Passa ai contenuti principali

Anagni. Fedeli per fiaccolata cercasi. Argomento scuole

Sebastiano Salis, segretario di PRC di Anagni, mi ha segnalato questo intervento sulle scuole di Osteria della Fontana. Stavolta non si tratta della famigerata scuola media Vinciguerra, sulla quale tanto occorrerebbe ancora chiarire.
Da parte del comune, capace di dimostrare solo a chiacchiere.
Da parte delle opposizioni, alle quali manca il puntello principale, impegnato a tarpare le ali ai propri giovani per sostenere il solito vecchiume di nome e di fatto.
E, sopratutto, da parte di una dirigenza scolastica assai più concentrata su come smontare la concorrenza piuttosto che migliorare la qualità dei propri interventi educativi, in una situazione che la vede ricca solo di problemi.



Stavolta si tratta delle elementari e della materna. Al centro di un guazzabuglio fatto di fango per le strade bucate, enormi camion e gigantesche gru da cantiere. I genitori, e giustamente, se ne son lamentati. PRC ha raccolto questo disagio e l'ha formalizzato, com'è bene che faccia chi sta dalla parte dei cittadini.

Questo blog intende sostenere la protesta di questi genitori, e vuole aiutarli a far sentire le loro ragioni presso l'amministrazione. Per questo ho contribuito con un paio di foto che riassumono visivamente quanto indicato nel documento di PRC.

Chissà, mentre la vita scivola via sul Grande Congelatore di piazza Cavour, potrebbe trovarsi il tempo persino per un'altra fiaccolata da dedicare alle scuole. Sempre che, beninteso, gli dei non si siano stufati di essere tirati per la giacchetta per pasticci ed incapacità tanto tipicamente umane. [Ave]

Commenti

  1. Su ciociaria oggi del 24 dicembre,pare chisà che hanno fatto sti politicanti d'Anagni all'osteria della fontana,ma pe'mo'le rotatorie non se devono fa,gli spazi verdi nemmeno,perchè non cistanno gli spazi,però issi ao fatto

    RispondiElimina
  2. A parlà nè fatica

    RispondiElimina
  3. pensiamo che tanti genitori siano più intelligenti di voi,le buche da voi fotografate,ci sono state 2 giorni a causa di lavori di attraversamento inderogabili,relativamente alla "GRU momentanee"le case per la gente,vanno costruite.
    cerca di essere realista

    RispondiElimina
  4. Caro prof.Meazza, fintanto ci sono insegnanti deviati e fissati come te sessantottino, le scuole e la cultura vanno a farsi benedire.Ave

    RispondiElimina
  5. Certo è, che con i miracoli dell'amministrazione anagnina, Anagni può competere soltanto con il terzo mondo!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.