Passa ai contenuti principali

Anagni. Osteria Caput Mundi

Venerdì sera sono stato ad Osteria della Fontana. Invitato da due chiacchiere mattutine con Fabrizio Savone, alle 21.00 sono sandato a sentire la riunione del comitato di quartiere.
Abituato al deserto sociale e politico delle solite riunioni per pochi intimi, non vi nascondo lo stupore quando sono entrato in una sala parrocchiale gremita da oltre una sessantina di persone. Di tutte le età. Tutta gente che ha scelto, consapevolmente, di partecipare.
Non c'era nessun politico. Nessun nome di richiamo. Solo cittadini che condividono una stessa realtà sociale ed urbanistica. La discussione è stata comunque interessante, animata anche da posizioni che non debbono per forza coincidere. Io non voglio entrare nel merito di queste discussioni, anche se ne sarei tentato, perchè in realtà il messaggio che vorrei darvi è un altro.

Quella riunione è stata l'ennesima prova del fallimento della politica embedded, perfettamente inserita in un giochetto delle parti nel quale oggi comando io e tu fai finta di opporti. Perchè poi, quando toccherà a te governare, sarò io che ricontraccambierò il favore fingendo di fare opposizione. Questa politica, con queste logiche, ha prodotto solo disaffezione, senso di frustrazione, depressione civica. E' servita solo a costituire ed alimentare i soprusi della casta.

Ho sempre pensato che solo una cosa potrebbe definitivamente ricacciare questo schifo di politica nell'oblio che si merita. E' l'impegno disinteressato ma responsabile, ossia interessato non alle carriere ed agli orticelli più o meno fioriti, ma  attento invece al benessere della comunità ed al miglioramento del contesto nel quale si vive. Ebbene. Venerdì sera ho avuto la prova tangibile che questo pensierino che ho sempre avuto può essere realtà.

Quando i cittadini si renderanno conto che sono perfettamente in grado di riprendersi la città. Che la loro partecipazione attiva avrebbe, come primo ed immediato risultato, la cacciata degl'inetti e dei quaquaraquà capaci solo di collezionare alleanze, mozioni e tesseramenti, questa città potrà ritrovare la forza che le manca. Per risvegliarsi da questo lungo torpore che le sta spegnendo il futuro.

Dunque tanti complimenti al comitato di Osteria della Fontana. Riuscire a mettere insieme 60 liberi cittadini in una riunione di responsabilità civica, di questi tempi, e senza neppure un po' di porchetta. E' capacità quasi mistica.
[Ave]

Commenti

  1. Giuseppe di Osteria della Fontana18 ottobre 2010 15:34

    ma perchè Fabrizio Savone non è un politico? dove si è candidato e quanti voti ha preso alle ultime comunali? Nella lista del PDL, e non è uscito per una ventina di voti. Se fosse uscito oggi non avrebbe bisogno di riciclarsi eni comitati di quartiere.
    Già l'aveva fatto prima di candidarsi, dicendo che non si sarebbe candidato e che il suo impegno sarebbe stato per la zona e nel comitato: dopo 2 giorni s'è andat'a vende a Fiorito.
    Auguri a tutti quei cittadini "furbi" che credono ancora ai trucchetti di questa gente.

    RispondiElimina
  2. Ma Fabrizio Savone non è quello che va dicendo che la prossima volta, siccomne non è uscito, farà la lista di Osteria della Fontana per appoggiare iul candidato di Fiorito?!

    RispondiElimina
  3. UNO DEL COMITATO18 ottobre 2010 15:38

    SCUSATE, MA FABRIZIO SAVONE NON è QUELLO CHE A OTTOBRE 2008 ANDAVA DICENDO CHE QUELLI CHE STAVANO AL COMITATO DI OSTERIA DELLA FONTANA ENTRO NATALE AVREBBERO DOVUTO DIRE SE SI SAREBBERO CANDIDATI ALLE COMUNALI DEL 2009?
    EMBè, E LUI COME MAI NON C'ERA SU QUELLA LISTA DI QUELLI CHE DICEVANO CHE SI SAREBBERO CANDIDATI E POI SI è CANDIDATO?

    RispondiElimina
  4. Non vi fate prendere dagli scompensi, calma.

    Fabrizio Savone, non appena candidatosi alle recenti elezioni, si è dimesso dal direttivo del comitato di quartiere. E questo perchè nello statuto dello stesso comitato è scritto esplicitamente che NON possono farne parte coloro che si sono candidati, eletti o meno, addirittura negli ultimi 10 anni.

    Ciò non toglie, però, che Fabrizio Savone sia un abitante di Osteria della Fontana. Meglio ancora: che sia un cittadino di Anagni. E come tale ha il sacrosanto diritto (se non il dovere civico) di partecipare a tutte le riunioni che vuole.

    Tra la gente presente, l'altra sera, c'era pure il generalissimo Rosatella. Ma nessuno, giustamente, ha trovato la cosa disdicevole. Perchè il punto fondamentale è che quella era una riunione di cittadini. Ed in quella veste chiunque, liberamente, era invitato a partecipare.

    Tanto per dire il sottoscritto, che abita come sapete a San Bartolomeo, ha partecipato alla riunione di Obiettivo Comune per il Territorio, che ha la sua naturale collocazione a San Filippo. Ed ora è stato anche all'incontro del comitato di Osteria della Fontana.

    Ho migliorato la mia conoscenza del territorio. Ho conosciuto persone nuove. Ho avuto modo di capire un pochino di più le realtà che vivono concittadini che stanno a cinque minuti da casa mia.

    Non considero questo tempo sprecato. Anzi. L'ho trovato un ottimo modo per provare ad essere migliore.

    [Ave]

    RispondiElimina
  5. Ao, ma certo che aMollo nc'è proprio rimasto un c***o da fa... mo se mette a fa pure i comitati.
    Scaricato da tutte le parti e tutti i partiti col suo fido scudiero Fabrizio Savone se ricicla co i comitati. e bravo Mollo!!! della serie: politici falliti non si arrendono
    Persino Fiorito ia scarikato, isso e kio persiko de Fabrizio

    RispondiElimina
  6. Questo signore,deve decidere cosa vuol fare da grande, prima si è messo con Fiorito, poi una volta scaricato perchè non uscito, glie ne ha dette di tutti i colori.....ora galleggia nell'ambiguità fino alla prossima contrattazione.
    Un piccolo Mollo non c'è che dire.
    Bravo Savone, impari in fretta dal tuo padre politico.

    RispondiElimina
  7. prof.. tutto quello che hai detto non e' che quello che ripeto da un mese e non e` ne piu e ne meno di quello che dovrebbero fare le vitk e non necessariamente sarebbero state ambigue o no? anche gli amici k in effetti sono cittadinii ...cmq onore al comitato ciao spero presto c'e` bigno ddi un comitato K per Anagni giusto?

    RispondiElimina
  8. Di Fabrizio Savone... non c'e bisogno neanche di leggere i commenti.. è sotto gli occhi di tutti "AMBIGUO"... E tu prof. smettila di di scrivere sempre un mucchio di cazzate a sproposito.. c'ero anche io a quella riunione... cerca di essere umile questa volta e non censurare. ave

    RispondiElimina
  9. L'ultimo commento ci fa davvero fare grandi passi avanti nella discussione. Non c'è dubbio.

    Comunque, tanto per la precisione. Mi sa che il concetto di umiltà (ed il suo contrario) non sia molto chiaro all'anonimo.

    Sulla censura, invece. Ognuno di voi è liberissimo di farsi tutti i blog che vuole. Se lo scrive e se lo firma. E poi ci scrive sopra un mucchio di parolacce, improperi, accuse strampalate, denunce inverosimili, e tutto l'armamentario che gli pare.

    Per quanto mi riguarda, in questo spazio del quale sono io il responsabile, continuerò a censurare senza il minimo problema tutti i quaquaraquà che, col passamontagna ben calcato sulla testa, pretendono di venire a gridare in casa d'altri le str***ate che non hanno il coraggio neppure di sussurrare a casa propria.

    [Ave]

    RispondiElimina
  10. Bravo Prof. il mio post non si capisce usavo il telefono....ciao
    VitK

    RispondiElimina
  11. Prof l'associazione di San Filippo...si chiama obiettivo comune per il cittadino ...non per il territorio...non possiamo essere mischiati con certa gente.....!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Salve, faccio parte del comitato di Osteria della Fontana anzi più precisamente sono uno dei fondatori. Il comitato è nato su base spontanea da un gruppo di abitanti di Osteria,stanchi delle promesse della politica e, per questo non scendiamo a compromessi con loro. Savone faceva parte del comitato, ha provato a tirare il comitato dentro la politica probabilmente per raggiungere scopi personali ma non c'è riuscito. Cerchiamo il bene comune, la vivibilità del nostro quartiere e non gli interessi personali, basti vedere la battaglia vinta contro un colosso come la Marangoni appoggiata politicamente da esponenti di grosso calibro che ancora oggi non si sono mai fatti sentire e pronunciati in merito. Il comitato lavora per il bene comune, ed è per questo che la gente crede in noi. Vorrei però dire una cosa, di comitati come il nostro ne dovrebbero nascere uno per ogni angolo.

    RispondiElimina
  13. E' vero! Chiedo scusa agli amici di San Filippo. Obiettivo Comune per il Cittadino. L'unico. Inimitabile. Abbiate pazienza... l'età, sapete.

    Franco dice che di comitati come quello di Osteria ne dovrebbero nascere in ogni angolo. Ne sono sempre stato convinto anche io. Ma, se qualcuno ha avuto la bontà e la pazienza di seguire i miei sragionamenti, solo come fase transitoria. Perchè poi non è possibile prescindere da un punto di riferimento che sappia operare una sintesi da un punto di vista più alto. Più organico.

    Ci sarebbero i partiti, per questo, che però son proprio partiti, e non si sa se e quando ritorneranno. Dunque, per passare dalla fase della protesta a quella della proposta. Per transitare dall'hobby civico all'impegno civico, non si può evitare di attraversare il deserto.

    Ma per approdare dove? Tutte quelle persone del comitato di Osteria, fra qualche anno, si disperderanno in una manciata di voti a tizio, caio e sempronio. Che sono proprio quelli dai quali son dovuti fuggire, e per colpa della cui inettitudine hanno dovuto autorganizzarsi e fondare il comitato di quartiere.

    Personalmente, è da un po' che mi trovo in mezzo al guado. Esiste una terza via che sia sufficiente per cambiare le cose? Stante lo schifo di questi partiti. E verificato il limite politico di tutte le associazioni ed i comitati, quale alternativa rimane?

    Prendere un sacco di VitamineK.

    [Ave]

    RispondiElimina
  14. E' mia abitudine presentarmi con nome e cognome io sono Angelo Galanti, presidente del Comitato Osteria della Fontana, carica della quale sono fiero. Preciso, qualora fosse necessario, che il comitato che presiedo non fa politica e che nel direttivo non ci sono persone che hanno concorso negli ultimi 10 anni. Pertanto se avete problemi con Fabrizio Savone o con Mollo vedetevela con loro. Ps. Parolaccie e offese senza metterci la faccia è sempre un grande esempio di coraggio, responsabilità e coerenza.
    Saluti. Un ringraziamento al Sig. Meazza per le parole spese a ns. favore.

    RispondiElimina
  15. Buonasera a tutti , sono Fabrizio Savone , naturalmente voglio ringraziare il Sig.re Mauro Mazza che ci ha onorato della partecipazione al comitato di quartiere . Preciso ,così non ci sono equivoci che le mie dimissioni dal comitato di quartiere sono state presentate prima della candidatura alle elezioni comunali, primo perchè previsto dallo statuto poi perchè non avrei volutu dare adido a nessuna polemica. Rivendico come cittadino di Anagni di avere la libertà di candidarmi alle elezioni comunali come qualsiasi persona onesta e libera di farlo.Ho letto le "belle parole" che mi sono state dette da più persone ,o meglio da individui che non hanno il coraggio di firmarsi perchè forse non degne di farlo,e anche di individui che dicono di averlo creato il Comitato. Mi rivolgo a te "caro" Giuseppe e cari anonimi , abbiate il coraggio di metterci la faccia in ciò che fate ,uscite allo scoperto se avete il coraggio e la faccia per farlo , durante le riunioni del Comitato caro Franco di qualcosa di sensato ,metti due parole una dietro l'altra se ne sei capace invece di nasconderti dietro l'anonimato. Inoltre ricorda alle persone che scrivono chi ti ha chiamato per far parte del Comitato e mi fermo perchè sarebbe imbarazzante per te.......Per quanto riguarda Fiorito (così chiariamo tutto) , io sono stato l'unico candidato nel PDL a non far parte della sua corrente ......... così avete le idee più chiare . Per finire ...... a chi dice cosa farò da grande rispondo: ho una famiglia con due figli e una moglie di cui ne vado fiero , lavoro dalla mattina alla sera ,non devo dire grazie a nessuno se non alla mia famiglia e a me stesso , non mi ha "regalato"niente nessuno , ho una laurea con 110 e lode . Fate voi......

    RispondiElimina
  16. Caro Proff., vedo che ultimamente il "suo" blog viene sempre più spesso usato per attacchi personali. Cosa alquanto penosa dato che chi lancia gli attacchi, spesso non si firma.
    Ma non è questo il problema.
    Speravo in un blog, come luogo di scambio d'idee e non una lavagna dove lanciarsi ingiurie.
    Quello che invece non vedo e non leggo, sono proposte concrete, idee che possano farci crescere, migliorare la nostra qualità di vita,dove molti di noi possano condividerle, riconoscersi ed impegniarsi per la loro realizzazione.
    Viviamo in una città, sporca, caotica e inquinata sia nel centro storico che nelle periferie.
    Questo fatto, dovrebbe portare "the people" ad andare oltre le piccole beghe personali, alle piccole ripicche, ed incominciare ad accorgersi che oltre al lavoro, alla chiusura delle fabbriche,all'inquinamento dei territori, alla chiusura degli ospedali, stanno portandoci via forse il bene più prezioso, la salute e il futuro dei nostri figli.

    Buone vacanze.

    RispondiElimina
  17. E bravo Savone hai pure studiato, ecco perchè non vai bene a Fiorito allora, ma non fartene un vanto.

    RispondiElimina
  18. Buongiorno a tutti sono Fabrizio Savone , vorrei scusarmi con il Prof Meazza Mauro e con tutti voi per aver "usato " il suo blog in una polemica che avremmo dovuto evitare tutti. Tuttavia colgo l'occasione per invitarvi a partecipare attivamente nel nostro Comitato , lo spazio e la voce sono sempre garantiti a che ha voglia di fare e promuovere iniziative a favore della popolazione. Buona domenica a tutti

    RispondiElimina
  19. Salve a tutti,vorrei ringraziare Mauro Meazza per le parole spese a favore del comitato di Osteria della Fontana, dove io milito e per questo sono fiero di farne parte. Cerchiamo di fare del nostro meglio per la salvaguardia del nostro quartiere e per gli abitanti. Per anni l'Osteria della Fontana non ha conosciuto il ben minimo rispetto sia per l'ambiente che per i cittadini, la politica a sempre pensato prima agli interessi propri e poi se avanza tempo hai cittadini, ma siccome il tempo è denaro e quello non avanza a nessuno hai cittadini non si pensa. Sicuramente le polemiche servono a poco e non aiutano nessuno,con quelle non si arriva da nessuna parte, servono i "fatti". Non sono laureato, non so mettere due parole una dietro l'altra e neanche dire nulla di sensato, però sicuramente so fare molte altre cose, lavoro per il mio quartiere e per il bene comune dei miei concittadini, questo mi basta.

    RispondiElimina
  20. Gianni Anzellotti23 ottobre 2010 16:22

    Avete detto di tutto e de più. Bravi tutti che vi appassionate ma cercate di farlo anche quando siamo il piazza al freddo a raccogliere firme e a distribuire volantini. Vi invito tutti a dare la Vostra disponibilità inviando una e-mail a info@osteriadellafontana-cdq.it per la prossima raccolta fondi per pagare le spese per la costituzione in giudizio dei comitati e le associazioni contro ricorso della ditta Marangoni. Ringrazio il prof. Meazza e invito a segnalare il sito del comitato www.osteriadellafontana-cdq.it

    RispondiElimina
  21. Gianni hai perfettamente ragione, le chiacchiere servono a poco ci vogliono i fatti. Bisogna lavorare tutti insieme se si vuole raggiungere qualcosa e non stare a guardare dalla finestra, se abbiamo raggiunto delle piccole ma significative mete è perchè dietro c'è stato l'impegno di un gruppo che ha voglia di lavorare, e di questo voglio ringraziare quanti hanno fatto si che ciò avvenisse. Voglio riallacciarmi a quanto dice Gianni per la raccolta dei fondi, il comitato sta organizzando un pranzo e una gita proprio per questo motivo, chi voule partecipare non deve fare altro che contattarci.

    RispondiElimina
  22. mi piacerebbe che qualcuno parlasse un po' di rosatella che entra in opposizione!!con questi personaggi che sono alla soglia di 70 anni cosa vogliono fare ADESSO?non fece nulla alle precedenti!! adesso invece??DICO SOLO CHE AD UNA CERTA ETA'E' MEGLIO FARE IL PENSIONATO ,ANCHE PERCHE' CON QUESTO NON AVREMO MAI UN PAESE DA SERE "A"

    RispondiElimina
  23. Condivido tutto riguardo a Rosatella !!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.