Passa ai contenuti principali

Vittorio d'Ercole nuovo assessore

Et voilà. Esisteva il cubo di Rubik. Oggi esiste la giunta Noto2. Primo movimento: far fuori Ippoliti e liberare un posto. Clak. Secondo movimento: Vittorio d'Ercole assessore. Clak.E' un piacere giocare, qui ad Anagni. Attendiamo a breve l'ultimo movimento. Quello che chiuderà il cerchio. Clak. Clak. E farà finire i giochi. Ecco il comunicato ufficiale. [Ave]

Nominato il nuovo assessore:
l’Avvocato Vittorio D’Ercole, già Consigliere Comunale delegato, mantiene le deleghe all’Urbanistica ed alla Pianificazione Territoriale

Il Primo Cittadino annuncia:

“Saranno incrementante anche le sub deleghe ai Consiglieri” Avviato intanto l’iter di surroga che vedrà l’ufficializzazione nella prossima seduta di Consiglio Comunale 

Nominato ufficialmente il nuovo Assessore della Giunta Noto. L’Avvocato Vittorio D’Ercole, eletto in forza al Pdl, già consigliere delegato, è il nuovo componente dell’esecutivo comunale guidato dal Sindaco Carlo Noto. Le deleghe assessorili sono quella all’Urbanistica ed alla Pianificazione Territoriale.

«Nel rivolgere l’auspicio di buon lavoro all’Assessore D’Ercole – è la dichiarazione del Primo Cittadino Noto – sono sicuro che porteremo avanti in maniera ancora più incisiva quanto già pianificato nell’importante settore dell’Urbanistica in questo primo anno di mandato amministrativo, durante il quale, già in qualità di consigliere con delega, Vittorio D’Ercole ha portato avanti percorsi importanti nell’ambito di competenza, dimostrando di avere le idee ben chiare e di voler lavorare in maniera sinergica e valida».

Ed i ringraziamenti del neo Assessore:  «Voglio ringraziare il Sindaco Noto per l’importante incarico nella Giunta Comunale, che certamente è segno di fiducia e attestazione di stima. Con sempre maggior impegno porterò avanti quanto già pianificato in questo primo anno di lavoro, continuando ad avere a cuore le istanze dei cittadini: punti importanti nella nostra programmazione amministrativa ed in particolare nella mia delega di competenza sono senz’altro quelli relativi al Piano Regolatore, alla Pianificazione Territoriale, all’Edilizia in generale, ed è a partire da questi importanti margini che cercheremo di portare avanti un’azione amministrativa mirata alla riqualificazione del territorio a 360 gradi.

La mia nomina di Assessore rappresenta anche un importante riconoscimento politico al Pdl: per questo vorrei fortemente ringraziare il Coordinatore Provinciale del Pdl, l’Onorevole Franco Fiorito, il quale ha supportato con convinzione la mia presenza nell’esecutivo comunale. Ringrazio ancora una volta il Sindaco Noto e auspico un lavoro sinergico, fattivo e collaborativo con tutti i colleghi di Giunta».

Novità  anche per quello che riguarda le deleghe consiliari, in merito alle quali il Primo Cittadino anticipa che “verranno incrementate ed assegnate ai Consiglieri Comunali”, anche a quelli che sinora non erano stati delegati. Intanto si provvederà in questi giorni alla surroga del Consigliere Comunale e agli atti che precedono alla convalida del Consigliere subentrante che sarà ufficializzata nella prossima seduta di Consiglio Comunale.

Anagni: 11.06.2010

Commenti

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.