Passa ai contenuti principali

Anagni. Il parcheggio del degrado

Esiste il regime del NON fare. Ma esiste pure l'amministrazione del NON fare. O del fare male. O del lasciar fare. Mirco Sterbini, attivo frequentatore del gruppo VitamineK, getta luce su una delle tante questioni che il nostro governicchio locale ha del tutto abbandonato. Mi riferisco al parcheggio della stazione. Luogo infernale che tanti tanti cittadini sono obbligati a frequentare per motivi di studio o lavoro. E, spesso, ad orari impossibili. Questo il suo grido di rabbia.

Dove sono i politici? a chi hanno affidato la costruzione di questo parcheggio? dov'è la manutenzione? invece di fare piste da ghiaccio in piazza, pensate a mantenere e sistemare le cose veramente importanti. A chi avete affidato la costruzione? per salire in macchina ogni volta devo bagnarmi i calzini, le basi dell'edilizia prevedono un livellamento del cementato. Manco la livella so capaci ad usare! VERGOGNA!!!!
[A questo indirizzo, potete trovare una piccola galleria fotografica del degrado. (Ave)]

Commenti

  1. notare, al piano superiore scoperto ci sono dei chiusini piccoli come quelli di un balconcino!!! Quindi si allaga tutto! sotto, che è coperto, ci sono dei tombini così grossi che uno ci casca dentro!Risultato, sopra si allaga e sotto le luci vanno in corto. E' una cosa allucinante, bel biglietto da visita per la città di Anagni e quelle limitrofe (FIUGGI!). Secondo me fa coppia con la mancanza di collegamenti per la città dei Papi la domenica.....alla faccia della vocazione turistica!

    RispondiElimina
  2. Già. La vocazione turistica di Anagni è reale quanto i fiori di plastica. Massiccia quanto la pista di pattinaggio. Pulita quanto la monnezza che adorna il centro e le periferie. Ordinata quanto le macchine che stanno arrampicate ovunque ed impediscono la circolazione. Professionale quanto le condizioni dei parcheggi e del manto stradale.
    [Ave]

    RispondiElimina
  3. il problema è stato brillantemente risolto! Per rendere più agevole la vita dei pendolari hanno direttamente chiuso la porta di accesso e spento le luci!
    amen

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.