venerdì 7 dicembre 2012

L'avvocato Dal Pozzo respinge le affermazioni della Regione Lazio

COMUNICATO STAMPA DEL GIORNO 6.12.2012

In relazione alla precisazione diffusa dalla Regione Lazio di smentita sul fatto che la richiesta di rinvio dell'udienza di merito al TAR del Lazio del 4 dicembre u.s. sia stata fatta dall'avvocato della Regione Lazio, attribuendo invece la colpa al legale del Comitato Salviamo l’Ospedale di Anagni, si precisa quanto segue. 

Quanto riferito nella comunicazione della Regione Lazio è da respingere perché destituito di ogni fondamento. In particolare rispetto all’affermazione della Regione che il rinvio «è stato determinato da una violazione del codice del processo amministrativo operata dal difensore del comitato ricorrente il quale, in spregio alle norme procedurali indicate, ha notificato un nuovo ricorso per motivi aggiunti non rispettando i termini a difesa previsti dal Cpa», l’Avv. Simone Dal Pozzo rileva che «se i termini non c'erano è solo perche' abbiamo dovuto impugnare quando l'udienza del 4.12.12 era stata gia' fissata e non potevamo certo noi stabilire una data diversa. Parlare di violazione del codice e' francamente ridicolo ed anche scorretto. Posso solo dire che si e' certamente trattato di un fatto tecnico, ma non di un errore o di una violazione del codice. L'ultimo atto della ASL e' stato impugnato appena possibile e l'udienza del 4 era gia' fissata. Non e' colpa nostra se nelle ultime settimane ci siamo visti costretti a rincorrere con ripetuti ricorsi le decisioni della ASL che per noi continuano ad essere ingiustificate.»

IL COMITATO SALVIAMO L’OSPEDALE DI ANAGNI

0 commenti:

Posta un commento

Abbonati!