Passa ai contenuti principali

Scuola. La Nuova Storia di regime


Prima la premiere femme d'Italie, a dire che vanno rivisti e censurati tutti i libri scolastici, che conterrebbero nozioni e punti di vista di sinistra. Poi l'ennesimo attacco alla scuola pubblica. Coi suoi insegnanti di sinistra impegnati ad inculcare valori opposti a quelli delle famiglie. Ecco, allora, un assaggio della Nuova Storia. Il ventennio berlusconiano, eversivo e pornografico e magnificamente schifoso, nella rilettura sfascioleghista di quello che Di Pietro ha definito politicamente un delinquente. [Ave]

Commenti

  1. Poi non ci meravigliamo se si leggono manifesti come "Fuori le BR dalle procure"... parole pesanti come macigni e incommentabili. La Storia è un'altra cosa.
    Maria

    RispondiElimina
  2. E'difficile far capire a Berlusconi che la legge è uguale per tutti, che esistono delle regole condivise, che ognuno è tenuto a rispettare, anche lui, anzi lui per primo, per il posto che occupa. Il grande "ribaltatore", cioè colui che ribalta la realtà, i fatti, continua in questa litania secondo cui non sbaglia lui a rifiutare di farsi giuducare dalla legge, ma sbagliano i magistrati "comunisti" che si ostinano quella legge ad applicarla. Per quanto riguarda la scuola, io posso dire di aver studiato in una scuola pubblica e di aver scelto sempre una scuola pubblica per mia figlia. Continuare nel tentativo di mettere in contrapposizione due realtà, la scuola statale con quella non statale, è un atto di irresponsabile follia, che serve soltanto a solleticare la fantasia di qualche integralista. Non è una caso che questo rischio sia stato colto già a suo tempo, dal c apo dei vescovi italiani, che già in occasione di un primo intervento del premier su lla scuola pubblica, si precipitò in una difesa di tutte le scuole, della scuola pubblica e della scuola privata, nel timore che con quelle dichiarazioni si aprisse un ennesimo terreono di scontro nel nostro Paese. Cosa dire? questi saranno gli effetti collaterali del bunga bunga sulla serenità del ns. premier! Peppe Russo.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.