martedì 3 luglio 2012

Parco De Magistris. Genitori preoccupati, ma organizzati


Qualche giorno fa un gruppo di mamme e papà, preoccupati per le condizioni in cui si trova il parchino di viale Regina Margherita, vicino l'elementare De Magistris, hanno presentato una segnalazione sottoscritta al Sindaco della città. Ecco la loro richiesta d'aiuto.


Con la presente lettera, vogliamo porre la Vostra attenzione su un problema che da sempre amareggia lo stato d’animo di noi cittadini e soprattutto di noi genitori: il parco giochi adiacente la scuola elementare “De Magistris”.

Da sempre sono stati registrati al Comune dei reclami, o più che reclami delle segnalazioni, ma la situazione non è cambiata… o, se è cambiata, di certo non è cambiata in meglio!

Il parco giochi, quando è aperto perché non sempre viene regolarmente aperto, è sporco e viene utilizzato impropriamente e monopolizzato da ragazzini grandi che distruggono costantemente altalene, scivoli e quelle poche cose che ci sono all’interno.

Le condizioni sono indecenti, la recinzione è rotta, le panchine sono state scavate da terra e poggiate lì senza che nessuno si prenda la briga di sistemare, gli escrementi degli animali non mancano mai, i mozziconi di sigaretta anche… mancano, invece, le buste per la raccolta dell’immondizia negli appositi cestini!

Manca una persona che “controlli” il parco, mancano delle aree di gioco attrezzate per le varie età di bambini… tutto è messo e buttato lì senza un senso!

La sabbia non è mai stata cambiata da quando è stata gettata lì e tutto ciò non è affatto a misura di bambino e di igiene.

E' mai possibile che i nostri bambini non  possano giocare all’aria aperta senza il rischio di contrarre malattie, visto che la sabbia è presa d’assalto dai gatti randagi e dai cani che ci urinano e defecano?

Speriamo che queste nostre pacate considerazioni possano indurre le nostre autorità a prendere dei seri accorgimenti per migliorare l’ormai intollerabile degrado di una situazione che va avanti ormai da troppo tempo.

Il Comune ha il dovere di preservare l’igiene, la salute e la vivibilità dei suoi abitanti, e soprattutto dei bambini.

Grazie per la cortese attenzione.

46 commenti:

filippo ha detto...

Ma cari genitori forse vi sarà sfuggito lo spendido parco che si trova lì a due passi...ma si dai...come quale...siete un pò distratti però,cari genitori...
Vabbè vi dò un aiutino dai...
Il parco di via Matteotti,la passeggiata dai..
Li nessun vandalo ci entra e neanche i padroncini sconsiderati con i loro cani che hanno da espletare i bisognini...come dite che ci sono ancora a terra gli alberi caduti con la nevicata di Febbraio ?
E allora siete proprio incontentabili cari genitori...
Buona fortuna.

Anonimo ha detto...

Su quel parco stendo un velo pietoso.
Nik

Sara Aresti ha detto...

È davvero scandaloso,mancano quelle che dovrebbero essere le regole fondamentali di civiltà e le strutture necessarie a permettere una adeguata crescita per le nuove generazioni! È ovvio che poi ci ritroviamo i bambini chiusi dentro casa a diventare zombie con a play, su questi temi dobbiamo batterci TUTTI noi cittadini.
Spero che il comune di Anagni se ne occupi adeguatamente...

Anonimo ha detto...

Bravo filippo,e perchè dimenticare quello sotto piazza cavour,bè giochi stupendi,niente cani........bè il cancello è chiuso e se avete modo di vedere giudicate voi. Però per la modica cifra di quasi 80.000 (ottantamila)euro tra poco sarà completato il parco di tufano che vista la cifra farà concorrenza al parco di valmontone. BIMBO IGNORANTE e triste perchè non ha un parco in cui giocare.

Anonimo ha detto...

Una decina di anni fa a mia moglie che protestava sulla situazione del "parco", l'amministratore preposto rispondeva così "signò non ce l'hai la vigna pe porta a giocà i bambini?"
D'altra parte ho sentito genitori dire che sono le mamme che "rompono", una volta vogliono il brecciolino, poi come il pupo si sbuccia il ginocchio vogliono la sabbia.....
Risultato, penso che Anagni non si ponga proprio il problema! (a parte pochi eroi)

Anonimo ha detto...

Salve,

sarà che sono abituato malissimo perchè frequento più spesso quel [...] in cui il sindaco di Roma ha ridotto le zone meno centrali della città, ma il parco "De Magistris" non mi ha fatto pensare proprio allo scandalo anche se una qualche sitemata sicuramente è necessaria.

Comunque, l'occhio tecnico mi induce a segnalare una qualche pericolosità in uno spazio aperto ai bimbi.

Vedo molto ma molto male quei muretti bassi pieni di spigoli dove la probabilità che ragazzini pieni di energie che si inseguono tra i giochi possano andare a sbattere e farsi male sul serio, è sicuramente molto ma molto diversa da zero.

Penso che se si deve risistemare qualcosa, comincerei da lì

Anonimo ha detto...

anagni e' zozza,come [...].........

Anonimo ha detto...

Quanti bei ricordi della mia infanzia legati a quel parco!!!! le immagini nella mia memoria si sovrappongono perchè l'ho vissuto proprio appieno!!! infatti fino a 10/15 anni fà il parco era mantenuto e controllato da persone che a turni prestabiliti, erano presenti e facevano RISPETTARE le regole a noi bambini piu' vivaci (ricordo anche qualche giusta sgridata)... poi, da grandicella, quando gli scivoli e le altalene non mi interessavano piu', andavo nel parco in passeggiata citato dall'anonimo del 3.7 ore 09.02 dove c'era il chiosco bar di Genesio, la pista di pattinaggio e il cinema all'aperto le serate estive... ora invece, viste le condizioni in cui versano i parchi di Anagni, sono costretta a portare mio figlio alla villa COMUNALE a Frosinone o nel parco a Colleferro... e questa cosa mi fa male perchè i suoi ricordi da adulto non saranno legati alla sua città, Anagni, come i miei!!! bè questo è ingiusto nei confronti dei nostri bambini perchè loro HANNO IL DIRITTO DI VIVERE LA LORO INFANZIA NELLA LORO CITTA' AL MEGLIO!!!! per quanto mi riguarda sono stufa di far strusciare sotto i piedi di persone [...] i diritti di mio figlio !!!! ecco perchè molto fieramente, ho firmato quella lettera corredata dalle diverse e numerose firme di mamme e papà oggi stufi di vedere i propri figli ignorati da chi di competenza!!! Finalmente una buona iniziativa fatta da parte di cittadini/genitori che non vogliono rimanere in silenzio davanti a tutto questo e iniziano ad essere coscienti che col silenzio NON si ottengono favoritismi ma degradi... ricordiamo sempre che L'ASSENZA E' COLPA... ISA VITAMINEK

Anonimo ha detto...

In 20 anni ho firmato decine di lettere con i genitori o senza. Non è servito a nulla.
Questo paese è morto, e con la crisi oramai devastante che coinvolge il polo industriale è destinata miseramente allo spopolamento.
Guardate le foto di Anagni durante il boom economico e guardate come erano tenuti i giardini.
Adesso il paese sembra uno dei tanti quartieri dormitorio delle grandi città, con in più il difetto di essere lontano dalle grandi città e da tutti i servizi.
Anagni ha molti anni di storia alle spalle e come tanti paesi del centro sud ha un destino segnato. Ma chi verrà mai a ripopolare un comune senza nulla e senza soldi?
E' una economia tutta ripiegata su se stessa (basta vedere il mercato immobiliare al limite dell'assurdo! 300.000,00 euro per un appartamento in un paese dove non si può passeggiare a piedi, dove non c'è un cinema, un teatro, una libreria!)
E' triste ma credo che i ragazzi se ne andranno tutti e Anagni diventerà uno dei tanti paesi della provincia con 400/500 abitanti residenti.

Mauro Meazza ha detto...

E' molto triste. Per davvero. Ma sono d'accordo con le parole precedenti. Questo paese si è incamminato prepotentemente su un sentiero che porta verso il nulla.

Girare a dare un'occhiata ai prezzi delle case nel centro storico è esercizio di una pena infinita. Si pretenderebbe di venderti a peso d'oro baracche fatiscenti con stanze dentro altre stanze. Bagni ciechi. Magari senza neppure i termosifoni.

Perchè qualcuno continua a ragionare come se le fabbriche, qui intorno, non fossero state chiuse. Come se l'ospedale non fose agonizzante. Come se l'economia dell'intero territorio non fosse, come realmente è, sull'orlo di una crisi di nervi definitiva.

Dice bene. I giovani. Coloro che rappresentano il futuro. Ebbene il futuro debbono pensarlo altrove. Fuori di qui. Lontano da Anagni. Perchè Anagni fa persino fatica a sopravvivere. Figuriamoci a progettare un futuro.

Però bisogna pure essere chiari. Tutto questo è accaduto per motivi precisi. Basta carezze. Occorre dirlo chiaro e tondo. Che questo territorio si trova in queste condizioni per colpa di una classe politica complessivamente imbarazzante. E, nello specifico, per colpa delle politiche destre. Che hanno letteralmente smantellato quel poco che s'era riusciti a costruire in decenni di faticoso lavoro.

Queste responsabilità politiche sono precise. Inequivocabili. E dovranno avere il loro peso specifico quando i cittadini saranno chiamati a votare nuovi rappresentanti.

Il problema è che una nuova classe politica potrà essere selezionata solamente da una nuova cittadinanza. Più libera. Più consapevole. Più responsabile. E dunque. Se i politici saranno cambiati dai cittadini.

Chi cambierà i cittadini?

[Ave]

Rita Ambrosino ha detto...

Parlando con un amico della situazione penosa nella quale versa la nostra città (e qui mi scappa una citazione di Antonio Tabucchi: ..."una città sonnacchiosa e sudicia, di una bellezza sfatta, percorsa da gente provvisoria" .... sebbene lo scrittore non parlasse di Anagni, mi sembra che la definisca appropriatamente!), dicevo: parlando della situazione che è sotto gli occhi di noi tutti, questo amico argutamente osservava che il declino della città sembra essere stato contemporaneo alla nascita ed al proliferare dei centri commerciali.
Si sono svuotate le città per riempire i vari Outlet: luoghi dove i bambini possono giocare tranquilli, luoghi gradevoli per passeggiare (!) e, perchè no, luoghi pieni di negozi dove comprare sia il necessario che il superfluo.
Abbiamo riempito questi "non-luoghi" indefiniti nei quali l'unico valore è il denaro e abbiamo abbandonato le nostre piazze, i vicoli, i giardini ed i parchi e condannato i piccoli esercizi del centro ad una lenta ma inesorabile agonia. Ci siamo fatti togliere anche la scuola media, ma questo è un'altro discorso.
La città svuotata dalla gente è risultata facile preda di amministratori [...] che hanno a cuore esclusivamente [...] interessi politici.
La città, intesa come luogo di vita e di aggregazione culturale e sociale, non esiste più.
Il centro storico è vuoto di gente e di interessi.
Tutti si ammassano sui 50 metri del marciapiede e, rumorosamente quanto futilmente, trascorrono il tempo libero. Che libero non è perchè non siamo liberi di scegliere tra una attività e l'altra in quanto non esistono, ad Anagni, attività ricreative.
Poi torniamo a casa e ci imbeviamo di pubblicità dalla TV che ingenera nei nostri figli desideri vacui che, tuttavia, siamo solleciti a realizzare.... nei centri commerciali.

Anonimo ha detto...

Ho letto con molto interesse tutti i vostri commenti e devo dire che in un modo o nell'altro tutti avete colto il problema principale ovvero l'Assenza.
Assente è la società civile che non si indigna più e non lotta per un paese migliore e un futuro da ricostruire.
Assente è la speranza di trovare una luce, uno spiraglio di novità e di rivoluzione.
Assente son le Istituzioni che no nvivono tra noi e non riescono a vedere e ne a percepire i bisogni della città ed infine Assente è il FUTURO che sembra avere preso un altra strada lontana dal nostro piccolo paesino.
Però penso che a questo punto ci troviamo davanti ad un bivio e mai come adesso dobbiamo scegliere, salviamo Anagni per donarla un domani ai nostri figli o lasciamo che tutto muoia e restiamo a guardare?
Verissimo che i giovani vanno via e no npossiamo dargli torto ma mi chiedo se si offrisse loro un alternativa e magari si chieda loro di partecipare al futuro di questa città e di renderla moderna, nuova e rivoluzionaria nelle idee e nella cultura.
Se insieme a loro cerchiamo di creare una città nuova, attenta alle nuove tecnologie, che rispetti l'ambiente, che si regoli e diventi eco/compatibile e che dia importanza alla cultura civica e spazio ai giovani e che magari chieda partecipazione per risolvere i problemi e riscrivere una nuova civiltà Anagnina.
Ecco se si provasse a fare tutto questo forse qualcosa ancora si potrebbe salvare e magari altre cose si potrebbero ricostruire.
Lauretti Nico VitamineK ....l'Assenza è Colpa.

Anonimo ha detto...

e meno male che siste Colleferro con i suoi parchi. i suoi cinema, i suoi supermercati superattrezzati, il suo mercato del martedi che è pieno pieno di tutto , il suo mercato rionale coperto etc.......e adesdso anche l'Ovs son solo 12 km e li faccio molto molto volentieri e non dimentichiamo gli abitanti e i commercianti che non solo sono educati non ti danno del tu , non parlano in dialetto e si capiscono ............altro ? ah si anche artena etc.... ma come mai ?

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
anagni e' zozza,come [...].........

03 luglio 2012 15:31


concordo pienamente con lei !!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

E per gli anziani ? quando andai al Centro Anziani per chiedere dove era la palestra indicata da loro per la ginnastica un signore mi disse : ma sono anziani ............la ginb
nnastica ? certo lo so che venendo di Roma non avrei mai trovato l'organizzazione che c'era li nel mio quartiere Eur però Dio mio un minimo di soocial.............

Anonimo ha detto...

"Però bisogna pure essere chiari. Tutto questo è accaduto per motivi precisi. Basta carezze. Occorre dirlo chiaro e tondo. Che questo territorio si trova in queste condizioni per colpa di una classe politica complessivamente imbarazzante. E, nello specifico, per colpa delle politiche destre. Che hanno letteralmente smantellato quel poco che s'era riusciti a costruire in decenni di faticoso lavoro."
Caro professore sono indubbie le responsabilità dei destri, ma devo dire, quando sono arrivato ad Anagni c'erano i sinistri e mi sembra di ricordare che i cinema, ad esempio, hanno chiuso proprio con loro e, la viabilità, faceva già pena ecc.
Ribadisco il problema, praticamente nazionale, è culturale e sociologico. Nella maggior parte dei paesi italiani non si è amministrato secondo la regola del "buon padre di famiglia" (regola prevista persino dal codice civile!) ma si è pensato che l'Italia fosse il paese del Bengodi per sempre. Ahimè non era così!

Anonimo ha detto...

E' tutto vero, abbiamo attualmente una classe politica imbarazzante ma non dimentichiamo che abbiamo avuto anche nel passato classi politiche che hanno puntato sulla roulette un solo numero ed un solo colore: gli insediamenti industriali massicci.

Non si è mai tentato invece di sfruttare un minimo quelle che erano invece le vocazioni naturali del territorio: turismo, agricoltura moderna (cfr: Umbria, Toscana, Marche).

Si è andati sulla via della "capannonizzazione" selvaggia del territorio ed ora che le condizioni mondiali portano via la manifattura dall'Italia, ci troviamo che le aziende si svuotano, ed il territorio lo abbiamo violentato e non ci sono a breve le condizioni per una riconversione del motore economico dell'area.

Non mi pare che a breve si possa risolvere la questione, risuscitare la Videocolor la vedo difficile quando le stesse cose, a qualità anche maggiore le fanno i cinesi, gli indiani ad un terzo del costo e sono facile profeta se prevedo che l'emorragia riguarderà altri comparti industriali dove produrre con il costo del lavoro italiano, con i costi dell'energia italiani, con i 100.000 impedimenti sindacali, burocratici, amministrativi scoraggerebbero chiunque dal mettere un euro in attività in Italia.

Prepariamoci a tempi duri ma del resto forse è l'occasione buona per prendere coscienza che così non si può continuare. Forse qualcuno si metterà in testa che per avanzare, a volte è necessario fare qualche passo indietro, tutti.

Anonimo ha detto...

"
Prepariamoci a tempi duri ma del resto forse è l'occasione buona per prendere coscienza che così non si può continuare. Forse qualcuno si metterà in testa che per avanzare, a volte è necessario fare qualche passo indietro, tutti.

04 luglio 2012 10:38

"

Concordo pienamente e magari cominciare a levarsi di dosso una delle principali caratteristiche locali l'arroganza dell'ignoranza tanto per cominciare, e magari anche il pensare che siamo cosi fighi che riusciamo a prendere in giro tutti , ma non tutti vengono dalla montagna del sapone ..........etc.... etc...

Affrontare i tempi duri con umiltà e darsi da fare per aiutare non sarebbe così male ma l'anagnino ne sarà in grado ?

Anonimo ha detto...

Io comunque sono anche convinta che non tutte le carenze siano colpa della politica il problema che sicuramente affligge che è socio culturale questo si meno male non affligge tutti i paesi europei, localmente (zona anagni) è concentrato a livelli assurdi comunque e questo sicuramente spaventa chiunque e chi si trasferisce da queste parti o non lo fa o lo fa per necessità economiche .........

Per esempio visto che qui tutti sono contadini e hanno l'orto o roba del genere perchè non creare un consorzio con prodotti locali frutta e verdura magari vendendo a prezzi umani e non sempre cercando di fregare il prossimo (uso quotidiano dell'anagnino) guardate velletri per esempio esiste la coldiretti da anni.......

Anonimo ha detto...

E' triste ma credo che i ragazzi se ne andranno tutti e Anagni diventerà uno dei tanti paesi della provincia con 400/500 abitanti residenti.

03 luglio 2012 15:48



Speriamo che nella tristezza restino quelli con un pò di educazione.........

Anonimo ha detto...

Ho letto i commenti e molte persone hanno detto che si spostano verso altre zone limitrofe per fare acquisti, far divertire i propri figli ecc...Tutto questo mi fa indignare perchè questa città è sempre stata molto invidiata da tutti e ora la stiamo lasciando morire preferendo uscire da qui piuttosto che sbattere i pugni e cercare di risollevare le sorti di Anagni magari contribuendo ognuno nel suo piccolo. Mi fa rabbia pensare che il futuro dei miei figli non sia qui dove sono cresciuta e dove ho dei ricordi bellissimi. Mi fa rabbia pensare che ci sono persone che dicono di "amare"questa città e che sinceramente questo amore è solamente una farsa.Quando si ama veramente una cosa o una persona si cerca il bene di essa non li si lascia morire come si sta facendo.Mi auguro solo una cosa che le persone che hanno votato certi politici si sveglino dal torpore in cui sono cadute e che si rendano conto una volta per tutte che il bene di queste città non deve più essere merce di scambio.Stefania VITAMINEK"l'assenza è colpa"

Anonimo ha detto...

Invidiata? Per quale aspetto? Per acquistare un paio di scarpe o un vestito al doppio di quanto lo si paga a 10 minuti di macchina? Per i trasporti pubblici mai esistiti?
Capisco i ricordi di giovinezza....ma per un adulto qui c'è poco da invidiare!
Per quanto riguarda "Speriamo che nella tristezza restino quelli con un pò di educazione", cosa se ne faranno gli educati di un paese morto?
mah.....

Anonimo ha detto...

L'educazione è alla base della civiltà........

Anonimo ha detto...

anonimi... come è vero che le potenzialità di Anagni non sono mai state turisticamente sfruttate al 100% anche dalle vecchie amministrazioni, è pur vero che il degrado di adesso NON c'è MAI STATO... prima di certe 'imbarazzanti' situazioni, Anagni era PULITA, era FREQUENTATA da molti ragazzi anche dalle zone limitrofe (ho avuto molti amici di Piglio, Paliano, Acuto ecc.), INVIDIATA per le strutture scolastiche ora fatiscenti... dice bene chi afferma che qui a livello socio/culturale c'è MOLTO da fare, visto che molti cittadini non vedono e coloro che vedono si lamentano ma poi non si danno da fare... mi auguro allora che voi anonimi che vedete quello che scrivete amando davvero questa città, prendiate il coraggio di uscire allo scoperto per contribuire a tirarla di nuovo su... è molto facile, anche se avete ragione, a dire per poi non fare... siete in tanti, possiamo unirci e tutti insieme far ritrovare un decoro ad Anagni e ai suoi cittadini, in particolare a chi ama davvero questa perla di città.. ciascuno di noi, nel suo piccolo, può contribuire e MOLTO, l'importante è crederci non solo sperare e, di conseguenza, delegare... ISA VTK

Anonimo ha detto...

Meglio un paese morto con persone educate che un paese vivo pieno di maleducati che è la media locale, mi dispiace ma questa volta l'anonimo ha proprio ragione !!! ah ne vedo un altro che dice che qui esiste l'arroganza dell'ignoranza ha proprio ragione !!!!!

Anonimo ha detto...

Hai ragione anonimo quando dici che qui per un adulto c'è poco da invidiare, ma se tutti ce ne freghiamo questo paese che già è mal ridotto tra qualche tempo non esisterà più e allora che facciamo? Invece di piangerci addosso cerchiamo una soluzione, cerchiamo di aprire bene gli occhi e vedere a chi sta veramente a cuore questo paese destra o sinistra che sia, cerchiamo di non fare come al solito che ci vendiamo per qualche spicciolo, non incrociamo le braccia e faccimo solo da spettatori lamentandoci poi dietro le spalle, abbiamo il coraggio di gridare la nostra delusione, rabbia amarezza verso le persone che fino ad ora ci hanno governate, anche perchè se siamo arrivati a questo punto una parte di colpa ce l'abbiamo anche noi avendo fatto la scelta sbagliata.Quindi alle prossime elezioni cerchiamo di vedere bene chi veramente ci tiene al nostro paese con i fatti e non con le parole o false promesse. Stefania VITAMINEK

Anonimo ha detto...

Cara Stefania, io non nutrirei tutto questo ottimismo della volontà nelle votazioni ad Anagni, perchè il pessimismo della ragione mi obbliga a prevedere il solito sfacelo elettorale (basta vedere le elezioni a Frosinone!).
Ed è sbagliato dire "tutti ce ne freghiamo" in quanto come si legge nel blog non è così. E' la maggioranza che se ne frega e in democrazia conta solo questa....Quindi ben vengano appelli e litanie elettorali, avendo ben presente cosa succede poi nell'urna.....

Mauro Meazza ha detto...

Il pessimismo della ragione è la depressione di chi ha lo sguardo sempre rivolto al passato. Perchè esso si basa su ciò che è stato. Ma nulla può dirci su quello che sarà. E, se l'uomo fosse stato creato per rimanere fermo sempre sulla stessa mattonella, staremmo ancora alla guerra con gli ossi delle famosissime scimmie di «Odissea nello spazio».

Invece. E per fortuna. I grandi dei ci hanno dato la possibilità di sognare. Di sperare. Di progettare. Mai come in questo caso, direi,il destino è nelle nostre mani. E' una grande responsabilità.

Ma, come dicevano i fascisti d'un tempo, boia chi molla. Ecco. Noialtri non molleremo. Continueremo a costruire una realtà migliore.

[Ave]

Anonimo ha detto...

Quando vedrò i prossimi risultati elettorali ad Anagni sarò pronto a sposare l' "ottimismo della volontà".
Interessante il parallelo con le scimmie di Kubrick, che nel film ci mostra il fallimento dei progressi dell'uomo (il viaggio verso Giove trasformato in tragedia da HAL. Un altro pessimista!!

Anonimo ha detto...

Persone che potrebbero cambiare questa città ci sono, ed è questo che mi ha convinto a restare in questa città. Una di queste è ISA che anche se non conosco è una persona che mi ispira fiducia,e prima o poi come dice lei bisogna venire allo scoperto e mettersi in gioco , ed allora perchè non organizzare un incontro,per conoscersi e confrontarsi, e dare vita a qualcosa che possa cambiare in meglio questa città? BIMBO IGNORANTE

Anonimo ha detto...

Prima che la maggioranza degli anagnini diventi recettiva a certi messaggi, la vedo lunga.

Certi atteggiamenti muscolari, fascistoidi, sembrano aver più presa sulla tipologia ragazzotto fashion anagnino tutto [...], lampade, macchine vistose e che purtroppo quando vota conta 1 nonostante l'evidente [...].

Mauro Meazza ha detto...

Carissimo BIMBO IGNORANTE...

...noi VitamineK sono già due anni che stiamo provando a darci da fare. Questo blog ne ha raccolto e rilanciato lo spirito. Il gruppo FaceBook è attivo e vegeto, ed è sufficiente iscriversi per partecipare alle discussioni ed alle provocazioni delle idee.

Siamo sempre stati. Continuiamo ad essere. E saremo apertissimi. Verso tutti coloro che hanno voglia di provarci. Che non vogliono stare zitti. Che non hanno alcuna intenzione di arrendersi.

Puoi contattare il sottoscritto via mail. Oppure puoi contattare uno dei fondatori del gruppo FB, attraverso un messaggio privato. Insomma. Se hai intenzione di darti da fare, noi siamo il meglio che ti possa capitare... [vabbè, perdonerete un po' di sana pubblicità, no?].

Noi ci siamo. E stiamo qui. Tu dove stai?

[Ave]

Anonimo ha detto...

Eccomi qui pronto ad intervenire anche se pensandoci bene avete detto già tutto voi e non mi sembra giusto ripetermi allora prenderò un altra strada.
Vi chiedo ufficialmente, da parte del gruppo VitamineK, di partecipare attivamente al cambiamento di questa città.
Ho notato dai vostri commenti che non siamo gli unici ad avere gli occhi aperti e devo dire che sono molto felice di questa cosa allora mi chiedo e VI CHIEDO, pensate quante cose si potrebbero fare se ognuno di noi ci mettesse del suo, se tutti uniti lavorassimo per un Anagni migliore unendo le nostre idee, le nostre passioni e magari condividendo i nostri problemi e trovare insieme la soluzione e perché no provare a risolvere anche quelli della città.
Contattateci, date voce alle vostre speranze e cerchiamo di dare un futuro alla città e ai nostri figli.
Noi siamo aperti a tutti, potete unirvi a noi, potete raccontarci le vostri problemi e le vostre speranze e potremmo dare voce a tutto ciò o magari voi stessi potreste darvi VOCE sapendo che al vostro fianco c'è un gruppo di persone pronte ad aiutarvi e sostenervi.
Cercateci su Facebook come Gruppo ( VitamineK ), contattateci qui sul blog o potete contattarmi in mail a nicolauretti@gmail.com
Vi apsettiamo e ricordate che....l'Assenza è Colpa.
NiK VitamineK

Anonimo ha detto...

La pubblicità è l'anima del commercio !! :-) cmq ritornando alle iniziative e non solo e sempre alla politica ripeto le iniziative del Comune ? per il grande caldo dico esiste un iniziativa per l'acqua gratis dico la ricevono in tanti a Roma ! esiste un iniziativa tipo Pronto nonno ? e guardate le iniziative della ASL RM3 vabeh certo siamo ad Anagni ma cmq invece di battersi sempre sul colore da votare si può pensare anche alle inziative per gli anziani no ? c'è ne sono tanti e soli come me ? sono una anomalia in questo posto che alla mia età uso il pc in continuazione ? devo stare seduta davanti alla porta di casa per farmi vedere ? vado avanti ?
ANZIANA IGNORANTE

Anonimo ha detto...

"
Una decina di anni fa a mia moglie che protestava sulla situazione del "parco", l'amministratore preposto rispondeva così "signò non ce l'hai la vigna pe porta a giocà i bambini?"
""

Per me questa è la tipica mentalità locale e cosa potete fare per cambiarla ?

Anonimo ha detto...

Io farei volentieri parte del Vostro gruppo ma non sono una bambina anzi ............mi ritengo fortunata per avere la salute e la voglia di vivere e la testa che mi funziona benissimo ma ho avuto talmente tante angherie dal vicinato per le mie idee ultramoderne che mi sono dovuta recare dai Carabinieri per rimetterli al loro posto per questo mantengo l'anonimato

Anonimo ha detto...

@ BIMBO IGNORANTE... contattando Mauro possiamo organizzare un incontro quando vuoi... leggo anche io con molto interesse i tuoi commenti e, chiaramente, ne approvo il contenuto... aspetto tue notizie... buon week end!!! ISA

Anonimo ha detto...

Come al solito l'anziano viene ignorato specialmente qui (NON IL BLOG), non si ammette che l'anziano possa essere diverso, intelligente, e in grado di usare tecnologie moderne, infatti altra prova ..........ANZIANA IGNORANTE

Anonimo ha detto...

cara anziana ignorante noi accogliamo chiunque abbia voglia di migliorare il nostro paese sia giovane o anziano anzi forse le persone non più giovani ci possono consigliare meglio in quanto più esperte. Quindi se vuole far parte del nostro gruppo ne siamo lieti Stefania VITAMINEK

Anonimo ha detto...

Il problema è che non sono di qua ho quindi idee completamente diverse metodi tecnologici moderni una visione del mondo diversa sarò utile in questo ? ANZIANA IGNORANTE

Anonimo ha detto...

Utile!!!! Sei una di noi visto che, si noi siamo di qui, ma abbiamo idee completamente diverse e rivoluzionarie , metodi nuovi e partecipativi e mente aperta a nuove contaminazioni.
Nik

Anonimo ha detto...

ok, noi vtk abbiamo voglia di migliorare le cose... chiunque di questo avviso, pur se ultramoderno e tecnologico, nonostante l'età, se come noi ne ha voglia, venga ad aiutarci a migliorare. ISA

Anonimo ha detto...

Vabbè, tutto molto bello, ma li vogliamo cambiare questi amministratori [...], invece di beccarci su chie è + o - tenologico?

Anonimo ha detto...

Non mi pare che ci stimao beccando anzi ci stiamo accarezzando....un tipo di corteggiamento come si fà in natura.
Poi mi sembra che questi amministratori [...]
per cambiarli, poi, serve anche il vostro aiuto no?
Nik

Anonimo ha detto...

Il corteggiamento è molto apprezzato da una donna anche se non più bambina ma ancora ammirata comunque ci penserò su perchè vi debbo dire sinceramente che non è che mi fidi molto degli Anagnini ma non voglio fare di tutta l'erba un fascio e questo post ne è un esempio:

""
Anonimo ha detto...
Vabbè, tutto molto bello, ma li vogliamo cambiare questi amministratori [...], invece di beccarci su chie è + o - tenologico?

12 luglio 2012 17:46

""

Caro Anagnino ANonimo l'educazione .......... manca tanto qua, in 4 anni di vita qui ne ho conosciute 3 di numero di persone educate......poche vero ?

Ottima risposta Nik !!!!

Anziana Ignorante

Anonimo ha detto...

ah oggi è il 14 lugglio per me è festa a presto Anziana Ignorante

Posta un commento

Abbonati!