venerdì 20 aprile 2012

Anagni. Scuola media. Un pasticcio senza fine






COMUNICATO STAMPA


Apprendiamo dalla stampa del sequestro da parte dei Carabinieri di Anagni guidati dal capitano Airoldi dell’impianto di betonaggio prossimo alla scuola media Vinciguerra ad Osteria della Fontana. Anzitutto un grande grazie da parte del PD al capitano Airoldi ed ai suoi uomini per l’incommensurabile lavoro che stanno svolgendo a tutela dell’ambiente e della sicurezza dei cittadini e del territorio.


Premettendo che non vogliamo strumentalizzare l’operazione dei Carabinieri e lasciando fare il proprio corso alla magistratura, la vicenda ci allarma, ci indigna e ci preoccupa fortemente, soprattutto in quanto ciò che ha determinato il sequestro dello stabilimento è la mancanza di autorizzazioni relative allo smaltimento dei rifiuti industriali. Ciò significa che non esistono certezze in ordine alla salubrità del sito  e della zona circostante.


La presenza dell’impianto di betonaggio nei pressi della scuola media Vinciguerra ha sempre preoccupato non solo noi ma anche altre realtà cittadine, comitati e genitori. Nonostante le numerose manifestazioni di contrarietà alla ubicazione della Scuola media Vinciguerra nell’edificio di Osteria della Fontana che si sono susseguite nel corso degli anni, l’amministrazione comunale ha preferito tirare dritto ed ha ritenuto ottima cosa sborsare 17mila euro al mese come canone di locazione ad un privato, quando invece, e come PD lo abbiamo sempre sostenuto, era molto più conveniente utilizzare i soldi pubblici per ristrutturare lo storico edificio della Vinciguerra nel centro storico cittadino. 


Ci chiediamo alla luce del sequestro del sito industriale  su quali basi e rispetto a quale criteri l’amministrazione comunale ed il sindaco Noto rassicurarono il mondo scolastico e la città sulla salubrità della zona in cui è ubicata la Vinciguerra. Il sindaco ha il dovere morale e politico di rispondere a questo nostro interrogativo che è anche quello di molti cittadini. Lo invitiamo anche a tirare le somme e, quindi, ad adottare le idonee misure per tutelare i giovani studenti. 

La vicenda sottolinea l’ennesima scelta irrazionale dell’amministrazione Noto che si
dimostra, ancora una volta, inadeguata ed incapace di rispondere alle esigenze dei cittadini. Noto e la sua amministrazione si sono  mostrati ancora una volta non all’altezza della situazione, non sapendo fronteggiare le emergenze del territorio. Il sequestro dà ragione a tutti coloro che dubitavano sulla collocazione della Vinciguerra ad Osteria della Fontana, compreso il PD che, al contrario di Noto, dà prova di essere una grande forza di governo, capace, insieme all’opposizione tutta, di fronteggiare le emergenze del territorio e di rispondere con scelte e proposte genuine, serie e razionali alle esigenze della collettività anagnina.
 
 IL CIRCOLO DI ANAGNI

6 commenti:

Anonimo ha detto...

La rovina dell'Italia si trascina da moltissimi anni. Vero che determinati politici ci hanno portato al collasso totale, ma ricordiamoci che l'opposizione di oggi era la maggioranza di ieri... basta, ci vuole gente NUOVA non partiti... ad iniziare da Anagni!

Anonimo ha detto...

Mi sembra che si stia facendo di tutta l'erba un fascio,
non sono un tecnico ma dubito che quell'impianto possa costituire rischio per gli studenti, semmai per i residenti o magari per la falda acquifera.
Il problema secondo me riguarda la non adeguatezza della struttura presa in affitto all'uso come scuola, al suo costo molto superiore ai valori di mercato e sarebbe bene capire il perchè !!!
Circa la ristrutturazione della sede di S.Angelo, francamente ho molti dubbi, sia dal punto di vista economico che di fattibilità ...ci sentiremmo veramente sicuri a riportare centinaia di ragazzi in un struttura a cui si accede passando per un "cunicolo" di meno di due metri ?

Giovanni ha detto...

Lo specchio del governo nazionale, lo specchio dei partiti che non sanno come investire i nostri soldi [...] direttamente dalle nostre tasche e non sapere che farne anzichè investirli a SCOPI DI UTILITA' Al popolo Italiano, VEDI LE SCUOLE [...]

Anonimo ha detto...

ma non avete capito ancora? non possono i signori mandare i loro figli in una scuola di periferia, e poi quando terminera' l'anno scolastico, li a osteria si chiudera' e il prossimo anno si andra' di nuovo ad anagni, lo sanno gia tutti.........

Anonimo ha detto...

anonimo del 20.4 ore 9.16.... io ho studiato in quella scuola 25 anni fa... ed eccomi ancora viva e vegeta nonostante, all'epoca, accedevo dal cunicolo... ma cmq si accede anche da via Garibaldi!!!! ecco la soluzione se è questo il problema che porta ansie... e dell'ex caserma invece? che ne dice? accesso sicuro!!! in merito al perchè della prima affermazione, la risposta è intuibile, no?... un saluto! ISA p.s. concordo pienamente con il primo anonimo e con Giovanni! un abbraccio agli amici di VitamineK!!!

Anonimo ha detto...

Ma quando vedremo un folto gruppo di genitori, cittadini, indignati sotto le finestre del comune (avete presente il comune di Parma dove hanno cacciato a calci sindaco e giunta?) a farsi sentire per avere una scuola?
Ad Anagni non avverrà mai! Chiu me compare, chiu me parente...ecc.ecc.
amen

Posta un commento

Abbonati!