mercoledì 5 ottobre 2011

Lazio. La zarina de noantri ama solo gli antri. Ai noi invece chiude gli ospedali

[da SkyTG24]
Poi non dite che non vi è stato detto. Gli ospedali non dovevano essere chiusi, ricordate? Una volta c'erano le promesse da marinaio, ch'erano destinate a dissolversi come neve al sole. Oggi, che siamo moderni, e abbiamo un regime sinergico, conosciamo un nuovo detto. Le promesse polverine. Che fanno il paio con le promesse fiorite, specialità locale che ci meritiamo come una punizione divina proprio noi di Anagni. Ma una signora che chiude gli ospedali pubblici per risparmiare, dice, quali altri mirabili risparmi raggranellerà in giro per le stanze della Regione, diciamo noi? Ecco. Vedere per credere. Anzi. Meglio leggere. Una serie di inchieste de L'Espresso chiariscono perfettamente la situazione. Ora sappiamo che fine hanno fatto i soldi risparmiati sulla nostra pelle. Arriverà il vento nuovo, eccome. Pure alla Regione arriverà. Ci potete contare. [Ave]

0 commenti:

Posta un commento

Abbonati!