lunedì 28 gennaio 2013

La politica del silenzio



C'era una volta, ad Anagni, un partito che riscuoteva molte delle mie simpatie. All'epoca delle precedenti elezioni comunali ci furono contatti estremamente ravvicinati. E si parlò, in modo assai strutturato, del partito locale. Che all'epoca ancora non c'era. Al di là delle simpatie, però, vivevo una situazione personale che mi trattenne dal compiere scelte impegnative. Rimasi a fare lo (pseudo) giornalista, nel blog.

L'Italia dei Valori, invece, abbiamo visto tutti che fine ha fatto. A livello nazionale una pesante serie di polemiche e scandali ha provocato contraccolpi durissimi. La conseguenza s'è materializzata in una successione di scissioni ed allontanamenti dolorosissimi, che hanno fortemente ridimensionato l'outlook (per usare il linguaggio delle agenzie di rating economico) del partito. Che, da positivo, è bruscamente passato a pesantemente negativo.

A livello locale invece la situazione, se possibile, è stata ancora peggiore. Perchè il partito è stato dato in gestione a personaggi che, a parte l'ingombrante borbottio polemico in piazza, durante i consigli comunali oppure su Facebook, non ha saputo mostrare la benchè minima capacità d'iniziativa politica.

Fin dall'inizio della loro avventura, infatti, i rappresentanti locali dell'IdV sono stati bravissimi nel mettersi in luce esclusivamente per la loro capacità di isolarsi polemicamente da qualsiasi altra formazione politica e civica. Sia essa partito, associazione o gruppo. Tanto di destra quanto di sinistra.

Una specie di pre-grillismo locale, insomma. Ma che, dal grillismo ufficiale, ha ripreso la capacità di bisticciare con tutti e tutto. E di disprezzare qualsiasi idea, proposta, prospettiva o progetto politico alternativo. A questo proposito è nota e tristissima la vicenda che, già a suo tempo, ebbe come protagonisti proprio noi VitamineK. Fin dalla nascita del partito IdV qui ad Anagni, i rapporti furono molto cordiali ed amichevoli. Addirittura era stato proposto di collaborare per una serie di iniziative che si sarebbero dovute realizzare nel tempo. Sembrava poter essere grande amore. Ed invece. Tutto cambiò quando noi VitK rispondemmo «No, grazie» alle profferte di iscriverci giunteci da alcuni emissari IdV. Cosicchè da quel momento, da quando cioè compresero loro che noi saremmo rimasti comunque autonomi ed indipendenti, e comprendemmo noialtri che la loro amicizia politica era evidentemente solo strumentale, il taglio fu netto ed assoluto.

Così come fu netto ed assoluto il risentimento per il mancato assorbimento, che evidentemente ritenevano già compiuto nei fatti, e che invece non aveva mai minimamente sfiorato le VitK. Risentimento politico che prese la strada di una contrapposizione durissima a SEL, basata anche sull'evidenza di una simpatia reciproca tra il gruppo civico VitamineK ed il partito di Roberto Cicconi. Il quale, detto per inciso, non ha mai ritenuto di doversi offendere di fronte alla stessa, identica esigenza indipendentista che noi VitK gli abbiamo confermato. Ma con il quale continuiamo ad avere rapporti di amicizia e di stima reciproca che vanno al di là delle eventuali convergenze politiche.

In compenso a tutto ciò, per quanto riguarda proprio le iniziative politiche, l'IdV anagnino è stato in grado di mettersi in evidenza per una stratosferica incapacità di movimento. La città ha infatti visto e metabolizzato molto bene che, per quasi tutte le battaglie civiche e politiche sostenute dalle associazioni, l'unica presenza IdV registrata è stata quella della ex consigliera regionale Tedeschi. Il gruppo locale, invece, con particolare riferimento ai due responsabili principali, s'è distinto solo per le assenze.

Si giunge, così, ai giorni nostri. Al termine di una parabola deprimente che rischia di far scomparire definitivamente il partito dai nostri cieli. Cos'è accaduto? Che uno dei responsabili locali dell'IdV, evidentemente in difficoltà nell'escogitare un'azione politica di una qualche utilità per la città, ha postato su FB l'ennesimo, sprezzante, commento. Affermando che, in sostanza, l'ipotesi che Roberto Cicconi, di SEL, sia votato anche da una parte delle destre locali, sarebbe sufficiente per ipotizzare un suo diretto coinvolgimento nel sistema Fiorito, che tanto discredito ha portato alla città.

L'affermazione, che qualifica esattamente lo spessore di chi l'ha pensata, e sulla quale non sarebbe stato il caso di spendere neanche una virgola, è diventata più interessante, per noi VitamineK, perchè il soggetto ci cita esplicitamente. Chiedendoci se noi siamo a conoscenza di ciò. Ossia di questa strisciante ed inquietante ipotesi da lui partorita. Inoltre trova anche il modo di qualificarci «...falsi moralisti dalla predica facile...».

E' dunque per rispondere alla creatura che son stato costretto a sprecare dieci minuti del mio tempo. Dieci minuti davvero buttati dalla finestra, perchè concedere a certi personaggi un po' di attenzione significa prolungarne l'agonia politica. Illuderli che possa essere fermato il loro inesorabile tracollo verso l'estinzione. Ma il processo, va da sè, è ineluttabile. Perchè essi fanno parte di quella classe politica che se ne andrà in silenzio. Proprio come nel silenzio (rigorosamente e profondamente polemico, naturalmente) s'è svolta la loro azione politica.

Mi pento e mi dolgo con tutto il cuore di aver, per un breve momento, offerto il mio entusisamo e la mia rivoluzione civica e responsabile a simili personaggi. Ma il tempo è ampiamente galantuomo, e per fortuna la vastità di un tale nulla è emersa in tempo utile per poter valutare, appropriatamente, il prossimo voto comunale, quando sarà.

La mia risposta, dunque. Ebbene. E' la stessa che diede Marvin. Il famoso, meraviglioso androide depresso protagonista di un celeberrimo romanzo di fantascienza. Quando gli chiesero la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l'universo e tutto quanto. E' l'unica risposta degna di senso che può, a ben ragione, soddisfare una domanda insensata.

E che mi consente di recuperare questi dieci minuti con una risata davvero rigenerante.

[Ave]

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Non posso che darti ragione, condivido pienamente tutto l'articolo.

Come Anagnino non posso che essere demoralizzato e deluso sia dai personaggi politici sia dei rispettivi schieramenti.

Chi non ha fatto altro che "affossare" sempre di più questa città da tutti i punti di vista, dalla cultura ai servizi passando presenza stessa sul territorio, chi non ha fatto altro che starsene lì a guardare, perché alzare la voce, ma non fare materialmente niente, per me significa "stare a guardare".

Insomma, sono veramente addolorato per questa città che merita ben altra considerazione.

Massimiliano A.

Anonimo ha detto...

Penso sia inutile dire che condivido in pieno tutto il post di Mauro e che oltre ne condivido il sentimento perché le cose sono andate precisamente come descritte e devo dire che stanno andando anche peggio visto il modo assai scorretto di nominarci in post ( Facebbook) senza neppure domandarsi se sia giusto o meno nominare delle persone o dei gruppi senza nemmeno saperne il pensiero.
Noi VitamineK abbiamo scelto di condividere ed appoggiare la candidatura di Roberto Cicconi perché ne conosciamo la serietà e l'onestà e non dobbiamo per questo rendere spiegazioni a nessuno.
Roberto è una brava persona e non merita attacchi disonesti e subdoli, noi VITAMINEK rinnoviamo la piena fiducia ed appoggio a ROBERTO CICCONI candidato alla Regione Lazio con SEL per Zingaretti Presidente.
Lauretti Nico VitamineK

Anonimo ha detto...

ma lei non era colui che in tempi non sospetti parlava con il provinciale in attesa che le venisse assegnata una poltrona?e cosa ancor piu' grave, che lo faceva mentre avava in tasca la tessera del pd? e poi invece di fare critiche ad altre persone sul loro operato perche' non dice quale sia stato il suo contributo alla ns citta'?Bene a queste domande lei non potra' rispondere visto che fa' solo chiacchiere..........la cosa che dovrebbe far rifletere a coloro che ancora le danno importanza e' che avendo il posto statale si permette di fare discorsi di moralita' su problematiche come videocolor e ospedale e sulle persone sapendo che ha lo stipendio di fine mese sicuro..a differenza di persone che probabilmente lo stipendio non lo percepiranno piu'............come ha ben detto speriamo che il tempo cancelli le sue manie di onnipotenza dando spazio a persone che realmente si spendono per il bene della propria comunita'.....e quando si propone alle persone si presenti come politico visto che ha la tessera del pd......e come tale anche lei ha dato il suo contributo al declino della citta' visto che provvede solo a fare critiche agli altri senza spendere un solo minuto alla risoluzione di tutti i problemi che ci sono da risolvere.....ah....il suo stipendio lo dia alle persone della videcon che lei ha tanto predicato .....almeno avremo una famiglia in meno da sfamare....e quando fa' le sue riunioni con le liste civiche dica chiaramente con chi e' schierato.....tanto alla fine capiranno quale e' il suo giochetto.Chiudo come lei...ho sprecato il mio tempo per parlare con persone che fanno solo i profeti e tirano di nascosto le sorti della collettivita'....vada a spiegare come mai un apolitico come lei si trova a fare riunioni nelle segreterie dei partiti per poi predicare nei blog ........cosa le hanno promesso in cambio della sua arte da buon moralista...........chi leggera' capira' che lei e' solo verba volant........ave.

Mauro Meazza ha detto...

E sia. Com'era facile prevedere, chi non ha proprio nulla da dire, alla fine, per rabbia impotente, se la prende perfino col colore dei tuoi calzini.

Visto che l'anonimo ha la bontà di fare affermazioni sotto forma di domanda, avrò la compiacenza di rispondere. E la risposta è NO, non sono io. Sta sbagliando persona.

E naturalmente non ho e non ho mai avuto la tessera del PD. E non ho mai parlato con nessun provinciale di nessuna poltrona. Tranne forse di una che avevo visto all'Ikea, e che in effetti mi tentava molto.

Mi fa piacere sapere anche che, finalmente, abbiamo la risposta a tutti i silenzi. A tutta l'indifferenza che il paese ha dimostrato per le battaglie civili più importanti messe in atto dalla città. Ebbene. L'anonimo ci dice che è una questione di stipendio. Chi ce l'ha "sicuro", non ha diritto di parlare. Neanche dell'ospedale. Evidentemente molti hanno seguito questo precetto. Anche tra coloro che lo stipendio non ce l'hanno sicuro.

E l'hanno seguito anche molti di coloro che fanno e disfano partiti. I quali probabilmente si comporteranno come sta facendo il signor Monti in questi tempi. Promettono che faranno proprio ciò che hanno avuto la possibilità di fare, ma non hanno fatto.

Infine. Se mi viene a dire che ho dato il mio contributo al declino della città rischia che, per davvero, mi monti la testa. Perchè mi onora di un ruolo che è conteso da molti, in questo paese. Molti che hanno potuto scegliere e far scegliere. Decidere e far decidere.

Se, da questo blog, ho avuto davvero un potere simile, ahò... allora sò proprio forte!

[Ave]

Anonimo ha detto...

E bla bla bla bla. Eppoi bla bla bla. Ed infine bla bla ed anche bla.

A professò, è anche per gli sputasentenze inconcludenti come te che berlusca recupera 1% a settimana.

Continuiamo così, facciamoci del male!

Anonimo ha detto...

Caro professore, ma perchè continua a pubblicare certe sciocchezze anonime? io sono rimasta senza parole, e questi sarebbero l'alternativa? ha detto bene, meno male che faccio ancora in tempo per il prossimo voto.

Anonimo ha detto...

a proposito di sapere, ma il partito lo sa che cosa combinano questi di anagni?

Sebastiano Salis ha detto...

post esemplare, come sempre. E soprattutto in ottimo italiano. Quello a cui certi personaggi, ogni volta che provano a scrivere i loro deliri, cantano il de profundis. Un buona sostanza assolve una cattiva forma. Su una sostanza esecrabile presentata in forma orripilante è bene mantenere un pietoso silenzio, cosa di cui comunque si fanno vanto ;-)
Sebastiano Salis

Anonimo ha detto...

Prof. Ringrazio lei e Nico per la difesa dell'integrità del nome di Roberto e del cognome che portiamo. Non capisco davvero l'acredine di certe persone; per un po' me lo sono domandato, poi c'ho rinunciato. Per questo ormai cerco davvero di ignorare questo tipo di manifestazioni. Ognuno ha le proprie ragioni. E qualcuno le sue, diciamo, "stranezze". Quello che mi rassicura è che la democrazia, sebbene imperfetta, difficilmente lascia spazio a questi personaggi " aerei". Difficile da credere, come un peto assestato da una bellissima donna.

Cordialmente,

Giorgio Cicconi

Anonimo ha detto...

VitamineK per l'onesta' e la serieta di un caro amico Come Roberto Cicconi.
Lauretti Nico

Anonimo ha detto...

facciamo-CI del male? ma come? prima a sputare fango su tutti a isolarsi da tutti e poi quando il prof li smaschera si appellano a una coalizione? avevo una mezza intenzione, ma con questi la rivoluzione è tutto tranne che civile

Anonimo ha detto...

ma che vergogna, ma che c'entra la videocon? ce lo vogliono dare loro lo stipendio? sarebbe questa la campagna elettorale per le elezioni? allora ha ragione bersani, è proprio un voto inutile.

Posta un commento

Abbonati!