuto, pesa come un macigno.

Le miserevoli condizioni di quello che una volta era il più forte partito di opposizione cittadina condizionano negativamente tutta la coalizione. Anche se, altrove, sembra che il motore si sia rimesso in moto. Viviana Cacciatori, neosegretaria di SEL, sta trovando il passo giusto e si vede sempre in giro per la città. Ad ascoltare e partecipare. IdV, a sua volta, sta per uscire dal confino di Osteria della Fontana, e l'imminente apertura della sua sede politica cittadina sarà un ulteriore passo verso il radicamento ad Anagni.
Insomma all'appello manca solo, ma per davvero, il PD. Lascio a voi tutti i commenti.
Che poi se no dicono che son carogna. [Ave]

Commenti

  1. Ma infatti, meno male che c'è Viviana,che c'è Roberto, altrimenti respirare politica e cultura ad Anagni sarebbe come respirare a pieni polmoni sul camino di un termocombustore: tossico!
    Simone C.

    RispondiElimina
  2. Vittorio Save Sardaro lo vedrei bene come segretario del PD.............o no?

    RispondiElimina
  3. ...Ma si, lasciamoli ancora al loro posto i vecchi personaggi politici della sinistra, i quali, hanno contribuito a far vincere fiorito.
    Il rinnovamento politico, lasciamolo fare agli altri, ma che ci importa, tanto!
    Quanta ipocrisia sinistra.....
    Per quale inspiegabile motivo, non c'è la volontà di rinnovare una classe politica, che fino ad oggi ha fatto "male" il proprio lavoro???
    Ogni volta ci piangiamo addosso...ma, al momento giusto, non si ha il coraggio di cambiare nulla.
    Questo, è proprio autolesionismo ragazzi.
    ...evviava fiorito allora!

    RispondiElimina
  4. @Giorgio P., guarda che quello che hai detto riguarda anche te!!
    Che fai tu per cambiare e rinnovare la classe politica e mandare via fiorito?
    Il fatto di cambiare dipende anche da te e da quelli come te, che sono solo capaci di stare alla finestra a guardare e giudicare.
    Il cambiamento normalmente si ha quando ci sono persone che effettivamente vogliono cambiare, ma non a chiacchiere!!

    Buon Natale !!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Pasquino sappiamo chi sei. Veramente, sei falso e ridicolo

    RispondiElimina
  6. SCUSATE MA IL pd NON ERA MORTO?

    RispondiElimina
  7. Vittorio Save Sardaro segretario del Partido Democratico. Sempre! Fino alla fine Vittorio, se no rottura! Meglio soli che mal'accompagnati!
    Gli amici del caro Sansone, a proposito... dov'è, devono fare le valigie, mettere la cosa tra le gambe, e smammare, pedalare altrove, aria

    RispondiElimina
  8. @Anonimo, ma che c...o sai!!!!!
    Nun sei manco capace a scrive un nome.

    Buon Natale

    RispondiElimina
  9. Caro Pasquino, invece di parlare a vanvera, dicci tu: cosa fai o cosa faresti, per cambiare l'attuale situazione politica anagnina?
    Consigliaci, invece di fare solamente il grillo parlante.
    Altrimenti sei solo un pasquino ridicolo.
    Comodo aprire solo la bocca èh...!!!

    La tua Pasquina...

    RispondiElimina
  10. Ah, vabbè.

    Non bastava uno. Mò sò pure raddoppiati. Il Pasquino ha trovato moglie. Evviva la sora Pasquina, allora.

    Noto solo, e con un certo disappunto, che finora ad esser apostrofato grillo parlante era stato il sottoscritto. E tale epiteto, lanciato come una freccia avvelenata, mi era giunto pure dal Pasquino (uomo), anche se in forma più amichevole.

    Adesso, invece, che ti scopro? Che non son più io il detentore ultimo ed unico del Grillo Parlante. Mi tocca dividere il premio.

    Che dire, caro Pasquino? Che forse, come dice il proverbio, chi di spada ferisce...

    Ma con me puoi stare tranquillo, caro amico. Perchè, certamente, nella disputa appena nata ho intenzione di seguire le vecchie saggezze popolari.

    Tra moglie e marito, è meglio non mettere il dito...

    [Ave]

    RispondiElimina
  11. Doppo una notte movimentatella
    ritorno a casa che s'è fatto giorno.
    Già s'apreno le chiese; l'aria odora
    de matina abbonora e scampanella.
    Sbadijo e fumo: ciò l'idee confuse
    e la bocca più amara de l'assenzio.
    Casco dar sonno. Le persiano chiuse
    coll'occhi bassi guardeno in silenzio.
    Solo m'ariva, da lontano assai,
    er ritornello d'una cantilena
    de quela voce che nun scordo mai:
    - Ritorna presto, sai?
    Sennò me pijo pena...

    E vedo una vecchietta
    che sospira e n'aspetta.

    E quella sei tu cara Pasquina.
    Grazie di esistere!!!!!

    Buon Natale

    RispondiElimina
  12. Aridaje.

    Bella risposta, Pasquì. De classe. C'hai avuto raggione. Però, me scuserai. Se propo abbisognava scomodà er genio der maestro Trilussa, tanto valeva fà riciccià l'origginale tuo.

    Si nun c'hai avuto coraggio tu, te presto er mio. E bona notte ai sonatori.

    ...................................
    Pasquino sempre scontento
    - Povero mutilato dar Destino,
    come te sei ridotto!
    - diceva un Cane che passava sotto
    ar torso de Pasquino -
    Te n'hanno date de sassate in faccia!
    Hai perso l'occhi, er naso... E che te resta?
    un avanzo de testa
    su un corpo senza gambe e senza braccia!
    Nun te se vede che la bocca sola
    con una smorfia quasi strafottente... -
    Pasquino barbottò: - Segno evidente
    che nun ha detto l'urtima parola.

    [Ave]

    RispondiElimina
  13. Ma scusate che avete contro Save Sardaro.........E' un uomo di esperienza e poi sa il fatto suo. Inoltre le nuove leve del PD non hanno fatto crescere il partito. Meglio i vecchi allora per tornare al potere ad Anagni.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.