Passa ai contenuti principali

DIMETTETEVI

C'è una sola linea che è possibile varcare. Di qua stanno i cittadini. Con i loro diritti calpestati. Di qua sta una terra umiliata. Violentata da decenni di indifferenza e menefreghismo. Di là sta questa politica. Con il suo fango ed i suoi teatrini indecenti. Con le sue promesse puzzolenti. Con i suoi mercatini elettorali.

E' venuto il tempo delle scelte. O con noi. O contro di noi.

Alla destra si chiede quell'atto di dignità che possa dare un senso alla marea di voti che ha raccolto in questa provincia. Al suo dovere istituzionale di occuparsi del presente e del futuro di un popolo che ha creduto in lei.

Alla sinistra si chiede quell'atto di coraggio unitario che possa farla tornare al di qua di quella linea. Dalla parte dei cittadini. Dalla parte dei lavoratori. Dalla parte di quel popolo ciociaro al quale hanno già distrutto il lavoro, l'istruzione, l'ambiente. E stanno per cancellare anche il diritto di potersi curare.

E' venuto il tempo delle scelte. O con noi. O contro di noi.

Questa terra non avrà una seconda possibilità.
Non ce l'avrete neppure voi.

Commenti

  1. Nell'aula dell'asilo dove va mio figlio, in un angolo c'è una sediolina rossa chiamata "Il pensatoio" ecco fermiamoci tutti per un attimo e sediamoci su quella sediolina rossa.
    Riflettete restiamo a guardare come stanno togliendo il futuro ai nostri figli?Restiamo a guardare i nostri genitori mentre si ammalano per avere dato 40 anni di vita a questi disgraziati?Restiamo a guardare o.....?
    Sediamoci e riflettiamoci sopra ma non addormentiamoci però davanti a quella sedia c'è la fila.
    Libera coscienza.
    VitK

    RispondiElimina
  2. E chi si dovrebbe dimettere? Il sindaco Noto che finora è stato solo un replicante del suo grande capo? L'assessore Retarvi che si dovrebbe occupare di ambiente e non sa neanche di cosa stiamo parlando? Il vice sindaco Natalia che è tornato all'ovile con la coda in mezzo alle gambe? Il presidente Cesaritti che pensa di essere uno statista? I Fenicchia, Tuffi, Olevano,Ciprani ecc. ecc. che finita questa consiliatura tornerebbero ad essere le persone insignificanti che sono? Su Fiorito, poi, meglio stendere un velo pietoso.
    Chi ha in mezzo a sta gente la dignità di dire "Ho fallito e me ne vado?". Sono "miracolati", solo questo tipo di politica gli ha permesso di essere "qualcuno" (o pensano di esserlo).
    E dunque di cosa parliamo? Cambierebbe le cose soltanto la pesa di coscienza della gente. Ma dove sta???? Stanno chiudendo un ospedale e gli anagnini stanno buoni buoni.... Anestizzati, autistici, sordi e ciechi. Perchè ormai è passato il messaggio che quando servirà qualcosa (un posto in ospedale, una radiografia in tempi brevi ecc..) ci sarà sempre la "conoscenza" che li aiuterà. Viva Anagni, Viva l'Italia.

    RispondiElimina
  3. Quando servirà qualcosa, quel qualcosa non ci sarà e l'altra parte della barricata sarà in grado di fare i nomi e cognomi dei responsabili di queste scelte scellerate!
    Invece di risparmiare sulle auto blu e sui portaborse tagliano sulla pelle della povera gente, ossia i cittadini che non potranno più curarsi.VERGOGNA!!!

    RispondiElimina
  4. Noto, Fiorito,Berlusconi e Polverini non avrete più il mio voto
    Elettrice Pdl delusa!!!
    Vergognatevi!!!

    RispondiElimina
  5. alesio fenicchia9 ottobre 2010 21:03

    Non sono abituato ad entrare in argomenti che trattate , solamente perchè come facente parte dell'amministrazione devo accettare le critiche positive o negative con massima obbiettività e massimo rispetto verso tutti. I problemi sono molti, alcuni veramente scandalosi e altri che ci portiamo dietro da anni e anni e che ora ci stanno soffocando.Io sono una persona ottimista, certo non è che pensi che un giorno avremo Anagni con aria pura al cento per cento, non avremo per come è ora la situazione un ospedale di primissima qualità con cento reparti aperti, però io credo sempre in un mondo migliore e sicuramente non lo avremo grazie alla politica. Comunque si può lavorare insieme per raggiungere un discreto risultato. Il problema però non è la politica di destra o di sinistra, il problema è la gente come te cara angelica che si permette di dire che io (Alessio Fenicchia) olevano, ciprani e tuffi torneremo ad essere persone insignificanti. E tu che sei, chi sei che ti nascondi anche dietro un nome che non è il tuo e srivi scrivi senza metterci la faccia. Io forse non farò più parte di un amministrazione dopo questa, forse fallirò nei miei progetti per migliorare la mia città e tornerò a fare la mia vita come gli altri, con mia moglie con mio figlio, forse con un altro figlio, con i miei amici i miei colleghi,con gente nuova e vecchia, ma sempre con un significato. Tu invece dovresti solamente vergognarti di esistere, vigliacco o vigliacca che sei. Sono sicuro che non avresti mai il coraggio di dirmelo in faccia che sono insignificante perchè avresti paura solo di quello che potrei risponderti. Tu sei insignificante, cosi come ti comporti sei inutile, sei zero per il bene e per il male, insomma sei aria fritta, tu e quelli come te. Comunque se vuoi parlare con me io sono sempre disponibile. Ricorda però che ci vuole la dignità di metterci la faccia, il nome e il cognome prima di parlare. Ciao fantasma:

    RispondiElimina
  6. Riflettevo su quello che succede intorno a noi ed ho capito che mi sfuggiva una cosa e per questo non capivo, e bene si questo è il governo del fare e guardate è proprio cosi e noi abbiamo l'esempio qui ad Anagni.
    Hanno iniziato ad inquinare la nostra aria, poi hanno contaminato la nostra acqua per poi continuare con la nostra terra e quando sono risuciti a contaminare anche noi cosa hanno fatto?????Non ci permettono più di curarci chiudendo i nostri ospedali et voilà il gioco è fatto.
    Vedete che è veramente il governo del fare non lasciano mai l'opera incompiuta.
    Libera ciscienza
    VitK

    RispondiElimina
  7. Devo difendere Angelica!
    Questi politici che si sentono così offesi se appena appena si fa loro qualche appunto, accusando di celarsi dietro l'anonimato e di non dire in faccia quello che si pensa, anche in questo toppano.
    Per mia esperienza personale, per anni ho scritto, chiesto incontri, con amministratori anagnini per un problema che riguardava non solo me, ma anche altri cittadini che subivano il problema (che purtroppo stavano zitti),ma da nessuno di loro (in circa 20 anni)ho mai avuto risposta, nemmeno per dire la frase di rito :"abbiamo preso nota del problema, le faremo sapere".Questi sono i politici del fare e della comunicazione.
    C'è una fabbrica ad Anagni che è morta, dove qualche anno fa alcuni operai hanno fatto lo sciopero della fame e dove nell'immediato, molti politici, fiutando un'occasione per farsi pubblicità, hanno fatto la passerella e soprattutto espresso sentimenti di vicinanza e promesse di impegno. Che fine hanno fatto? Durante gli anni che sono passati, il Sig. politico in questione (ma anche i suoi colleghi) che hanno fatto e dove erano?
    Gli operai della Bioprogress, delle altre piccole fabbriche che nel frattempo hanno perso il lavoro, la lenta decadenza dell'ospedale di Anagni, i vecchietti abbandonati con le loro malattie nelle case dei vicoli del centro storico che magari non possono nemmeno andare a farsi la spesa, quale sostegno hanno ricevuto

    dai politici che si riscaldano tanto perché gli si dicono in faccia o non, le cose che non hanno fatto?
    Lei, Sig. politico a quante manifestazioni della Videocolor ha partecipato? A quante manifestazioni per la Salubrità di Anagni ha partecipato? Quante volte è andato, insieme agli operai di Anagni, dal Prefetto, alla Provincia, alla Regione, al Ministero?
    Quando sono state bloccate le strade di Anagni, l'autostrada, lei c'era? E i suoi colleghi?
    Fate tutti un bilancio sulle volte che avete avete ascoltato, che siete stati disposti a sentire i problemi dei cittadini, e se sarete onesti qualche MEA CULPA lo direte. E la prossima volta, quando un'Angelica, un Giovanni, una Seconnina qualsiasi, anche anonimamente, dietro un P.C., vi dirà quello che pensa non ve la prendete!

    RispondiElimina
  8. ALESSIO FENICCHIA10 ottobre 2010 15:24

    Non me la sono presa per il discorso politico caro.......anonimo ma per la parola INSIGNIFICANTE che è stata usata da angelica per il prima e dopo la carica amministrativa che ricopriamo. In politica potete firmarvi con anonimo quanto volete e quando vi pare, ma dire che al di là della politica ho una vita insignificante mi sembra un pò forte come discorso. Allora si mette il vero nome, il vero cognome e magari si prende il caffè insieme e poi se ne parla. Ma per fare ciò ci vogliono gli attributi. Ci vuole la firma come questa. ALESSIO FENICCHIA

    RispondiElimina
  9. Per Alessio Fenicchia: oltre che insignificante, penso che tu sia anche arrogante. Mi sembra che non accetti le critiche e per uno che pretende di risolvere i problemi della città è un grosso difetto. Chi sono io? Una cittadina. Ti basta? Una cittadina che ama la sua Anagni -non come il tuo amico capo Fiorito, per il quale hai lasciato anche La Destra - e si sente davvero indignata per come avete ridotto questa citta: sporca, cone le piazze piene di macchine, il parco della Rimembranza abbandonato, le fabbriche chiuse e l'ospedale chiuso. So che il Comune ha poco potere per i destini delle fabbriche, ma almeno un po' di solidarietà ai lavoratori che perdono il posto potreste sforzarvi di darla. Ha ragione l'anonimo che è intervenuto su questo problema (Lo ringrazio): ve ne siete sempre altamente fregati!!!! Ma per l'ospedale avete le vostre responsabilità dirette, e anche di più ne ha il vostro capo Fiorito. Non è alla Regione? Non è quello che si è portato la claque da Roma quando è venuto Marrazzo? E adesso dovè??? Era in Consiglio comunale? No, lì, dalla Regione c'era solo la Tedeschi che è di Cassino!!! La Polverini non è della vostra parte politica? La verità è che vi calcola zero.... E soltanto per questo vi sareste dovuti dimettere non appena conosciuto il piano sanitario. Ma come ho detto prima, non avete la dignità di farlo.... Non sono io che debbo vergognarmi di esistere perchè voto - ovviamente non voi - e pago le tasse e quindi ho il diritto di dire la mia. Se c'è qualcuno che dovrebbe vergognarsi siete voi amministratori che pensate di aver risolto tutti i problemi mettendo quattro telecamere in giro....

    RispondiElimina
  10. Va bene. Forse adesso sarà il caso di dire due parole.

    Innanzitutto vorrei salutare il signor Fenicchia Alessio. Il quale, bontà sua, è entrato di diritto nel guinness dei primati. E' il primo assessore della Noto2 ad essere intervenuto, ufficialmente e con tanto di firma, in questo spazio virtuale. All'epoca del
    mio precedente blog c'erano stati un paio d'interventi di Cesaritti, ma qui il Fenicchia ha stracciato tutti. Dunque lo saluto e lo ringrazio. Anche perchè, e spero ne converrete tutti, non essendo facile dialogare con questa amministrazione, occorre cogliere tutte le occasioni che si presentano.

    Certo un po' mi dispiace che l'assessore abbia deciso d'intervenire a proposito di un equivoco linguistico dettato da passione politica. E abbia deciso di soprassedere, a suo tempo, sulle discussioni nate intorno al problema della sicurezza. Sulla quale, beninteso, dovrebbe essere la massima autorità qui ad Anagni. Discutere in diretta col responsabile della politica poliziesca del comune sarebbe stato un grande privilegio.

    Ed avrebbe costituito grande occasione di confronto. E di conoscenza reciproca. Sappia, il signor assessore, che il web consente di ritornare sui propri passi in qualsiasi momento. Parole e commenti sono sempre a disposizione, e le sue osservazioni sarebbero comunque benvenute.

    Per quanto riguarda l'insignificanza, che è l'oggetto del contendere attuale, a me pare solo equivoco linguistico, come già detto. Anche il sottoscritto non si tira indietro da
    valutazioni e commenti netti ed inequivocabili, ma il riferimento è sempre e solo all'aspetto politico, mai a quello personale. Ritengo pertanto che "l'insignificante" oggetto di contesa sia anch'esso da ascriversi alla sfera della legittima critica dell'azione politica. E dunque politica dovrebbe essere la risposta.

    [Sono costretto a tagliare il commento in due parti causa lunghezza. La parte 2 continua in quello successivo]

    [Ave]

    RispondiElimina
  11. [Continua dal commento precedente]

    E a proposito dell'insignificanza (politica), il sottoscritto gode, al momento, di una posizione intellettuale assolutamente invidiabile. Perchè pagai con una montagna di
    polemiche e di risposte stizzite (e talora davvero sopra le righe) da parte dei dottorini e dei sinistri locali la mia valutazione tragicamente negativa dello spettacolo che venne ad inscenare il signor Marrazzo al teatro del PdiP. Poichè non feci finta di credere alle
    bugie ed alle mistificazioni di Marrazzo, posso ben permettermi oggi di respingere con lo stesso sdegno e lo stesso rifiuto la polverizzazione sanitaria operata in questa
    regione dai destri polverini.

    Posso e lo faccio. Una bella pernacchia a tutti gl'interessati alle poltrone, che però si
    disinteressano della nostra salute, i quali usano la parolina magica "strumentalizzazione". Io non ero all'epoca Marrazzo, e tanto meno sono oggi nel regime polverino, un quaquaraquà. La salute dei cittadini non è uno spreco. Non esiste alcuna ragione sanitaria nè economica perchè l'ospedale di Anagni chiuda. Punto.

    Il resto è noto. Se questa politica fosse una cosa seria. E sopratutto responsabile. Si
    sarebbe già assunta le responsabilità di tale tragedia. Ed avrebbe operato in modo tale da evitarla. Invece è tutto talmente incredibile da rasentare l'allucinazione sinaptica.

    I destri che parlano con orgoglio delle sinergie che faranno di questa terra una valle
    dell'eden. E poi la polverina che mette la firma ad un documento che forse non ha neppure letto. Comportamento che spiegherebbe, chiarissimo, perchè ha fatto tutto di nascosto, senza sentire nessuno. Nè della Ciociaria, nè di altre parti. Perchè questo piano era sconosciuto pure a lei. Neppure la governatrice del Lazio avrebbe avuto la possibilità di discuterlo.

    Un metodo di lavoro del genere segue una logica da brividi lungo la schiena. Che ci stanno a fare i partiti, i rappresentanti del popolo, gli amministratori, se poi a decidere è l'unto del Signore? Non solo la democrazia. Ma pure la politica. Tutta. Diventa peso inutile del quale liberarsi. E' questo il regime. Questa è l'illiberalità del famigerato Popolo della Libertà.

    Il berlusca l'aveva detto più volte. Io l'ho ascolato attentamente. Voi destri no? Non mi fanno lavorare. Mi impicciano. Mi trattengono. Mi fanno perder tempo. Gli altri. Le regole. La legge. La democrazia. Il parlamento. Son solo lacci e lacciuoli. Via, via. Mano libera. Piede libero. Uno decide. Gli altri ubbidiscono. Avanti un altro.

    Ecco. In tutto questo, caro assessore Fenicchia, chi è che vi mortifica d'insignificanza? Chi è che, quotidianamente, ci dimostra nei fatti che siamo solo lacci e lacciuoli. Che vanno sciolti ed eliminati affinchè l'unico Unto, l'unico Papy. L'Unico.
    Possa librarsi nell'alto dei cieli, finalmente libero ed irraggiungibile?

    E' questa l'unica, concreta ed operante, sinergia possibile in questo nostro disgraziato
    paese, caro assessore Fenicchia. Che siamo tutti. Tutti. Sinergicamente insignificanti.

    Lo è lei. Lo sono io. Lo è Angelica. Lo sarà il secondo figlio che verrà. Brilleremo tutti di quella microscopia luce riflessa che l'Unico Significante deciderà di concederci dall'alto della sua magnifica benevolenza.

    Le meteore anonime od angelicate che sfrecciano in questo blog, carissimo, non potranno mai toglierci quello che non abbiamo.

    [Ave]

    RispondiElimina
  12. alessio fenicchia10 ottobre 2010 20:11

    Caro professor Meazza è un piacere leggere i suoi pensieri e non lo dico con ironia, ma è pura verità. Penso che nella vita bisogna essere obbiettivi, umili e aperti a qualsiasi confronto e so che da Lei posso imparare tante cose. Lo dico sul serio. Il mio intervento era solo per chiarire L'INSIGNIFICANTE (politico). Abbiamo capito che è un equivoco linguistico. Noi lo abbiamo capito ma non so se lo ha capito Angelica. buona serata.

    RispondiElimina
  13. Salve,mi inserisco in questa discussione per ribadire dei dati di fatto.Riguardo la questione dell'ospedale,non è più accettabile difendere una scatola che nel tempo è stata svuotata di tante cose buone, con il benestare dei politicanti di ogni schieramento politico.Si è stati a guardare senza alzare una voce e si vuole continuare a farlo perchè così è stato deciso, non solo dalla Polverini ma anche da chi, si nasconde dietro di lei,i romani, e pensare che le province l'hanno portata alla regione.Lei però è stata l'unica che ha preso una decisione,sbagliata ovvio,ma almeno l'ha presa e speriamo che le facciano cambiare in parte i tagli da effettuare.Marrazzo invece ci ha fatto credere di voler fare investimenti,promettendoci cose che non ha poi mantenuto.Cosa è meglio?Discutiamo insieme di questo.

    RispondiElimina
  14. Ma l'assessore fenicchia avrà avuto l'autorizzazione per parlare??? e adesso quando lo sapranno???

    RispondiElimina
  15. Il consigliere Fenicchia - non mi sembra che sia assessore, ma è un dettaglio - è proprio incappato in un equivoco. Dire che si torna alla vita insignificante voleva dire che si tornava alla vita privata senza incarichi politici. Non mi sarei mai permessa di dare giudizi sulla persona, non è questo che mi interessa. Mi interessano i problemi della città che questa amministrazione sta lasciando incancrenire senza dare un segno di buona volontà.

    RispondiElimina
  16. Ma a noi che ce frega dell'autority basta che parli bene,ma non sempre lo fa.............

    RispondiElimina
  17. ok cara angelica è tutto chiarito, e ne sono felice. Caro Antonio prima di scrivere ho chiamato mio cugino Daniele Natalia per chiedere il permesso ma era irraggiungibile. ho fatto di testa mia. Quando lo saprà sarò severamente punito, sarò chiuso in cameretta per una settimana e non potrò vedere i cartoni. tu però prima di scrivere chiedi l'autorizzazione al tuo cervello!!!

    RispondiElimina
  18. Ragazzi la politica è una cosa seria,non è improvvisazione e tantomeno replicare cose fatte e cose dette.

    RispondiElimina
  19. “" DIMETTITI "" caro il mio non significante, non assessore, non libero… Alessio Fenicchia
    ti conosco molto bene e conosco molto bene anche il tuo spessore politico, quindi, a me non la puoi raccontare sbagliata come hai fatto fino adesso con gli altri.
    Piuttosto, hai dato un bel da fare al tuo piccolo cuginetto per rispondere alla discussione del blog, forse lui crede che siamo tutti dei cretini e non ce ne accorgiamo? Non è la prima volta, che il cuginetto deve scrivere qualcosa per conto tuo, ...caro il mio non significante, non assessore, non libero Alessio Fenicchia.
    Assessore, poi? perché ti fai chiamare assessore? tu non lo sei, dimenticavo, a te basta poca luce riflessa per crederti unto dal Signore anche tu……..
    E’ questo a renderti non significante? non sono certo gli equivoci linguistici la causa, come dice il cuginetto.
    Hai dato del vigliacco a chi ti ha fatto degli, opportuni, appunti politici, ma proprio tu che in vigliaccheria sei un bravissimo docente?
    Non entrerò nello specifico ora, perché voglio farlo di persona appena ti incontro. Con la speranza che almeno questa volta hai il coraggio di guardarmi in faccia e non come hai fatto le ultime volte, che hai DOVUTO abbassare la testa da vero vigliacco professionista. Nella stessa occasione, ti rammenterò le tante situazioni nelle quali hai dimostrato, tutta la tua vigliaccheria non solo a me…
    Mi associo ad Angelica dicendo, che tu non avrai mai il mio voto perché politicamente ti ritengo non significante .
    A proposito, in quale lista e/o partito sei stato eletto?
    A quale lista e/o partito appartieni ora?
    Quale gruppo, lista e/o partito rappresenti in questo momento in consiglio comunale?
    Le risposte a queste domande io le conosco benissimo, ma gli amici del blog sarebbero contenti di sentirlo dire direttamente da te, per far capire loro se sei significante oppure no.
    Adesso, aspetto con ansia cosa risponderà il tuo piccolo cuginetto…!

    RispondiElimina
  20. il non assessore alessio14 ottobre 2010 21:53

    Il mio cuginetto non ti risponderà mai perchè penso che non sappia nemmeno dell'esistenza di questa realtà. Io lo sguardo non l'ho mai abbassato davanti a nessuno, non mi faccio chiamare assessore ma mi ci chiamano gli altri un pò per confusione, un pò per simpatia e un pò per prendermi in giro, perchè magari la pensano come te, ma sono molto più sereni di te. Quando usi parole come vigliacco o cose del genere dovresti però firmarti. Cosi gli amici del blog sapranno con chi sto parlando e perchè sei cosi arrabbiato. Il tuo voto non lo prenderò non l'ho sicuramente preso e mai te lo chiederò. Comunque rilassati, sei troppo nervoso, fa male alla salute. Concludo dicendoti che con tutti i problemi che ci sono in questo periodo non penso che agli amici del blog interessino le risposte che dovrei, secondo te dare. Spero di incontrarti presto, con la massima serenità, magari guardandoci negli occhi. Buona serata a tutti.

    RispondiElimina
  21. Luciano Agostini15 ottobre 2010 11:02

    Sono un cittadino Anagnino, a me interesserebbe saperlo invece...

    RispondiElimina
  22. ALESSIO FENICCHIA15 ottobre 2010 18:30

    Cercami sono a completa disposizione, sai dove trovarmi. (per luciano agostini). Da questo momento caro professor Meazza continuerò a seguire con interesse il tuo blog ma non interverrò più per il semplice fatto che non mi sembra giusto trasformarlo in un BOTTA E RISPOSTA con polemiche continue sulla mia persona. Toglierei spazio e discussioni interessantissime da poter affrontare su questo importante motore e magari dar pensiero di intervenire per mettermi in vetrina. A me tutto ciò non interessa, lo dico con la massima lealtà, senza consigli del cuginetto senza voler polemizzare con La Destra, nè con altre persone. Noi ci sentiamo tra qualche giorno per il progetto sulla prevenzione. Buona serata Professore!

    RispondiElimina
  23. Luciano Agostini15 ottobre 2010 22:07

    Va bene alessio fenicchia, non mi hai dato nessuna risposta,anche se avresti potuto farlo tranquillamente, visto che si trattava l'argomento sulla significanza politica. Peccato alessio!
    A questo punto, dopo una piccola riflessione, deduco che: forse l'anonico ha scritto cose che devono aver colpito proprio nel segno. Buona serata alessio!

    RispondiElimina
  24. Un saluto da SORA...16 ottobre 2010 19:18

    ...almeno fenicchia risponde,pensate che il suo capo,quello gigante però?! non risponde nemmeno più al telefono,nè ad examici imprenditori e nè a politici dello stesso schieramento,che l'hannno "sostenuto" e molto, visto la sua enorme mole e adesso passato un pò di tempo vorrebbero almeno sentirlo per un "saluto"...vuoi rispondereeeeee!

    RispondiElimina
  25. ...è un film visto più volte, quello dove il capo del fenicchia non risponde più al telefono a partire dal giorno dopo le votazioni.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.