martedì 19 marzo 2013

Le Tre Leggi della Grillotica


PRIMA LEGGE
«Un grillino (o peones) non può contraddire il supremo Grillo (o capo bastone) né può permettere che, a causa di un proprio personale intervento, il supremo Grillo (o capo bastone) venga sbugiardato.»

SECONDA LEGGE
«Un grillino (o peones) deve obbedire agli ordini impartiti dal supremo Grillo (o capo bastone) anche in caso di palesi ed evidenti contraddizioni logiche o sintattiche con pensieri, opere od omissioni precedenti, purché tali ordini non contravvengano alla Prima Legge.»

TERZA LEGGE
«Un grillino (o peones) ha il diritto di mantenere un proprio pensiero autonomo, purché questo non contrasti con la Prima o con la Seconda Legge.»

3 commenti:

Mauro Ponza ha detto...

Sbaglio o una volta sta cosa si chiamava dittatura? Molti di quelli che oggi osannano il supremo bastone ieri lo combattevano.....un po di coerenza no è?

Anonimo ha detto...

che amarezza .......dove andremmo a finire.............

Anonimo ha detto...

L''erba del vicino é talmente verde certe volte che ci si dimentica della propria che si sta seccando.

Posta un commento

Abbonati!