mercoledì 14 settembre 2011

Anagni. Il Sindaco conto terzi

Carlo Noto, sindaco conto terzi, finalmente interviene per tentare di spiegarsi pubblicamente agli occhi dei cittadini per le sue scelte politiche: ma la giustificazione è peggiore delle sue colpe!
Sull’Ospedale di Anagni accusa il Comitato e le forze politiche di opposizione di aver strumentalizzato e politicizzato la vicenda: evidentemente dimentica ciò che lui, Fiorito e compagnia bella fecero in occasione della chiusura del reparto ostetricia!
Si giustifica sostenendo di non aver potuto dare seguito alla costituzione in giudizio a sostegno del ricorso contro la chiusura dell’ospedale perché i termini erano già scaduti. E’ falso!


Avrebbe avuto tutto il tempo di concordare con il Comitato “Salviamo l’Ospedale di Anagni” i tempi ed i modi per la costituzione in giudizio, così come indicato dal Consiglio Comunale all’unanimità su proposta dei Consiglieri Comunali dell’opposizione! Ma il sindaco conto terzi, evidentemente, non ha sentito la necessità di fare l’unica cosa utile per la causa del nostro presidio ospedaliero! Noto sostiene di essersi impegnato a tutto campo in favore non solo di un buon pronto soccorso, ma anche per valorizzare le “eccellenze” del nostro ospedale. E’ falso!

In un incontro pubblico organizzato dal comitato cittadino (è stato pubblicato un documento video dell’evento) il sindaco conto terzi aveva sostenuto che stava trattando con la Regione per un pronto soccorso con dieci posti letto!
Il sindaco conto terzi sostiene di aver chiuso la scuola media di S.Angelo perché non garantiva la sicurezza di 450 alunni, perché non avrebbe potuto mettere in sicurezza quell’edificio senza imporre turnazioni di orario agli studenti.
Dal momento in cui la scuola di S.Angelo è rimasta vuota il sindaco conto terzi avrebbe potuto investire qualche centinaio di migliaia di euro per la messa in sicurezza della sede storica della scuola media “G.Vinciguerra”, anziché continuare a pagare l’affitto dei locali da un privato nei pressi di un cementificio!


Il sindaco conto terzi sostiene di aver sempre difeso l’ambiente, per il semplice fatto di aver impedito il razzolamento ed il pascolo a quattro pecore e cinque galline: come mai non si impegna per ottenere con le unghie e con i denti da ARPA e ASL i dati sulla diossina, perché non approfondisce la provenienza degli agenti inquinanti? Perché non combatte con maggiore energia contro i disservizi del servizio raccolta rifiuti e contro il pullulare delle discariche abusive?


Il sindaco conto terzi si giustifica per la desertificazione del Centro Storico e se la prende con i commercianti, a suo dire negligenti e poco volenterosi: un sindaco non fa a scaricabarile, prende il toro per le corna e si assume le proprie responsabilità, semmai aprendo un confronto con i commercianti ed i cittadini sulle politiche di rilancio del centro.


Carlo Noto, per favore, ti chiediamo una sola cosa: continua a non fare nulla, per evitare di fare danno!

Il Circolo di Anagni
Anagni, 14 Settembre 2011

4 commenti:

Anonimo ha detto...

IO VEDO SEMPRE E SOLO PD E SEL FARE OPPOSIZIONE AD ANAGNI? COME MAI?

Mauro Meazza ha detto...

Parole sante.

Forse perchè qualcuno è troppo distratto dal rompere le scatole alle VitK, non potendo attingervi tessere come pregustato.

Altri invece son concentrati alla preparazione della loro candidatura a Presidenti dell'Universo, dopo aver malauguratamente fallito la guida di qualche comunità.

Infine, ma non meno importante.

Qualcuno forse è impegnato a trovare il modo di distinguersi facendo qualche altra brutta figura.

Meglio se in Consiglio Comunale.

[Ave]

Anonimo ha detto...

E L'IDV DI ANAGNI???

Mauro Meazza ha detto...

Ma perchè, ci sta pure qui ad Anagni?

[Ave]

Posta un commento

Abbonati!