giovedì 31 gennaio 2013

Mussolini e le teste di k***o. La classe non è acqua

[da FaceBook]


Ma che paese è quello in cui una onorevole (...!...) può tranquillamente insultare un giornalista davanti a milioni di telespettatori senza pagare alcuna conseguenza? E se fosse stato il contrario? E se io, oppure uno di voi avesse rivolto quello stesso complimento alla signora? Quanti avvocati ci ritroveremmo davanti la porta?

Facciamoci un favore, per favore. Smettiamo di avere a che fare con queste creature.

Mandiamole a casa.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Grandissima!!! Si indigna per il nonno, invece di chiedere scusa?

Assurdo.

Fosse per me, è da molto sta gente stava già a casa...

Massimiliano A.

giampiera salis ha detto...

Sono pienamente d'accordo,diamo troppa importanza a questi politici che non si rendono conto di essere dipendenti dei cittadini e che compito dei giornalisti è controllarli per poi riferire ai cittadini!

Anonimo ha detto...

Una siffatta signora (onorevole mi sembra un termine fuori luogo) si commenta da sola ancor prima di aprir, purtroppo, bocca... tramite il cognome che la annuncia.

Gianluca R.

Anonimo ha detto...

Signori, vi prego! Un pò di rispetto per questi Statisti di altissimo profilo politico-culturale. In fondo c'è chi li vota.....

Posta un commento

Abbonati!