venerdì 9 settembre 2011

Anagni. Ospedale. Celebration Day

LA VITTORIA DEI CITTADINI
L'unica sinergia della quale non doversi vergognare.
Una pagina con altri video della giornata. In alto nel menu. Oppure qui

16 commenti:

Anonimo ha detto...

Come mai il sindaco Noto non si è presentato? Forse aveva paura di un altro video che lo smascherasse. La richiesta di dieci posti letto(vedi video del 20 agosto) per il pronto soccorso appare ben poca cosa rispetto al risultato ottenuto dal comitato dei cittadini.

Anonimo ha detto...

Aspettate a cantar vittoria. Vedrete che il vostro ospificio, comodo solo perchè vicino al cimitero, dispensatore di voti dei politicanti anagnini, verrà comunque chiuso perchè generatore di costi assurdi e di malasanità che paghiamo tutti noi. Perchè non commentate la vicenda dei 150 medici a 750 euro al giorno oltre lo stipendio e a quasi 20.000 euro al mese. Il nostro caro Compagno della DAS cosa ne pensa?

Anonimo ha detto...

anonio del 09 settembre 2011 14:52 ..se ti prende un infarto quando arrivi a Frosinone sei bello che morto, mentre ad Anagni potresti non morire.

Anonimo ha detto...

Mi spiego meglio, è chiaro che la chiusura di una struttura ospedaliera è un grosso danno per la città, ma se la struttura da anni non è idonea e serve soltanto a far eleggere qualche piccolo politicante è meglio che chiude. Diverso sarebbe poter disporre di una struttura che funzioni, che non costi troppo, e che sia solo al servizio dei cittadini, soprattutto di quelli meno abbienti. Ma sapete quanta gente ogni giorno si reca a Roma per curarsi? ma voi pensate veramente che un ospedale vecchio, malandato, deprofessionalizzato possa servire a qualcuno. finita la caciara, ammesso che i giudici impediscano la chiusura, voi pensate che verranno fatti investimenti per migliorarlo, verranno mandati altri medici, verranno potenziale le attrezzature. Se rimarrà sarà soltanto un ospizio per poveri vecchi malati.

Alessandro Compagno ha detto...

Caro anonimo, penso di te quello che penso di tutti gli anonimi che non hanno il coraggio di mostrare la faccia perchè sono prigionieri dei loro pregiudizi e incapaci perfino di documentarsi. Comunque vivi tranquillo perché, anche nel tuo anonimato, la storia ti raggiungerà perché molte volte può essere perfino più vigliacca di te.

Anonimo ha detto...

Caro 9 settembre ore 14,52 se anche fosse come dici tu, ci deve essere l'impegno di tutti i cittadini, ognuno nei limiti delle proprie possibilità e RESPONSABILITA' a far sì che l'ospedale cambi...in meglio. Dipende anche da noi non farci abbindolare dai medici o altri professionisti a non richiedere la fattura solamente perché ci fanno lo sconto. E' un nostro dovere e diritto far sì che tutti paghino le tasse! Anche noi dobbiamo impegnarci...anche a non andare dal politico di turno o "amico" a chiedere il FAVORE.
La prostituzione esiste perché c'è chi con le prostitute ci va! Allora incominciamo noi a denunciare le cose che non vanno.

Mauro Meazza ha detto...

A proposito delle cifre in libertà lanciate a vanvera in precedenza.

Personalmente non ho alcuna pietà per coloro che, nonostante tutti gli sforzi che la parte sana della città compie per agire ed informare, continuano non solo a brancolare nel buio. Ma pretendono persino di mettersi a pontificare in mezzo a questo buio. Pretendendo di argomentare sulla base esclusiva di pregiudizi privi del pur minimo fondamento.

Ebbene. Nonostante queste persone non meritino tanto lavoro, mi metterò a fare il maestrino, nella speranza che almeno con la lingua italiana siano in grado di non fare a pugni. Contrariamente a quanto accade col buon senso.

E' vero che ci sono medici che possono arrivare a percepire, per un turno, 600-800 euro. Ma questo è proprio e precisamente l'effetto perverso delle politiche scellerate delle destre. Perchè funziona così.

Un medico, ad esempio, si fa il suo turno a FR. E viene contattato per venire a farsi un altro turno qui da noi. Ebbene. Nel momento in cui arriva ad Anagni ogni sua ora non verrà pagata come da tabella stipendiale. Poichè, essendo fuori turno, la prestazione del medico sarà retribuita, detto in parole povere, come professionista. Ovverosia, più o meno, 100 euro l'ora. Ecco perchè, per un turno, potrebbe essere possibile accumulare una gran bella cifra.

Ma tutto questo accade perchè le politiche scellerate delle destre IMPEDISCONO nuove assunzioni. Se, infatti, tutti i medici che occorrono davvero fossero assunti, NON ci sarebbe bisogno di chiamare un supplente da destra e da manca. E quindi NON ci sarebbe bisogno di tirar fuori quelle cifre assurde.

Quindi l'anonimo sparanumeri, a fronte di questa situazione, dovrebbe a maggior ragione sostenere la difesa del nostro ospedale.

Ma per certe assurdità non esiste cura.

[Ave]

segr.das ha detto...

caro prof,questo succedeva anche quando c'era la sinistra al governo della ASL e della regione.Le associazioni tutte della provincia di Frosinone le hanno sempre denunciate e gli organi istituzionali ne erano al corrente,ma non hanno mai fatto nulla per cambiare le cose.
Quando si tratta di fare loschi affari con i soldi pubblici,sembra che vi sia connivenza politica.

eugenio ha detto...

Prof.una piccola nota aggiuntiva,erano e lo sono ancora i medici che da Anagni vanno a Frosinone,Cassino,Sora,Alatri,per coprire i turni in questi ospedali e non solo viceversa

Mauro Meazza ha detto...

Giusto. Gli sprechi della sanità, quelli veri, vanno combattuti sempre e comunque. Perchè abbiamo il diritto di pretendere efficienza e tempestività. A chiunque abbia la responsabilità politica della gestione.

Peccato che, con l'avvento del regime delle destre ed il conseguente allucinante piano sanitario Polverini, la situazione sia precipitata a livelli inenarrabili.

E tutto, non si dimentichi, con lo sfondo di quel manifesto che vi ho anche riproposto. Nel quale una (apparentemente) serena e tranquilla Renata rassicura che gli ospedali NON SI CHIUDONO.

Con le destre, il fondo sta sempre un po' più in giù.

[Ave]

Anonimo ha detto...

Caro professor Compagno,
Continuo a sostenere la tua vittoria.
Se ti candindassi a Sindaco ,sarei ben felice perchè saprei almeno una volta chi andrei a sostenere.
Grazie per quello che hai fatto e che continui a fare.
MAURO MASTRONARDI

Anonimo ha detto...

no.. invece che sindaco facciamolo presidente del consiglio, facciamo a chi la spara più grossa.Se allora ragioniamo per meriti acquisiti sul campo a Meazza gli facimu Presidente della Repubblica.....si delle banane storte

Mauro Meazza ha detto...

E' questo il contributo che la cultura destra ha dato in questi anni alla città. Quanto siete fieri che il nome di Anagni risplenda eternamente grazie a queste finezze di spirito?

[Ave]

Anonimo ha detto...

Caro anonimo del 12 settembre 2011 14:37 quanto sei intelligente,tu si che sarai dare un futuro ai tuo figli.

Anonimo ha detto...

Caro anonimo del 12 settembre 2011 ore 15,46, il futuro ai miei figli lo dò cercando di dare il buon esempio lavorando come dalla mattina alla sera, il sabato e la domenica senza tralasciare di educarlo alla corretteza e all'onestà. Odio quelli che cazzeggiano, e sono quasi tutti impiegati statali, che cercano di imporre al prossimo e quindi ai figli la cultura dell'assistenzialismo, delle pensioni baby, della paraculite acuta insita in chi non investe e non rischia niente del suo, e cerca anche di impedire agli altri di fare qualcosa per migliorare il futuro dei figli. Perchè per concludere continuare ad indebitare lo stato così come è stato fatto finora con le pensioni a 50 anni, il doppio degli impiegati statali, gli straordinari dei medici a 750 euro al giorno, le ruberie degli amministratori pubblici, questo sì significa rubare il futuro alle prossime generazioni.

Mauro Meazza ha detto...

A forza di anonimati gettate al vento un'occasione di dialogo. Questo perchè evidentemente: non ne siete capaci; non volete farlo; oppure non avete argomenti validi da contrapporre.

Se quest'ultimo è lo stesso anonimo che s'è creduto spiritoso con l'indecenza di prima, allora poco da dire. Nessun dubbio sul modo col quale i suoi figli cresceranno. E nessun dubbio sull'esempio che fornirà loro. Ce lo immaginiamo tutti molto bene. Inutile sprecarci altre parole.

Se invece si tratta di altro anonimo, che dire? Che ragionare con le porchette sugli occhi non è mai il modo per capire le cose. Peggio ancora quando si pretende di parlare di intere categorie. Si dimentica sempre che dentro ci stanno i singoli.

E che ce ne sono di buoni e di cattivi. Di onesti e di disonesti. E quelli sporchi, purtoppo sporcano anche quelli puliti. Senza però che riesca mai ad accadere il contrario: perchè quelli puliti non riescono a ripulire anche quelli sporchi?

A qualsiasi categoria appartenga quest'ultimo anonimo, senza tema di smentita e nel più completo buio, son disposto a sottoscrivere ch'è piena di sporcizia e fetenzia.

L'unica cosa davvero importante, e che per fortuna distingue il mio essere cittadino responsabile (nonchè impiegato statale), da questo anonimo quaquaraquà ch'è capace solo di rimanere rinchiuso nei suoi pregiudizi, è che io voglio che tutto il marcio che c'è, ovunque si trovi, sia spazzato via.

E me ne frego s'è quello dei dipendenti statali che non fanno quello che dovrebbero. O magari quello dei commercianti che non pagano un centesimo di tasse. O degl'industriali, o dei dipendenti privati, o dei professionisti.

Io voglio un mondo diverso. E nel mio piccolo spingo in quella direzione. Teoricamente (con le parole di questo blog). E praticamente (con l'esempio che di me do a lavoro e con le mie attività sociali).

Dei rancorosi che scelgono di sfogare qui le loro frustrazioni personali, in rigoroso anonimato, me n'impippo proprio.

[Ave]

Posta un commento

Abbonati!