Passa ai contenuti principali

Anagni. Anche San Bartolomeo cade a pezzi. Giustizia è fatta

Ecco qua. Prima o poi, penserete, doveva capitare. Infatti è capitato. Ed è stato un vero colpo. Altrochè. La grande notizia è questa. Nonostante l'incessante opera del sindaco di quartiere, anche San Bartolomeo cade a pezzi. Un sentito ringraziamento, com'è opportuna prassi istituzionale, a Fiorito Franco, il politico che nella sezione di quartiere ha riportato un successo poco meno che eccezionale.
Qui a San Bartolomeo, in genere, non si fanno mai le cose a metà. Ed infatti. Pensate un po'. Ieri mattina i genitori degli studenti della scuola elementare hanno chiamato niente poco di meno che i vigili del fuoco. Avete capito bene. Ieri mattina i vigili del fuoco se ne son partiti da Fiuggi per correre fino a San Bartolomeo. Che colpo, ragazzi. Che smacco. Chissà se avranno chiesto il preventivo permesso al sindaco di quartiere? Certo l'impressione è stata gigantesca, ve l'assicuro. Ma una cosa mi tranquillizza assai. Ora, definitivamente, San Bartolomeo entra a far parte del comune di Anagni. Per fortuna. Infatti il quartiere cade a pezzi esattamente come il resto della città. Che bello. Questa è integrazione. Profonda, reale. Tragica.

Ma perchè hanno chiamato i vigili? Niente di che. Ordinaria amministrazione, per chi conosce lo stato della città. Ed, in particolare, quello delle nostre scuole. I vigili son stati chiamati per un preoccupante allagamento del piazzale antistante l'istituto. Ed, anche, per un altrettanto preoccupante movimento del terreno adiacente. Insomma. Come vedete siamo nella regolarità più assoluta. Allagamento e movimento. L'essenza di questa amministrazione targata destra.

I vigili, una volta arrivati, hanno fatto i loro accertamenti. E, pensate un po', hanno chiamato il comune. Loro. Son stati loro ad avvertire della situazione. Scommettiamo che indovinate cosa è stato loro risposto? Bravi. Avete indovinato. Ma non montatevi la testa. Non esiste al mondo domanda più facile di questa. Gli hanno dato la risposta standard. Quella preconfezionata e premasticata. Tutto a posto, gli hanno detto. Sappiamo e conosciamo bene. Ma tranquilli. Tra una settimana sistemiamo tutto.

Lo spazio di tempo che riempie una settimana dev'essere un concetto molto aleatorio, per i nostri destri. Nello spazio di una settimana dovevano essere ripulite le scritte oscene sul nostro monumento su in piazza. Ricordate? Ma anche l'altro concetto temporale, quello riassunto nella frase a breve risulta oscuro quanto mai. Infatti a breve erano stati annunciati gli avvii di lavori di ristrutturazione e risistemazione in varie zone della città. Annunci faraonici con tanto di trombe, musichette e le immancabili fotografie con tutta la gerarchia. Per non parlare dei ringraziamenti. Ma son passate settimane, e di lavori neanche l'ombra.

Forse vi è sfuggito, ma ve lo ricordo io. Tra le sarabande annunciate, pensate un po', c'era anche San Bartolomeo. Hanno detto di voler fare, udite udite, i marciapiedi. Cosa nobilissima, certo. Ma forse, e dico forse, risistemare il terreno che sovrasta la scuola elementare sarebbe un pochino più utile. E più urgente. Vabbè. Diciamo che non è il caso di preoccuparsi più di tanto. Chè annunciare lavori son buoni tutti. I destri specialmente. Hanno una vera passione per annunciare. Tanto poi, per quanto riguarda il fare, uff, c'è di mezzo un bel gran mare. Ricordate l'esilarante titolo della stampa di regime? Un'amministrazione del fare. La città sta ancora ridendo. Sarà difficile battere una barzelletta simile, quest'anno.

Ma non vi voglio lasciare prima di avervi raccontato il capolavoro assoluto. San Bartolomeo, ve l'ho detto, è una zona meravigliosa. Lo zoccolo duro delle destre di regime. La vergogna dei vigili del fuoco rimarrà impressa a lungo, ve lo garantisco. E dunque bisognerà rimediare. Ricucire. Ebbene. Hanno già cominciato. E lo hanno fatto nel modo più antico e tradizionale. Hanno rispolverato la più primitiva tra le azioni politiche tipiche della nostra città.

Eheheh. Siete curiosi? Non ci siete ancora arrivati? Qual è l'arma di distruzione di massa che i partiti hanno usato, da sempre, durante il periodo elettorale, per dimostrare tutto il loro amore per la città e la loro attenzione ai problemi dei cittadini? Massì. E' lui. Il famigerato brecciolino. Per intenderci, quella poltiglia che si butta nelle buche dell'asfalto per tapparle.

Indovinate un po' che cosa ho trovato, ieri pomeriggio, quando son tornato a casa? Ho trovato attappate tutte le buche, qualcuna pericolosa assai, che il tempo aveva aperto nel manto stradale! Una vera pacchia. Intervento sacrosanto e positivo, ci mancherebbe. Ma è meraviglioso il modo sopraffino col quale i destri vogliono annacquare le loro vergogne amministrative. Un po' d'asfalto nelle buche per farci dimenticare i vigili del fuoco che telefonano al comune a dire che, insomma, la collinetta presso la scuola elementare andrebbe un tantinello controllata.

L'asfalto come arma di distrazione di massa. Amministrativa. Imparino, i sinistri. Questo è il modo col quale una parte della popolazione si accontenta di essere amministrata. Allagamenti e frane e smottamenti e crolli possono aspettare. La pecetta sull'asfalto guarisce un sacco di mali. Facciano tesoro, i sinistri. Ma facciano anche molta attenzione. E non dimentichino che c'è invece una parte della città, la migliore, che non si accontenta più del brecciolino. Che non vuole più stare zitta. Che pretende rispetto. Che esige responsabilità.

E che, di fronte al nulla di queste destre, chiama i vigili del fuoco. [Ave]

Commenti

  1. Chissà come sarà agitato il primo ministro ??????

    RispondiElimina
  2. Caro Meazza come al solito menti sapendo di farlo, fatti dire cosa hanno detto i vvff e pubblica il loro referto. Sei un ignorante fazioso: ignorante perché non conosci la verità, fazioso perché strumentalizzi quel poco che conosci. Il referto e'stato messo a disposizione della signora Russo (di certo non vicina all'amministrazione). Pubblicalo e fatti dire cosa le hanno detto i vvff. A San Bartolomeo l'unica cosa negativa sei tu insieme a quattro frustrati. Per fortuna che la stragrande maggioranza delle persone non e' minimamente sulle tue convinzioni.

    RispondiElimina
  3. COG di oggi:
    «...i vigili del fuoco...hanno interessato l'ufficio tecnico comunale prescrivendo, a tutela degli scolari, l'esecuzione di lavori di contenimento nella zona così da eliminare il potenziale rischio di frana. E' stato assicurato un celere intervento in tal senso».

    Messaggero di oggi: «...I vigili sono intervenuti e, vista la situazione, hanno chiamato l’ufficio tecnico comunale e l’assessorato cittadino ai lavori pubblici. In comune hanno assicurato che entro una settimana dovrebbero essere effettuati lavori di contenimento per mettere in sicurezza la scuola e gli studenti. Sulla stessa linea ieri pomeriggio si è espresso l’assessore comunale all’istruzione Galliano Vecchi...».

    Non sarà che da Fiuggi hanno mandato dei vigili del fuoco komunisti? Profonda pena per gli anonimi che si barcamenano nell'impossibile arte di difendere l'amministrazione degli smottamenti, delle frane e degli allagamenti.

    Ma, parlando di frustrati, giungono segnali molto precisi e molto profondi. Amministrare una città non è mai facile, certo. Ma amministrare una città che si sta svegliando dal torpore appecoronato del regime è ancora più difficle. Direi impossibile, per questa amministrazione.

    I vigili del fuoco non saranno dimenticati. Garantito. Si aggiungono all'abbondante materiale accumulato in questi mesi. E neanche la gente dimenticherà. Magari continuerà a parlarne, preoccupata, mentre aspetta di vedere, entro una settimana, ciò che il comune sarà capace di fare.

    Che peccato essere considerato una cosa negativa. Anzi. L'unica negativa di SanBartolomeo. Effettivamente, però. Non mi son mai potuto permettere di andare in giro a promettere alcunchè. Posti di lavoro. Cene. Inoltre non porto orologio. E l'unico cellulare di proprietà è quasi un reperto bellico. Oggetto di scherno da parte degli studenti.

    Sarà questa la ragione della negatività? O magari dipenderà dal fatto che, semplicemente, non rimango in silenzio di fronte allo scempio di Anagni. San Bartolomeo compreso?

    Comunque grazie. Per tutto il brecciolino. Fateci sapere se dobbiamo ringraziare direttamente Fiorito. O se possiamo accontentarci di qualcuno a livello politico più basso.

    [Ave]

    RispondiElimina
  4. ....Pensate il Sindaco di San Bartolomeo, x come è troppo impegnato non si è degnato nemmeno di farsi vedere.. certo !! adesso dopo Fiorito e Cardinali... secondo la sua mente [...] lasceranno a lui lo scettro della città. [...] Arepiate [...] cà la guerra stà a finì.

    RispondiElimina
  5. Aò, ma sta proprio inca-zzato il [...] !!!!!!!!
    Pure i vigili del fuoco, che sono venuti con tutte quelle macchine "rosse" a parlare della collina!!!!!!
    Non si fa, è brutto, sembra che tutti ce l'hanno contro l'amministrazione comunale.
    Pure lei Meazza è così ignorante e fazioso, che attacca sempre l'amministrazione, quando invece questa sta facendo molto per il nostro territorio.
    Un esempio : il ferro da stiro: messo alla piazza centrale, che ha permesso a parecchia persone di risparmiare sulla corrente di casa, mettendoci i surgelati.
    L'illuminazione di Natale: che ha permesso sempre alle famiglie un risparmio sulla corrente di casa, visto che le luci stesse sono state rimosse a febbraio e illuminavano gratis gli appartamenti del centro storico.
    E' lei, caro Meazza che non si rende conto che quest'amministrazione aiuta e lavora per il popolo!!!!
    Certo, le strade sono quelle che sono, se con un po di pioggia si allaga la stazione, se il ritiro della monnezza è quella che è, se i vicoli vengono puliti una volta la settimana, se il centro storico alle 7 di sera è morto, se i negozi sono vuoti di persone.
    Ma, vuoi mettere la bellezza dell'ultimo carnevale, la magnificenza della strada dei fiori, la cura.

    RispondiElimina
  6. pensa se ca giorno se sbraca la collina co tutta la scola appresso, allora le mamme direbbero "certo era maio mannai anagni ssi uttri..."

    RispondiElimina
  7. Galliano Vecchi22 marzo 2011 23:21

    Caro Meazza,difficilmente polemizzo e intervengo,è da qualche anno, quando ci incontriamo ti dico che non sei obbiettivo,oggi aggiungo che sei anche fazioso,lo dimostra il fatto che da anni non sei mai riuscito a vedere un minimo di positività, in special modo nelle scuole, eppure tu vivi nella scuola e questo preoccupa,perchè se tanto mi da tanto,avrei qualche preoccupazione ad affidarti un mio nipote o figlio,conosci il mondo della scuola sicuramente sei informato perchè leggi giornali e vedi la TV.,conosci il degrado degli immobili scolastici di gran parte della provincia e qualcuno anche a te vicino,se permetti noi ad Anagni,con orgoglio, malgrado qualche naturale eccezione abbiamo degli istituti scolastici definiti di eccellenza,con soddisfazione dei dirigenti,docenti e studenti,pertanto cerca,sforzati di essere un pò obbiettivo.
    Relativamente a S.Bartolomeo,è chiaro che i vigili del fuoco intervengono dove sono chiamati,hanno constatato che in quei giorni di diluvio universale,hanno trovato un pantano ritenuto normale,nulla hanno eccepito,a differenza di tante strade,autostrade,smottamenti ed allagamenti avvenuti in quei giorni.
    La tua faziosità emerge in quanto, costantemente e volutamente ignori eventi importanti come ad esempio "Navighiamo sicuri nella rete" promosso dalla scuola Vinciguerra con la partecipazione e relatrice Dottoressa Bruzzone nota psicologa e criminologa di fama mondiale. Galliano Vecchi Ass.P.I. Comune

    RispondiElimina
  8. Questa m'è piaciuta!
    "Navighiamo sicuri nella rete". Dove? Alla Scuola Media Vinciguerra?
    Signor Galliano Vecchi, ma lei con la sua affermazione, e chi ha promosso l'incontro alla scuola siete dei geni. E previdenti. Ci tenete alla sicurezza. A quando le esercitazioni di rafting, nella strada in cui si trova la scuola?
    C'è un buon fiumiciattolo, quando ci sono le piene ci sono pure le rapide e gli abitanti della zona potrebbero fare dai balconi (a bordo fiume è impossibile) anche un po' tifo per gli impavidi ragazzi.
    Senza parole... io. Ma senza occhi per vedere la realtà tanti altri.

    RispondiElimina
  9. Caro assessore.

    Hai ragione. Me lo dici sempre, che non sono obiettivo. Ogni volta che c'incontriamo. Ed è verissimo. Perchè, e mi scuso per il gioco di parole, essere obiettivo non rientra proprio tra i miei obiettivi.

    E' la conoscenza discreta della situazione delle scuole, vicine e lontane, che mi porta ad essere molto triste. Perchè non serve proprio essere faziosi o progettare scandali. Sarebbe sufficiente confrontarsi con coloro che la scuola la vivono tutti i giorni. Lavoratori. Studenti, piccoli e grandi. Genitori. Per rendersi conto che evidentemente abbiamo un concetto assai diverso della parola eccellenza, che hai accennato nel tuo commento.

    E mi rende anche molto triste il rendermi conto che, nonostante il grido di dolore che si alza da tutte le zone della città. Nonostante tutte le emergenze che richiederebbero capacità di intervento serio. Programmato. Responsabile. Le poche risorse disponibili sono impiegate in trastulli ornamentali assolutamente trascurabili.

    Mi rendo ben conto come questo blog non sia lettura programmatica dell'amministrazione. Per questo mi permetto di dirti che tante volte vi ho invitato ad aprirvi alla città. A non dividere i buoni dai cattivi. Ad ascoltare tutti. A confrontarvi con coloro che sono il fine ultimo dell'amministrazione di una città. Ossia i cittadini. Tutti i cittadini.

    Tante volte vi ho invitato a rendere palesi i vostri progetti. A costruirli insieme alla città. A tutta la città. Non certo con intento polemico. Ma per condividere le priorità. Per ampliare il consenso sulle scelte. Per ascoltare. Tutti. Per parlare. Con tutti. Primo ed indispensabile passo per capirsi.

    Ma voi avete scelto di proseguire su un'altra strada. Avete preferito dividere piuttosto che unire. Zittire piuttosto che ascoltare. Ignorare piuttosto che condividere. Non c'è alcun bisogno di polemica per rendersi conto che tutta la città, ahimè, e non solo le nostre scuole, son davvero molto lontane da quella eccellenza richiamata prima.

    Tu parli di nipoti, figli. Giusto. E credi che ognuno di noialtri non abbia forse nipoti e figli che vivono la quotidianità delle nostre scuole? Che sopravvivono, come tutti, nella quotidianità della nostra città? Ai nipoti ed ai figli dovremmo, come suggerisci, parlare di "qualche naturale eccezione"? Non c'è niente di naturale, nell'incuria in cui annaspano le scuole della città. Vicine e lontane.

    Mi sorprende anche sentirti parlare di "diluvio universale" a proposito delle piogge di qualche giorno fa. Io, che non sono certo un esperto di Bibbia, mi ero fatto un'idea completamente diversa del diluvio universale. Mi informerò. Ma intanto rimane la realtà di una città che, quotidianamente, cade letteralmente a pezzi. Ancora una volta non c'è alcun bisogno di cercare la polemica. Basta farselo davvero, un giretto per Anagni. Quante transenne ci sono, sparse per la città, a delimitare una piccola frana. Uno smottamento. Un crollo contenuto. Qualche masso venuto giù? Quante strade si sono allagate?

    Ecco. Io penso al milione di euro che, nel quinquennio, avremo dato per l'affitto del ceramificio di Osteria. Penso al grande surgelatore natalizio della piazza. Penso alle luminarie extratime. Alle macchine da scontro. E mi chiedo quante Vinciguerra avremmo potuto ripristinare. Quanti convitti avremmo potuto risistemare. Quante fogne, quanta illuminazione, quanti marciapiedi avremmo potuto dare alla città. E quanti alberi su per le colline, a tenere la terra. Quante strade rifatte. Quanti massi ciclopici rimessi al loro posto. Quanti servizi scolastici per le famiglie.

    Potrei proseguire. Ma a che servirebbe? Queste cose le conosci molto, ma molto meglio di me. Io solo questo posso fare. Parlare di queste cose. Discuterne con i cittadini. Chiedere. Ma tu, caro assessore. Per te è diverso. Tu puoi fare. Tu puoi intervenire. Tu hai le risposte. Perchè tu di queste cose hai la responsabilità. E dunque tu ne risponderai davanti la città.

    [continua nel commento seguente]

    RispondiElimina
  10. Chiudo sugli eventi importanti che, costantemente e volutamente, ignorerei.

    Poco prima delle vacanze natalizie il Convitto Regina Margherita organizzò una manifestazione culturale assolutamente innovativa per la città. Un festival letterario. Tre giorni frenetici di incontri, appuntamenti, dibattiti. Con una mostra mercato permanente di libri e, dulcis in fundo, persino un concerto di musica rock.

    Per quell'evento fu spedita la brochure-invito a tutta l'amministrazione. Ebbene. A quell'evento, che pure non ha sottratto neanche un euro alle casse comunali, non s'è vista neppure l'ombra dell'assessore all'istruzione. Nè di quello alla cultura. Nè del sindaco. Eppure quella manifestazione, nella sua semplicità, ha portato lustro alla città di Anagni. Senza bisogno neanche di un cubetto di ghiaccio.

    Se davvero è faziosità il silenzio che un singolo cittadino, com'è il sottoscritto, ha riservato all'incontro di un pomeriggio su all'auditorium. Quale parola dovremmo mai utilizzare per descrivere il comportamento di coloro che, pur negli obblighi del loro ruolo istituzionale, hanno volutamente ignorato una manifestazione culturale di tre giorni, unica per la città, che ha portato lustro ad Anagni senza sprecare neppure un euro pubblico?

    [Ave]

    RispondiElimina
  11. Chiaramente l'amministrazione trema all'idea di perdere la faccia a S.Bartolomeo sua roccaforte elettorale. Dove, come in ogni altro posto, le loro parole senza seguito si stanno sciogliendo come neve al sole.

    RispondiElimina
  12. Galiano Vecchi ha detto....se permetti noi ad Anagni,con orgoglio, malgrado qualche naturale eccezione abbiamo degli istituti scolastici definiti di eccellenza,con soddisfazione dei dirigenti,docenti e studenti,pertanto cerca,sforzati di essere un pò obbiettivo.
    Ho un figlio alla materna del 1° circolo un nipote alle elementeri dello stesso istituto per non parlare di amici che hanno i propri figli al convitto Regina Margherita e penso che questa dichiarazione del Sig.Vecchi non sia delle più rosee.
    Lei Sig. Vecchi pensa che avere una palestra che si allaga ripetutamente non permettendo agli alunni le lezioni di ginnastica "...che molti pagano come attività extrascolastica", avere un aula mensa spesso fredda e poco agibile, un bagno alle elementeri da dividersi tra maschi e femmine, fare lezioni con i piumini indossati per una sbagliata collocazione del termostato ambiente, ed ancora vetri rotti all'esterno dove i bambini giocano, pensiline inesistenti dove le mamme con i propri figli rimangono per decine di minuti aspettando che qualcuno li veda visto che il campanello è rotto, e continuo con le reti di confine dei giardini esterni rotte, oppure cani randagi lasciati liberi di rovistare tra l'immondizia accumulata nel comprensorio scolastico, aule senza riscaldamento perchè non si può acquistare una nuova caldaia e per finire genitori costretti a portare a scuola CARTA IGENICA, SAPONE, CARTA PER LE MANI, PASTELLI, CARTA PER FOTOCOPIE, CARTONCINO PER LAVORI SCOLASTICI, MATERIALE DA CANCELLERIA E PER FINIRE PAGARE SVARIATE ATTIVITA' EXTRASCOLASTICHE "....oltre tutto pagando con una procedura un po' anomala, cosa che andrebbe chiarita", lei Sig. vecchi pensa che tutto questo sia possibile definirlo ECCELLENZA SCOLASTICA?
    Genitori, Maestre, Collaboratori scolastici, Alunni tutti voi unitevi raccontate le vostre storie e magari l'amministrazione avrà materiale su cui lavorare visto che ad inviti protocollati non risponde, magari con un unica e grande lettera aperta condivisa da tutti si muoverà.
    Il gruppo VitamieK organizzerà un incontro " potete trovare l'evento e la discussione sul tema nel gruppo Facebook delle VitamineK" tutti sono invitati a raccontare e metterci la faccia.
    Uniti si può cambiare.
    VitamineK

    RispondiElimina
  13. Galliano Vecchi26 marzo 2011 08:06

    Caro Anonimo Mettici la faccia,quando da te dichiarato è completamente falso, per quanto riguarda le scuole di competenza comunale non ci risultano palestre allagate,tantomeno che i bambini pagano per le attività,non ci risultano vetri rotti e riscaldamenti insufficienti,quanto vuoi fatti conoscere,ci incontriamo e se veramente conosci qualche problema che a me sfugge, sono pronto a cercare di risolverlo insieme a te,sicuramente a me qualcosa potrebbe sfuggire

    Galliano Vecchi Ass. P.I. Anagni

    RispondiElimina
  14. Assessore Vecchi, ma si rende conto di cosa scrive e, sopratutto, di come scrive? Ma lei sarebbe [...] l'assessore alla pubblica istruzione? Non è uscito in consiglio comunale, ha preso 4 voti e non sa nemmeno scrivere....sugli argomenti poi è meglio sorvolare....si dimetta, farebbe un favore a tutti, in primis ( che significa prima di tutto qualora non lo sapesse) a se stesso.
    Un cittadino schifato.

    RispondiElimina
  15. Forse le palestre allagate non ci sono, perché non ci sono le palestre.
    Io non ho figli in età scolare, ma faccio qualche corsetto serale, e i riscaldamenti o sono spenti o sono mandati a palla.
    Su questo blog poi, un po' di tempo fa mi sbaglio o è stata pubblicata una lettera dei genitori e dei docenti degli alunni che frequentano la scuola Regina Margherita?
    Tutti scemi quelli che si lamentano ad Anagni? E tutti Bugiardi?
    L'eccellenza nelle scuole mi dispiace per lei, assessore, non è certo dovuta alla qualità degli istituti in senso oggettivo, visto che i ragazzi vanno nelle stesse scuole dove andavo io tanti anni fa, con gli stessi problemi, bensì dalla qualità di quegli insegnanti a cui lei non affiderebbe i suoi figli o nipoti.
    Io voglio pensare che nella scuola ci siano ancora insegnanti di serie A che oltre a pretendere nozioni agli studenti, diano loro anche gli strumenti per valutare obiettivamente gli eventi che vedranno in futuro.

    RispondiElimina
  16. Caro Assessore ci ho messo la faccia non sono rimasto anonimo ma ho firmato con il nome del gruppo di cui faccio parte e se lei è un assiduo lettore di questo Blog dovrebbe sapere benissimo di cossa parlo.
    Mi sembra stranissimo che lei non sappia queste cose anzi capisco il perchè a pensarci bene, non è percaso vero che i rappresentanti d'Istituto del 2°circolo hanno chiesto per via raccomandata un incontro con lei a cui non ha mai risposto?Non è vero che al convitto Regina Margherita " lettera aperta publicata in questo spazio giorni fà " non ci sono soldi per una caldai nuova? Non è per caso vero che sempre nell'Istituto Elementare 2°Circolo gli alunni hanno dovuto fare lezione per settimane con i giubotti messi per il freddo " sembrerebbe che ci sono problemi con il termostato ambiente"...e continuo non è mica vero che la Palestra sempre al 2° circolo spesso si allagaa e ancora più spesso mettono secchi sotto il soffitto per raccogliere l'acqua?...non è mica vero che che mio figlio paga 3 quote da 22€ per l'insegnamento della musica ed altrettanti per il teatro o Inglese ed Informatica e vuole sapere come vengono fatti i pagamenti è davvero sicuro di volerlo sapere? ( ho tutte le richieste di pagamento messe in una parte e calcoli che la classe di mio figlio sono 21 alunni e ci sono altre 4 sezioni ).
    I vetri rotti ci sono e come vada a farsi un giro sempre al 2° Circolo e controlli e magari si accorge anche dell'immondizia accatastata intorno ai due secchi dei rifiuto e se è fortunato potrà incontrare anche quei 2 bei cagnoloni che bivaccano li intorno, anzi chieda anche quante volte viene tagliata l'Erba....mmmaaaiiiii!!!!!!Guardi potrei dirle anche dell'unico bagno in comune alle Elementari, delle pensiline inesistenti alla scuola primaria dopo che sono state montate aal piano superiore ma poi magicamente non sono bastati i soldi.
    Senta non mi accusi più di dire bugie perchè se non sapete queste cose voi del "FARE" è MOLTO GRAVE e sapete perchè non lo sapete?Perchè non ascoltate i cittadini!!!!!!
    Comunque ci saranno novità anche per voi e spero che invece di rispondere con toni minacciosi vi mettiate a lovoro.
    Nik VitamineK
    P.S Prof metti tutto in luce...trasparenza!!!!

    RispondiElimina
  17. Prof.Meazza,perchè non si parla mai dello stato dello sport in questa città,ma l'assessore di tufano quali risultati e con quali competenze gestisce questo mandato? Strutture (stadio,palazzetto,stutture adiacenti,piscina etc..)date in gestione solo a pochi eletti, senza parlare dei contributi concessi, per questo e quell'altro evento e per udite udite gestire le strutture su menzionate: il volley sparito,il calcio diviso e discriminato,il karate costretto a girovacare tra palestre inagibili,la danza considerata come l'ultimo degli sport,insomma anche lo sport amico e ricco come il basket sta pagando una politica [...],volto solo ed esclusivamente al business.
    Le chiedo,è MAI POSSIBILE SOPPORTARE QUESTA SITUAZIONE? E QUALE FUTURO PER I GIOVANI DI ANAGNI CHE PRATICANO LO SPORT?

    RispondiElimina
  18. Caro ass. Vecchi, mi fa ridere sentir definire poco obbiettivo il Prof. Meazza. Non lo conosco personalmente ma, a Sua differenza, mi ha dato voce con la lettera pubblicata insieme agli altri CITTADINI genitori, qui su questo blog e ciò mi fa veramente piacere, perchè molti altri miei concittadini hanno avuto modo di conoscere una delle tante VERITA' da Voi nascoste. Ora, NOI CITTADINI, in merito a questa questione abbiamo, tramite un consigliere provinciale, fatto fare un interrogazione in provincia in merito alla non applicazione della legge riguardante i fondi OBBLIGATORI che da anni non arrivano al Convitto. Lo avreste dovuto far Voi, avreste dovuto far pubblicare in ogni spazio autorizzato, la nostra lettera. Tante amministrazioni lo fanno, si mettono in prima linea a favore dei cittadini e non sono dei super eroi, ma sono quello che di norma dovrebbero essere, tutori della città. Invece, quando noi genitori del convitto siam venuti da Lei per la storia dei termosifoni non funzionanti, l'unica cosa che avete saputo rispondere è che 'non è ns. competenza ma della provincia in quanto la scuola è annessa ad un convitto'. Ci saremmo aspettati un 'va bene, cari cittadini, grazie ai quali prendo uno stipendio qui in comune, ora mi interesserò di prima persona alla faccenda, cercando di far arrivare, ANCHE grazie a conoscenze dirette, perlomento qualche fondo per assicurare un po di calore ai vostri bambini durante i periodi freddi, cercherò di far valere i Vostri e nostri diritti'. Ma va bè, chi fa da se fa per tre... Ma a questo punto, Voi a che servite?Mi scusi, se definisce poco obbiettivo il prof. Meazza, e buggiardi noi cittadini che subiamo la Sua incompetenza, Lei, che ancora parla dell' eccellenza delle nostre scuole, come si definisce????????? ISA

    RispondiElimina
  19. Purtroppo, parlo da mamma di un piccolo portiere di una scuola che non fa parte dei pochi eletti, ma che per iscrizioni e tecnici è prima all'altra... ebbene non possiamo utilizzare per i ns. allenamenti il palazzetto dello sport, ossia il CAMPO COMUNALE. E' uno schifo come questa amministrazione inizia dal suddividere già i bambini tra quelli di SERIE A e quelli di SERIE B dei quali però, diversi genitori, avevano dato fiducia alle persone che ora ci 'governano' e che insieme ad altri e ai propri bambini si sono riuniti in un freddo pomeriggio sotto il palazzetto comunale per farsi ascoltare ricevendo, invece, solo il bel servito, primo tra tutti, dal nostro primo cittadino, ma... io dico, invece di far vedere a chi non vi ha votati che si era sbagliato avete fatto il contrario.... avete fatto sentire chi vi ha votati come coloro che si sono dati la zappa sui piedi, tradendoli non solo in tal senso e perdendo quindi molta molta fiducia... (quanti commenti negativi ma giustificati da quell'atteggiamento di indifferenza, quel pomeriggio in cui il ns. sindaco, una persona perbene, è sfilato dritto davanti a tutti, senza rivolgere almeno un saluto, segno di rispetto ed educazione, neanche a chi, dopo la fiducia data, minimamente se lo aspettava). Insomma, la prossima volta non serve neanche una campagna elettorale all'opposizione, vi state facendo una BRUTTISSIMA PUBBLICITA' da soli... pensate, per tanto poco, per non dar la possibilità ai ns. bambini e ragazzi di passare 4 ore a sett. nel campetto comunale... tutto vi pesa per far piacere ai vostri cittadini.... buon [...]!!!! (spero, in un prox futuro seguito da una ferrea dieta)

    RispondiElimina
  20. Mi sembra che l'assessore alla P.I. ( poveri noi) non abbia avuto molto da rispondere relativamente al fatto che non è stato eletto in consiglio comunale e che, quindi, non rappresenta altro che se stesso e la sua [...] al massimo.
    Ma per quale motivo uno che non è nemmeno arrivato primo in una lista che non ha raggiunto il quorum per esprimere un consigliere deve fare l'assessore? Per quale principio di rappresentatività?
    Per nessuno chiaramente.
    Si dimetta rappresentante di se stesso.

    RispondiElimina
  21. Unitevi tutti per un bene comune La Scuola è di tutti e come bene collettivo dovrebbe essere sostenuta da chi governa e protetta da chi la fà....VitamineK vi offre un'altra possibilità quella di far sentire la votra voce.
    Noi e tutti voi per non farci sentire dire più Faziosi e Bugiardi.
    Il futuro dei nostri figli non ha colore politico.
    VitamineK Nik

    RispondiElimina
  22. Un cittadino...29 marzo 2011 17:16

    Prof.Meazza,volevo sapere la sua opinione riguardo i due articoli sullo sport ad anagni?
    grazie

    RispondiElimina
  23. Sport-Cultura-Scuola tutto è parte della stessa inadepienza che questa destra dimostra di avere.
    Una città che non garantisce la crescita di una nuova generazione è una società morta destinata a scomparire.
    Tocca a noi giocarci le nostre ultime carte per vincere la partita.
    Nik

    RispondiElimina
  24. E' lampante una cosa: questa amministrazione non ha politiche giovanili e per i più piccoli: nè spazi per le mamme ed i bambini, nè spazi per i più giovani. Ho due figli, una di un anno e uno di 14 anni, so bene di cosa parlo. Un'amministrazione che non pensa ai figli della sua città non ha futuro che non per se stessa. Sono così arrabbiata. Ci resta solo che emigrare!grazie per la giornata del cesanese comunque:porterò i miei figli ad ubriacarsi.
    Tiziana

    RispondiElimina
  25. Questa è un'amministrazione formata da persone [...], formata da personaggi che hanno trasmigrato da destra e sinistra e da sinistra a destra, allo scopo solamente di ottenere una poltrona, senza avare nessuna capacità nel saper amministrare una città.
    Una città dove ci sono vice sindaci non eletti, assessori senza quorum messi li solamente per accordi elettorali, assessori alle periferie spariti nel nulla, dopo aver preso per un'anno lo stipendio pagato da noi.
    Le conseguenze di questo disastro, sono sotto gli occhi di tutti !!!

    RispondiElimina
  26. osservatore...31 marzo 2011 17:10

    Sento dire da molto tempo,con la sinistra lavorava la popolazione anagnina; professionisti,ditte individuali e società in genere,con l'attuale amministrazione,le maestranze anagnine sono state utilizzate marginalmente,a favore di quelle,di altre zone periferiche,anzi nella maggior parte dei casi fuori provincia.Qual'è il motivo?forse perchè l'amministrazione reputa, che non ci siano le giuste competenze? oppure, le nostre non riescono ad aggiudicarsi i bandi? oppure, per riservatezza? sinceramente anche essendo apolitico,non riesco più a capire cosa succede a questa città...ai posteri l'ardua sentenza!

    RispondiElimina
  27. Cambiare è un nostro dovere!!
    VitamineK

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.