giovedì 15 dicembre 2011

Italia. Caino è un bastardo

[da Repubblica]

Gl'imprenditori dell'odio hanno colpito ancora. Fascismo e leghismo non hanno trovato mai più tacito accordo di questo che s'è dipanato tra le strade del nostro paese. Zingari a Torino. Senegalesi a Firenze. Ebrei a Roma. Ognuno colpevole semplicemente di null'altro che di esistere.

C'è una parte di umanità che non è tale. Non vuole comunicare. Non vuole riconoscere l'altro da sè. Non intende scendere dagli alberi. Attaccata alla propria solitudine come la conchiglia allo scoglio della sopravvivenza, coltiva il disprezzo come unica moneta della propria, inutile ed insensata, esistenza.

Questa umanità non è tale. E' animalesca. E' primitiva. E' malata. E' questa mostruosità che dovrebbe essere inseguita. Braccata. Fermata. Sterilizzata. Razza bastarda capace di generare solo altro nero. Altri lutti. Quel vomito esistenziale che è il suo unico sostentamento.

Un mondo nuovo è possibile. Libero da questa spazzatura. Senza più vapori mefitici. Quegli stessi che, dal ventennio, questo disgraziato paese si porta appresso. Voltiamo pagina. Chiudiamolo per sempre, questo turpe capitolo.

Che il fango ritorni nelle fogne dal quale è scaturito.

[Ave]

0 commenti:

Posta un commento

Abbonati!