giovedì 29 novembre 2012

Ospedale. L'assenza è colpa

L'ASSENZA E' COLPA

Per anni questo territorio è stato stuprato da interessi economici e politici estranei a quelli della collettività.

E' stato deciso che la nostra terra doveva essere sacrificata nel nome di una politica fallimentare, che ha trascinato il nostro territorio verso una misera fine, cancellando ogni prospettiva di futuro e di sviluppo sostenibile.

Ci hanno tolto il lavoro, inquinato i terreni, distrutto l'istruzione. Ci hanno rubato il futuro.

Questo paese, questo territorio un futuro non ce l'ha più e, con lui, tutti noi, visto che il nostro diritto è stato calpestato. Tutti noi siamo stati schiaffeggiati da false promesse ed inutili progetti mai realizzati.

Dopo che la nostra storia è stata riscritta in poco più di un decennio, i falsi profeti della politica hanno deciso che per far rientrare la Regione Lazio dai propri debiti si devono chiudere gli Ospedali, tra cui il nostro.

Il comitato "Salviamo l'Ospedale" ha in corso un procedimento penale contro il decreto Polverini, ed il Consiglio di Stato si è espresso con una decisione di sospensiva nei confronti di tale decreto. Ma tutto ciò non ha fermato il mostro distruttivo messo in moto dalla giunta di centrodestra, firmato ed approvato dal duo Polverini-Fiorito. Per questo il nostro Ospedale si avvia verso una chiusura definitiva.

Noi VitamineK invitiamo tutti i cittadini di Anagni a partecipare alla mobilitazione generale del 30 Novembre per urlare il nostro dissenso a tale decisione e per pretendere che ci sia restituita la dignità.

Anagni ha bisogno della nostra partecipazione e della nostra voce per urlare in faccia a questi politici il nostro BASTA!!!
 
Ora Siamo Svegli e Tutto Sarà Diverso.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Non so chi abbia scelto il giorno, ma non si è reso conto che è di venerdì e in questo momento con tutta la buona volontà di partecipare per alcuni e spero non siano molti è impossibile assentarti dal lavoro.
In dipendente chiedere le ferie magari quando si lavora ( già miracolo)è impossibile.
L'imprenditore il 30 del mese deve pagare ( già un miracolo).
Speriamo comunque sia un miracolo di partecipazione.

Mauro Meazza ha detto...

La scelta del giorno é stato parto complesso. Per non parlare dell'idea della manifestazione. Non tutti furono d'accordo in tempi non sospetti. Ovverosia quando ci sarebbe stato tempo per organizzarla con piú calma. Ci furono disaccordi eccellenti, sui quali ci sará tempo e modo di riflettere.

Comunque, tanto per dire. Sebbene il tempo deponga a nostro sfavore. Io ho scelto di chiedere un giorno di ferie. Perché l'ospedale é valore assoluto.

SALVIAMO L'OSPEDALE DI ANAGNI. Insieme.

[Ave]

Anonimo ha detto...

La storia ci insegna che,quando e' necessario protestare per delle giuste e sane ragioni non esistono paletti,non ci sono ostacoli che possano bloccare una manifestazione cosi' importante e cosi' determinata.Dimostrare pacificamente e' la ragione piu' nobile che le masse hanno per far valere il prorio oscuro futuro.

Anonimo ha detto...

Io ho preso un giorno di ferie...( sono gia sotto con le ferie...e di molto) ma oggi ho partecipato......
Nik VitK

antonella ha detto...

Con tutto il rispetto per chi ha organizzato e per chi ha partecipato.Tutto questo si doveva organizzare anni fa ,prima che la situazione precipitasse.Altra cosa da fare era NON votare questa giunta cittadina ,quella provinciale e,men che meno quella regionale.

Anonimo ha detto...

In realtà ne sono state fatte almeno altre 3 la prima piu' di un anno fa' ma eravamo qualche decina di persone.. Tutti storsero il naso....noi come oggi eravamo presenti....
VitamineK

Anonimo ha detto...

Io ho preso un giorno di ferie...( sono gia sotto con le ferie...e di molto) ma oggi ho partecipato......
Nik VitK


Io c'ero con tutti i miei 67 anni ...........non ho dovuto prendere ferie , cavolo io ho lavorato fino al 2003 e non sono mai stata sotto con le ferie anzi :-( forse i tempi sono cambiati......Anziana Ignorante .

Posta un commento

Abbonati!