sabato 12 novembre 2011

Regime. Berlusconi si è dimesso. Viva l'Italia


«Il segno del nostro attaccamento alla Costituzione, che ha resistito al più violento attacco mai subito da quando i nostri Padri ce l'hanno affidata»

Per festeggiare le dimissioni del ducetto da Arcore, questo blog aderisce al richiamo di Libertà e Giustizia.
Una bandiera per l'Italia.

23 commenti:

Anonimo ha detto...

Tutto bene tutto ok ............ma le reazioni da stadio sono veramente esagerate......guardate in inghilterra se si dimettono per qualsiasi motivo, queste reazioni non ci sono, andate a leggere i quotidiani inglesi on line, si parla si discute e basta a presto Pompadour

Mauro Meazza ha detto...

Vero.

Ma l'Inghilterra, pur coi suoi tanti difetti, è un paese normale. Democraticamente maturo. Noialtri, invece, in questo ultimo ventennio siamo realmente arrivati ad un passo dal "default" definitivo. Che non riguarda tanto l'economia. Quanto la democrazia.

Un po' di festeggiamenti credo siano più che giustificati.

[Ave]

Anonimo ha detto...

La ringrazio Professore anche se non mi trova molto d'accordo .........saranno le origini comunque penso che controllarsi dovrebbe essere un segno di maturità delle persone etc..... vabeh la musica è sempre la stessa. Basta anche guardare gli interrogatori a James Murdoch e gliene dicono di pesanti .......ma rimane sempre tutto nell'educazione. a presto professore Pompadour

Anonimo ha detto...

Ho festeggiato anch'io l'evento delle dimissioni di Berlusconi. Ho appeso una bandiera tricolore al balcone di casa mia: invito tutti gli amici di anagnicaputmundi a fare la stessa cosa. Il paragone con James Murdoch a mio avviso è improprio. James Murdoch non ha mai fatto il primo ministro nel suo paese o in altri paesi del mondo. Non si può mettere sullo stesso piano chi, attraverso il proprio potere economico e mediatico, condiziona le istituzioni,(cosa comunque deplorevole), e chi invece, per 17 lunghi anni, ha concentrato su di sé tutti i centri del potere di questo nostro martoriato Paese. I festeggiamenti sono del tutto giustificati perché con Berlusconi penso che sia finita un'era, quella di una politica volgare ed arrogante, quella di una gestione del potere aggressiva ed invadente, quella di una politica che tende a giustificare tutto, anche l'immoralità, soltanto se riguarda i comportamenti di quelli che contano e che hanno il portafoglio pieno. Capisco che qualcuno potrebbe recuperare quel ferro vecchio di "massima eterna" secondo la quale sono tutti uguali, secondo la quale il malcostume sta da tutte le parti. Sarà anche vero... ma ci auguriamo che la fine del berlusconismo si porti dietro anche questi comportamenti che hanno percorso trasversalmente tutto il sistema politico, sociale ed economico del Paese. W l'Italia liberata! Peppe Russo.

Anonimo ha detto...

e questa gente dovrebbe far parte di un futuro governo? bella roba.

Anonimo ha detto...

Siete proprio anagnini........il paragone con james Murdoch era solo per far notare la differenza di educazione civica tra i vari popoli europei........evidentemente no ha letto la frase ma si è limitato a leggere i nomi il solito anagnino che fa il saputo.........!!!!!il suo post non è altro che un inno alla maleducazione etc..... etc..... Pompadour

Anonimo ha detto...

Egr. sig. “PompoSodour”, non conosco le Sue nobili origini, né riesco a misurare la Sua acuta intelligenza ed il Suo elevato livello culturale. La invito però ad avere maggior rispetto, non tanto del sottoscritto, quanto dei miei concittadini, i “soliti anagnini”; se non altro per il garbo che si conviene ad uno di loro, il prof. Meazza, che sta ospitando le Sue “riflessioni” sul proprio blog, chiamato proprio Anagnicaputmundi. Non solo ho letto la Sua frase, ma ne ho anche afferrato il significato, nonostante i miei evidenti ed invalicabili limiti di “anagnino saputo”.
Proprio quanto emerge dagli interrogatori di James Murdoch, condotti dalla commissione parlamentare inglese ci dà la dimensione della differente educazione civica non dei due popoli, l’italiano ed il britannico, ma piuttosto della nostra classe politica rispetto a quella inglese. Nel Regno Unito, quando un potente viene indagato, non avendo la possibilità di concentrare su di sé tutti i poteri di un Paese, viene sottoposto ad accertamenti all’insegna dell’intransigenza e dell’equità e, nel caso, viene anche punito duramente. Nel nostro Paese, invece, abbiamo una classe politica che è stata capace di salvare da un processo il nostro ormai ex premier, affermando che questi avesse telefonato alla Questura di Milano per il rilascio di una “conoscente”, nella convinzione che questa fosse la nipote di un capo di stato straniero.
Non capisco perché il mio post dovrebbe essere un inno alla maleducazione: io ho vissuto un periodo in cui la politica ha dato il peggio di sé. L’alto tasso di conflittualità tra le istituzioni di questo nostro Paese è sotto gli occhi di tutti. La polemica politica che è arrivata agli stracci, anche attraverso i media, ha nauseato un po’ tutti. E la chiusura di questa stagione berlusconista, credo, spero, porrà fine anche a tutto ciò, perfino a quegli “eccessi” di polemica e di aggressività che arrivano dal campo opposto a quello del centrodestra. Dobbiamo augurarci tutti che nei prossimi mesi si faccia strada una cultura politica e di governo meno faziosa ed aggressiva. Riconosco che la faziosità sia un cancro che trasversalmente ha colpito tutti in questi anni. Credo però che questi atteggiamenti, comunque sempre presenti nella storia italiana, siano esplosi e siano stati molto coltivati dalla politica di questo ultimo ventennio, dominato dalla figura di Berlusconi e dal fenomeno del berlusconismo e della telecrazia. Per questo ho appeso una bandiera al mio balcone, per testimoniare la fine di un’era e l’inizio di una nuova fase politica e culturale dell’Italia, non credo di avere offeso nessuno con questo mio gesto.
Spero di aver chiarito meglio il mio pensiero… già, perché sicuramente devo essermi espresso male io: è impossibile che sia stato Lei, con la Sua immensa cultura ed apertura mentale, ad aver capito male!
P.S. Caro sig. “PompoSodour”, si firmi con il Suo nome e cognome, se Le riesce: sarebbe cosa veramente gradita. Peppe Russo.

Anonimo ha detto...

Mi sono guardato bene dall'utilizzare il termine M.me Pompadour. E'chiaro che ho risposto utilizzando il maschile, non conoscendo l'identità dell'interlocutore. Peppe Russo.

Anonimo ha detto...

A Pompadour,
ma dopo anni che chiunque non sia d'accordo con i suoi deliri è etichettato come comunista, dopo che i magistrati sono antropologicamente diversi (in senso di minorati), dopo che ci siamo presi del coglione perchè siamo del PD, dopo che ha reso ridicolo agli occhi di tutto l'universo mondo il paese che ha dato i natali ai più grandi personaggi della storia dell'umanità, dopo che si è fatto i k***i suoi asserragliato in parlamento coi voti di scilipoti, dopo che ci mancava poco che facesse ministro pure il suo cavallo, mbè dopo tutto questo, che pretendeva? Anche i salamelecchi? Ma se ne andasse velocemente *********. Se poi Lei volesse mostrargli la strada ........

Anonimo ha detto...

XPompadour: come ho scritto qualche altra volta, tutti siamo ben a conoscenza dei limiti degli anagnini, ma mi ripeto, se lei invece di starsene da sola perché gli anagnini non la meritano, scoprirebbe, che ci sono anche gli altri di anagnini. Ci sono anche quelli che lei pensa stiano solo nelle grandi città, negli altri stati, nella democratica inghilterra o america!
Ci sono tante persone che nella società anagnina si danno da fare, a livello umano, culturale, anche con le poche opportunità che questo paese offre. Ci sono persone che studiano, che lavorano dalla mattina alla sera (chi ancora può), e chi nonostante sia in difficoltà continua a vivere la sua vita dignitosa, anche senza teatri, cinema o concerti.
Se una persona non si trova bene, mica si può ammalare! Non può nemmeno trasferire le sue frustrazioni sugli altri! Cominci invece a pensare ad un buon programma per far migliorare Anagni e gli anagnini, dopodiché alle prossime elezioni si candidi e sicuramente tornerò alle urne per darle il voto. Anche io voglio che le cose cambino, ma non mi piace che lei nel suo fascio di negatività metta tutti gli anagnini e le loro tradizioni. Quest'anno ce l'abbiamo il permesso di mangiare il PANPEPATO? O anche questo è da ignoranti?

Anonimo ha detto...

Mannaggia,oltre tutto sono comunista, pure adesso che non esisto più, i peggiu ancora, me piace puro iu dialetto, anzi vularia puro sape' scrive 'na poesia come chella de Totò "LA LIVELLA". sic!

Anonimo ha detto...

P.S. Caro sig. “PompoSodour”, si firmi con il Suo nome e cognome, se Le riesce: sarebbe cosa veramente gradita. Peppe Russo.
14 novembre 2011 13:54

Non è possibile mi dispiace per Lei dovrà accontentarsi di insultarmi via blog !!!

Quest'anno ce l'abbiamo il permesso di mangiare il PANPEPATO? O anche questo è da ignoranti?
14 novembre 2011 18:56

Certo !!!

Mannaggia,oltre tutto sono comunista, pure adesso che non esisto più, i peggiu ancora, me piace puro iu dialetto, anzi vularia puro sape' scrive 'na poesia come chella de Totò "LA LIVELLA". sic!
14 novembre 2011 19:04

Mi scusi non ho capito !!


Pompadour al maschile o al femminile su su bravi !!!! gli insulti valgono comunque !!! Grazie !!!

Anonimo ha detto...

il prof. Meazza, che sta ospitando le Sue “riflessioni” sul proprio blog, chiamato proprio Anagnicaputmundi.

Ho sempre ringraziato il Professore che ha la libertà di censurare !!!!

Gli specchi finiscono prima o poi !!

Pompadour

Anonimo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Ignoranza


Sono nuova di questo blog ma mi sembrava necessario inserire questo link .......non so chi sia Pompadour donna o uomo che sia credo che le vostre risposte non abbiano nulla a che fare con quello che voleva esprimere, non difendo nessuno o nessuna ma leggere non fa male.

Vera Cioli

Anonimo ha detto...

dove ho visto questa bandiera?ma si in un balcone all'osteria della fontana sopra l'ufficio postale,..........quanto siete ipocriti,dimenticavo che colui e' quello che non fa mai la fila.......................prepotente

Anonimo ha detto...

Ma basta con questo finto buonismo di matrice veltroniana. Ha abboffato i cabasisi. Io non sono per porgere l'altra guancia. Il senso civico, l'educazione la si usa con chi la merita. Chi ha provocato la desertificazione culturale con 30 anni di mediaset, chi ha tentato di ristabilire il fascismo in Italia, sebbene in forma di "Fascismo 2.0 - media version", merita solo un sonoro [...].

Anonimo ha detto...

Ho dimenticato di aggiungere che il [...] oltre che sonoro è anche catartico ed apotropaico, così Pompadour apprezzerà, se non proprio il senso civico, almeno la proprietà di linguaggio.

Anonimo ha detto...

addaveni' BAFFONE.......allora si che si stava bene,non adesso

franco ha detto...

Vorrei dire al quel grandissimo DEFICIENTE che ha scritto il suo commento il 15 novembre alle ore 16,58, insultandomi, dandomi del prepotente che non fa la fila. Mi scusi ma non riesco a capire cosa vuol dire non fa la fila. Una cosa penso sia molto chiara: a casa mia faccio come mi pare, metto tutte le bandiere che voglio. DEFICIENTE. Siccome è la seconda volta che scrivi questo metti anche il nome e cognome......DEFICIENTE ( viene definito deficiente un individuo che, per via di una menomenazione o di una carenza a livello intellettivo, risulta inferiore alla media comune, soprattutto nei processi logico-connettivi). Mi scuso con il prof. Meazza e con tutti gli altri che hanno scritto e scrivono su questo blog, però sono due volte che vengo insultato senza neanche partecipare alla discussione da questo tizio.
Franco Sugamosto

Anonimo ha detto...

Ammazza che fenomeno Franco; proprietà di linguaggio, sobrietà e cultura. Spero lo facciano Presidente del Comitato, così espatrio prima di quando avevo previsto.

Anonimo ha detto...

un presidente non dovrebbe usare quel linguaggio,( ma quale presidente ....in cartolina forse)non mi sembra di aver letto il suo nome nei commenti prima del suo SFOGO.......... anonimo delle 9.02 espatrio anche io ........

franco ha detto...

Per fortuna che ci siete voi....comunque non serve che espatriate già siete nel terzo mondo, guardatevi allo pecchio e toglietevi quell'osso dal naso che vi sta male e poi, uno che usa il termine "AMMAZZA" sicuramente è ancora più di un fenomeno, con un linguaggio sobrio (non ubriaco) e molto "acculturato". Bravi, forse non vi siete accorti che le cartoline le hanno già spedite......? Firmato il Presidente...analfabeta... Franco.

Anonimo ha detto...

il linguaggio,diciamo un po' malatamente,lo hai usato tu per primo

Posta un commento

Abbonati!