Passa ai contenuti principali

Sinistre. PD. I giovani profumano di vecchio

C'erano una volta i giovani del PD. Che faticavano ad emergere perchè compressi dai vecchi. Schiacciati dal loro peso ideologico. Dalle loro vecchie geometrie. Questi giovani rivendicavano se stessi come il nuovo che doveva avanzare. In nome della freschezza delle idee. In nome di un futuro che spettava loro di diritto.

In tanti hanno aspettato, pazientemente. Masticando amaro. Qualcuno, più intraprendente di altri, ha alzato la testa. Ha rivendicato in modo un po' più aggressivo. Ha attaccato. Ha strappato. Ha grattato con le unghie e coi denti. E qualcosa, in verità ha ottenuto. Ma evidentemente non è stato abbastanza. In effetti, si sa, la gioventù ha sempre un po' troppa fretta. Sarò per questo, forse, che cerca sempre qualche strada più veloce per arrivare ed ottenere?

Ma noi l'abbiamo sempre saputo. Che mai è stata questione anagrafica. Che il nuovo nasce da una condizione mentale. Da una capacità di attraversare il limite di logiche inadeguate. Dalla predisposizione a lasciare la porta aperta. Dalla fedeltà che si riesce a mantenere con quella fantasia che dovrebbe, per la prima volta e per davvero, salire finalmente al potere.

Saluto il signor Renzi Matteo alla vigilia di una grande carriera. Chissà dove. Chissà con chi. [Ave]

Commenti

  1. Verissimo...il nuovo nasce da una condizione mentale e non da una questione anagrafica.Penso che il PD abbia seri problemi in questo versante, personalmente non capisco perchè i molti giovani che frequentano questo partito non abbiano il coraggio di sovvertire gli schemi, ormai c'è bisogno di una rotture ideologica netta e profonda.
    Tutti coloro che hanno a cuore la politica e il buon senso comune e credono nell'idea di un grande partito di SINISTRA dovrebbero prendere coraggio e rompere gli schemi....dettare aria nuova.Tagliare i ponti con il passato, aprire le porte ai cittadini, ascoltare le esigenze dei quartieri e delle periferie, ascoltare ed ancora ascoltare e frecassene del numero di tessere che riescono a portare a casa a fine serata.La politica odierna è fatta di calcoli, di voti, di peso elettorale e da false promesse ma nessuno pensa più da anni alle IDEE, non ci sono idee e di nessun genere quant'è vero che il sogno di tutti oggi è quello di candidarsi a tutti i costi perchè è l'unico modo per aprirsi le porte che contano e fare guadagni facili frecandosene di trasmettere emozioni e creare idee nuove per un futuro nuovo.Vedo il mio paese e le discussioni che si fanno intorno al PD che in effetti è un partito assente da tutto e da tutti, un partito che si combatte chi tra i vecchi politicanti portare alla carica di segretario del partito, un PD che ha dimenticato spesso addirittura di essere un partito di SINISTRA un parito vecchio nelle IDEE.L'innovazione è Rompere gli schemi e Sovveritre la vecchia politica di partito e creare aria nuova basata sulle IDEE e sul futuro frecandosene dei calcoli e dei voti dei singoli candidati abbandonando per sempre la vecchia logica del mercato delle vacche.....campagna acquisti!!!!!!!Le Idee riamgono e voti no!!!!!!!!
    NIK

    RispondiElimina
  2. ma quale sinistra?
    Ancora cercate la sinistra? La sinistra è morta.

    RispondiElimina
  3. La vecchia politica, anzi quel che rimane della vecchia convinzione di politica è morta.....le idee non possono morire e la sinistra non morirà ma è certo che cosi continuerà a perdere e lo farà nei peggiori dei modi rimanendo sola.
    Nik

    RispondiElimina
  4. Un vecchio Cervo un giorno
    sfasciò co' du' cornate
    le staccionate che ciaveva intorno.
    Giacché me metti la rivoluzzione,
    je disse l'Omo appena se n'accorse -
    te tajerò le corna, e allora forse
    cambierai d'opinione...

    No, - disse er Cervo - l'opinione resta
    perché er pensiero mio rimane quello:
    me leverai le corna che ciò in testa,
    ma no l'idee che tengo ner cervello.
    Trilussa

    Ve regalo stà poesia, almeno state boni e nun dite fregnacce!!!!

    Buon Natale

    RispondiElimina
  5. Abbiamo perso un treno: quello dei Movimenti.
    Per capirci: quello di Porto Alegre con lo slogan "Un altro mondo è possibile".
    Mancano i teorici e i filosofici. Ci ritroviamo invece, solo professionisti della politica, di quella che a Montecitorio regala 500.000 euro a testa come noccioline e che a livello locale fa pratica!

    RispondiElimina
  6. ...è cosi che è andata a finire.
    Verissimo tutto allora una domada:
    Che facciamo ci facciamo rubare cosi ( a bono a bono) il nostro futuro?
    ...e daje
    Nik

    RispondiElimina
  7. In Italia come ad Anagni c'è un bel fermento a sinistra. E' quello che vedo in SEL ad esempio, sempre presente alle nostre manifestazioni (ospedale) promotori del presidio (e gli unici sempre presenti), produttori di un buon documento sulla scuola (quello che ha pubblicato lei Meazza e che mia figlia ha riportato a casa perchè distribuiti alla manifestazione attestando una presenza del partito tra i giovani) e l'amico Tonino mi ha avvertito dell'avvio di un forum ambiente locale e della zona nord. ASpetto l'imminente uscita del giornalino. E poi a livello nazionale, stanno avviando bei progetti. La Sinistra non è morta , c'è un bel fermento e questo mi rincuora. Il PD è un partito vecchio figlio di logiche antiche, deve rimodernarsi. E tornare ad essere di sinistra. Ma se ci lavorano su ci riecono.

    RispondiElimina
  8. Magari Renzi avrà anche fatto una c*****a ad andare da Berlusconi ad Arcore (incontrarlo a Palazzo Chigi sarebbe stato più opportuno), ma vi sembra normale che si parli di lui solo quando sbaglia? Perché non si dice anche che è uno dei migliori sindaci d'Italia? O che rappresenta una delle poche speranze per il futuro del PD??
    Circa un mese fa ha organizzato a Firenze un incontro con centinaia di giovani appassionati di politica, dando a tutti l'opportunità di prendere la parola ed esporre le proprie idee (tra l'altro alcuni interventi sono stati di notevole spessore, nonostante fossero di emeriti sconosciuti)!
    Oltretutto i suoi giudizi su Berlusconi sono sempre stati chiari e trasparenti!
    Sarebbe ora di smetterla di ragionare per ideologie contrapposte e di tacciare di intelligenza col nemico chiunque non rispetti come un dogma i paradigmi della sinistra! Del resto non è anche da questo che dovrebbe passare il tanto sospirato rinnovamento della politica?
    O volete tenervi ancora i vecchi parrucconi alla Pannella pronti a passare con Berlusconi pur di andare sulle prime pagine dei giornali (e magari garantirsi un posto al sole)?
    Magari potesse essere Renzi il candidato del PD alle prossime primarie!

    RispondiElimina
  9. Se si sospira per avere Renzi come candidato alle primarie del pd stiamo alla frutta.
    La politica non fa per voi.

    RispondiElimina
  10. Guarda come amministra Renzi, senti cosa ne pensano i fiorentini...questo è l'importante!

    RispondiElimina
  11. E' vero. Il signor Renzi l'ha fatta proprio grossa. Ma riconosco che sembrerebbe un po' ingiusto crocifiggerlo su questa cosa, dimenticando tutto il resto.

    Però.

    Non tutte le cose che si fanno (o che si dicono) hanno lo stesso valore. Non sono tutte sullo stesso piano. Ce ne sono alcune che, proprio perchè ti si riconosce una certa intelligenza, acquistano un significato speciale che va molto oltre il fatto in sè.

    Voglio dire. Posto che il Renzi sia uno in gamba. Posto che sia una speranza. Posto che possa rappresentare il futuro del PD. Com'è possibile che scelga di andare ad Arcore a parlare a quattr'occhi col berlusca? Possibile non abbia riflettuto sul significato simbolico del suo gesto? Possibile credere ad un suo capitombolo dalle nuvole? Lui non c'era. E, se c'era, dormiva?

    Proprio perchè lo si ritiene intelligente, il suo gesto appare ancora più preoccupante. Perchè dietro non ci può essere casualità. Non c'è incidente di percorso. Fraintendimento. Al contrario. C'è volontà. C'è riflessione. C'è disegno.

    O forse, magari, solo superficialità. Che però, a questi livelli, diventa colpa. Purtroppo per lui.

    [Ave]

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.