martedì 30 agosto 2011

Anagni. Ospedale. Vittoria su tutta la linea

In anteprima assoluta regalo alla città la notizia più bella di questa fine estate.
ABBIAMO VINTO.
Il Consiglio di Stato ha appena stabilito che
il nostro OSPEDALE NON DEVE CHUDERE.
Alla faccia di tutti gl'indecisi. I timidi. I sovrappensierati. I finti amanti di questa città.
I politicanti da strapazzo.
NOI CITTADINI DI ANAGNI ABBIAMO VINTO.
Sono emozionato. Un grazie a tutti. Anagni ha vinto grazie agli anagnini.
Quelli che l'amano per davvero.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

GRAZIE!!!
VitK

Anonimo ha detto...

grazie ai 14 cittadini che amano davvero la loro citta'e non a chiacchiere che per loro merito il nostro ospedale è salvo. poi vorrei ringraziare il sindaco e il consigliere con delega alla sanita' Olevano,che non riescono ancora a trovare la strada per la regione forse perche' hanno il navigatore satellitare rotto anzichè portarli alla regione li porta al divino amore

Anonimo ha detto...

Finito il lungo letargo??? Era ora!!!
Mi raccomando concittadini non prendete più sonniferi ora... ora possiamo cambiare la nostra città e farla crescere, innalzarla dallo squallore in cui versa. EVVIVA!!!!!

Anonimo ha detto...

ONORE E GLORIA A CHI HA MESSO LA FACCIA E LA FIRMA, GRAZIE GRAZIE GRAZIE.

Anonimo ha detto...

Adesso l'Ospedale è salvo e posso dire anche che io, nel mio piccolo, ho contribuito. Adesso però, sarei felice che ci fosse anche un impegno da parte di tutti quelli che dell'ospedale ne fanno parte, dal dirigente all'ausiliario, ad impegnarsi veramente per fare in modo che i cittadini vengano curati e "ascoltati" nel miglior modo possibile. E se non hanno gli strumenti per farlo, li portassero a conoscenza dei cittadini per fare insieme altre battaglie per ottenere tutto ciò di cui un territorio ha diritto.

Anonimo ha detto...

Alla faccia de chella cosa brutta 'ncartapecorita della [...]!

Anonimo ha detto...

quello che non ha fatto la nostra giunta lo hanno fatto i cittadini, iniziando da coloro che hanno preso l'iniziativa mettendoci faccia e tempo... sono felice di aver contribuito anche io, anche se minimamente, ma ci credevo... quella mattina al mercato incitavo anche gli increduli a dare perlomeno qualche monetina... ecco, increduli, ecco politici, chi ama veramente Anagni ce l'ha fatta... quindi basta con le sottomissioni... la città è nostra, di TUTTI... e, come dimostrato, anche da soli possiamo farcela, figuriamoci se riusciremo a non esserlo piu'... ISA

Anonimo ha detto...

VA TUTTO BENE, ADESSO CERCHIAMO DI SISTEMARE QUELLO CHE SI DEVE PER FARLO FUNZIONARE NEL MODO MIGLIORE, SE C'è DA RIPRENDERE QUALCUNO SENZA RANCORE.

Peterpan ha detto...

L'ordinanza non può essere impugnata , ma solo eseguita dalle Amministrazioni interessate. Regione, Commissario e ASL dovranno, quindi, assicurare la funzionalità dell'ospedale di Anagni che, in questo modo, potrà continuare ad assolvere la sua funzione di tutela della salute dei cittadini dell'intero comprensorio.

Anonimo ha detto...

Complimenti a chi ha creduto che si potesse ribaltare una decisione senza senso contro tutto e contro tutti(comitato e cittadini), al contrario di quelli che, come di consueto, si sono lasciati trascinare dagli eventi e da imposizioni calate dall'alto senza reagire (i nostri "amministratori") spacciandoci 10 posti letto come la panacea! La prima cari amici è Politica allo stato puro.

Posta un commento

Abbonati!