Passa ai contenuti principali

Sanità ciociara. Iannarilli immobile di fronte al tracollo. Nonostante i fischi

Ieri sera, a Frosinone, manifestazione con riunione finale dei sindaci provinciali. Le cronache riportano tra le 2 e le 300 persone. Sindaco Noto presente con alcuni assessori. Nutrita invece la presenza dei lavoratori dell'ospedale di Anagni. Riunione un po' movimentata solo quando ha preso la parola Iannarilli. Che prima si è dichiarato assolutamente contrario alla polverizzazione sanitaria della Polverini, non dicendo nulla di nuovo.
Poi però ha avuto l'ardire di aggiungere che, comunque, gli ospedali pericolosi è giusto siano chiusi perchè controproducenti. Non l'avesse mai detto. Apriti cielo! E' venuto giù tutto. E la situazione si è scaldata parecchio. Purtroppo, al termine dell'incontro, non è possibile fare a meno di notare che, ancora una volta, un'altra occasione è andata perduta. Perchè non è uscito assolutamente nulla di propositivo da tutta la manifestazione. Non si è parlato di dimissioni.
Non si è parlato di nessuna azione clamorosa, visibile e simbolica per indurre la polverina a supplicare presso i suoi tutori una rivisitazione del piano. Domani si andrà a Roma a ricevere l'ultimo sberleffo.
Forse sarebbe il caso di cominciare a progettare la resistenza per il dopo. Perchè la lotta non deve finire con l'approvazione. Anzi. In politica mai dire mai. E questo piano sanitario, che ha le sue radici in una schifosa
ed orribile volontà politica, dalla stessa politica può essere cambiato in qualsiasi momento. La politica può. Basta volerlo. [Ave]

Commenti

  1. Iannarilli, Noto, Fiorito, Abbruzzese, Pallone e tutto il PDL ciociaro fa il pesce in barile!!!
    Non faranno mai qualcosa di ecletante per difendere gli ospedali in provincia di Frosinone.

    RispondiElimina
  2. a proposito di "schifosa e orribile volontà politica".
    secondo me è andata così:
    dopo le elezioni regionali, Polverini compone la Giunta. Nessun ciociaro. Scandalo!
    Offese, accuse, tutti sconvolti... per la prima volta nella storia la ciociaria non ha propri rappresentanti in giunta.
    Perchè?
    Forse perchè si preparano mattanze in ciociaria, e nessun "poltronabile" vuol metterci la faccia.
    Si pensava in quei giorni al car fluff-Anagni, alle discariche-Colfiorito, agli inceneritori-Villa S.Lucia. E le preoccupazioni erano rivolte nel settore rifiuti.
    Ed invece, la bomba (la prima?) doveva scoppiare sulla Sanità.
    Ed allora, in qualche riunione romana si saranno detti: meglio che voi ciociari ve ne state fuori per ora, così potete pure indignarvi quando tireremo i siluri su Frosinone.
    poi, fra un paio d'anni, ci sarà spazio per voi, diverrete assessori, porterete qualche medaligetta di latta ai vostri cari elettori e farete le vostre ricche campagne elettorali per le comunali.
    ...così gente come Massimiliano A. (cfr. post di ieri in altra discussione) potrà ringraziare Iddio di averlo fatto talebano.
    Morale:
    è inutile farsi illusioni. i giochi forse non sono fatti (la gente può sempre sollevarsi), ma certamente sono bell'e concordati con chi ci rappresenta.
    alberto

    RispondiElimina
  3. Ieri sera ho sentito una dichiarazione del sindaco Noto a teleuniverso: la sanità della provincia non può sottostare ai diktat della sanità romana.
    Faccio notare come i destri vogliano contrabbandare quello che sta facendo chi è stato votato da loro, con lo slogan "roma ladrona". Vi sarete resi conto che è in atto un feroce tentativo di mettere gli italiani uno contro l'altro, in maniera secondo me moooolto pericolosa, così da creare una situazione mooolto favorevole a chi si dileguerà con il malloppo!!
    amen

    RispondiElimina
  4. L'ipotesi di Alberto è suggestiva e ragionevole, almeno nella prima parte. Ma anomala nella parte finale. Prima o poi ci saranno nuove elezioni. E mi chiedo cosa potranno mai inventarsi, i destri, per venire a fare campagna elettorale da queste parti.

    E' sicuro che qualcosa s'inventeranno. Ma è altrettanto sicuro che nel gran libro della storia di questa regione rimmarrà scolpito, nei secoli futuri, che è stata la Polverini a chiudere gli ospedali ciociari. Sono state le destre ed il centro loro alleato. Punto.

    Qualunque cosa potranno mai dire, partiranno con l'handicap. A meno che, naturalmente, dall'altra parte non si dimostrino più handicap dei destri.

    [Ave]

    RispondiElimina
  5. ...vogliamo parlare già delle nuove elezioni?! bè come verranno,come si presenteranno davanti agli elettori?! vogliamo immaginare? come sempre no?! mascherina e cappellino da politico bisognoso di un aiutino,magari accompagnato da qualche promessa o dagli ultimi spiccioli di vergogna (sai la crisi no?!) perchè è questo che prometteranno ai NOSTRI cari(con)cittadini, perchè è così che si chiamano,quando serve e poi...la colpa non è la LORO po(L)verini,ma di chi l'ha preceduti.Bè insomma,la storia si ripete sempre!per concludere sapete cosa penso veramente da ex votante? che la VERA colpa, quella che lascia il segno,non è del corruttore,ma è sempre del corrotto!!!

    Ad meiora

    RispondiElimina
  6. visto prof?
    l'articolo che hai pubblicato stasera conferma la manfrina!
    oggi tolgono 100 posti (per davvero)
    domani ne rimettono 20 (ma solo a chiacchiere, beninteso)
    ovviamente, giusto in tempo per vantarsene fuori dai seggi
    così (più o meno allegramente) talebani e poveri cristi, scambieranno il loro voto con una bella margherita fiorita che potranno mettersi nel c**o al posto dell'ombrello che (in stile vignette di Altan) "qualcuno" gli sta da tempo ammorzando ben bene...
    saluti e...camminate muro muro
    alberto

    RispondiElimina
  7. Caro ex-votante, hai perfettamente ragione ma.... chi è il corrotto e chi il corruttore?? io penso che in fondo in fondo i corruttori siano anche i cittadini che con il loro voto cercano di arraffare e comprano benefici ... come sono corruttori i politicanti che si prendono qualche voto con telefoini, bollette e strade asfaltate (attenti che pure a sinistra qualcuno sta facendo questo stesso giochetto schifoso, vero piccolè??)...
    per l'ospedale penso sia una battaglia persa, aimè. devono solo decidere a chi addossare la colpa a chi dare il cerino. la polverini su rai tre ieri lo ha già detto: è colpa di Marrazzo.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.