venerdì 22 marzo 2013

Anagni. Lettera aperta a Zingaretti



Ciao Nicola,

Sono Peppe Russo, sono un dirigente del PD di Anagni/Gotham City, la città del Batman. Nonostante i rapporti già consolidati con il nostro circolo e con in nostri rappresentanti locali, voglio rispondere anche a titolo personale, come cittadino al tuo appello pubblico a condividere con te delle riflessioni per crescere insieme durante questa avventura appena iniziata nel Lazio.

Apprendo della formazione della Tua Giunta e mi congratulo con te e ti faccio tutti i miei auguri. E' un segnale di novità forte che hai voluto dare al Lazio e alla politica tutta. Mi pare però di aver notato che, anche questa volta, non è presente nessun personaggio del nostro territorio della Provincia di Frosinone. Sarebbe stato un segnale importante quello di individuare, tra i tuoi collaboratori, una persona da te scelta che venisse da questa terra devastata dal PDL guidato fino a qualche mese fa da Francone Fiorito: un segnale anche a tutti noi, soprattutto a noi ciociari, che non siamo stati capaci di porre in essere una rivolta morale e civile che impedisse a Storace e al PDL di vincere nella nostra Provincia, proprio nella nostra Provincia (anche ad Anagni, dove la tua candidatura al contrario è stata vittoriosa, il PDL è comunque il primo partito). Tutto ciò interroga soprattutto noi, cittadini e militanti politici ciociari; ma certamente sarebbe stato di grande aiuto la scelta di un amministratore ciociaro capace di dimostrarsi completamente diverso da Fiorito, Abruzzese e Iannarilli.

Ma ok, andiamo conunque avanti: è anche vero che non è assegnando una poltorna che si risolvono i problemi della gente. Mi auguro che la nostra Provincia ed Anagni possano meritare maggiore attenzione nel corso della tua attività di governo (sono fiducioso, mi fido di te e degli impegni che hai assunto in campagna elettorale). In questi giorni l'ospedale di Anagni è sottoposto ad un processo di spoliazione e di impoverimento dal punto di vista delle attrezzature e delle risorse umane. Il provvedimento del Consiglio di Stato che ha sospeso la "chiusura" del nostro ospedale, è stato nel corso degli anni disatteso da una dirigenza e da un Governo Regionale che hanno sistematicamente chiuso reparti e sospeso servizi importanti per il nostro territorio. Ciò non ha portato né ad un incremento dell'efficienza né ad un contenimento dei costi, ma soltanto ad un intasamento dei P.S. di Frosinone e di Colleferro.

Non è più possibile continuare in questo modo. Non si tratta di una difesa campanilistica di una struttura che pure ha portato anche sviluppo ed occupazione, ma della costatazione che, un comprensorio vasto di circa 70.000 utenti, che insiste in un territorio che comprende un importante polo scolastico, un comparto industriale tra i principali del Lazio ed un nodo autostradale e ferroviario, non riesce più a far fronte alle emergenze dei cittadini che hanno visto fortemente compromesso il proprio diritto alla salute. Conosco bene il tuo programma, per averlo diffuso anche in campagna elettorale: il mio partito ed i comitati schierati in difesa del nostro nosocomio hanno messo a punto delle proposte che ben si integrano con le tue: avremmo piacere di arrivare ad un confronto approfondito con te. Altro problema è quello della pianificazione della gestione dei rifiuti che ancora una volta è ispirata da un atteggiamento discriminatorio nei confronti delle province.

Ho ascoltato e letto le tue coraggiose ed oneste dichiarazioni in campagna elettorale: se è vera l'affermazione secondo cui il campanilismo non aiuta a risolvere questo problema, allora questa affermazione vale anche per Roma, che deve dimostrarsi capace di essere autosufficiente nel gestire i rifiuti propri così come lo è stata la nostra provincia. Infine confido in un rinnovato impegno della Regione in favore dell'occupazione nel nostro territorio, grazie anche alle deleghe attribuite all'Ente dalla normativa in materia di sviluppo economico e dell'occupazione. La vicenda Videocon ti è nota e non sto qui a ripetermi: c'è necessità che quell'insediamento industriale torni ad essere il motore dell'economia territoriale, valorizzando e rilanciando ulteriormente tutte quelle alternative di sviluppo industriale, peraltro del sito che peraltro sono già in campo da diverso tempo.

Spero che tutti noi riusciremo a confrontarci con te su tutti questi temi. Anagni e la Ciociaria meritano di più. 

Peppe Russo

3 commenti:

Anonimo ha detto...

E' incredibile leggere queste dichiarazioni da fiera dell'ovvio!! E' ovvio che non ci sarà più l'Ospedale ad Anagni, speriamo almeno in un Pronto Soccorso, è ovvio che non ci sarà più la Videocolor, che ha succhiato 150 milioni di euro di soldi nostri per cassa integrazione non dovuta, creando anche vaste sacche di lavoro nero, è ovvio che se la Regione ha finanziato la SAF e gli altri impianti del Lazio non può trasferire l'immondizia altrove, è anche ovvio cha la monnezza a Frosinone è gestita dal PD, da sempre.... é ovvio che per tenere ancora qualche attività industriale bisognerà cominciare a fare ponti d'oro agli investitori e l'unica cosa certa è che bisogna far dichiarare al Ministero dell'Economia la zona di Anagni come area di crisi complessa. I tecnici sanno di che si tratta. E poi bisogna anche finalmente cacciare dal palazzo i tanti incompetenti dal Comune. Rappresentiamo un vulnus nazionale. Ne parlano male in tutta Italia, anzi mi correggo "grazie" a Fiorito in tutto il mondo. Sveglia Peppe, la guerra è appena cominciata, solo tu pensi che sia finita. Zingaretti come si suol dire non ti c*** nemmeno.

Anonimo ha detto...

Se c'è qualcosa di ovvio sono i tuoi commenti, che tra l'altro sono rigorosamente anonimi come le tue riflessioni. Se a me non mi c*** Zingaretti a te non ti c*** nessuno... sennò ti firmeresti. Zingaretti ha lanciato un appello a scrivergli e io, da cittadino, ho scritto. Prova a fare la stessa cosa pure tu, che nella tua infinita saggezza avrai sicuramente tante figate da scrivere. E pensa a fare pace con il tuo cervello: prima dici che non c'è niente da fare su ospedale, rifiuti e Videocon, e poi dici che la "guerra è appena cominiciata"? Invece di giudicare DATTI DA FARE! Peppe Russo.

Il Marchese del Grillo ha detto...

Riconosco la mano di m...a che ha scritto il commento anonimo...

Posta un commento

Abbonati!