Passa ai contenuti principali

Anagni. Veleni tanti. Bonifiche zero

Allora. L'altra sera c'è stato il convegno sulla nostra parte di fiume Sacco. Volete saperlo? Massì che lo sapete già. Il sempre onorevolissimo Fiorito Franco non ha avuto il coraggio di farsi vedere neanche stavolta. Ma perchè non ci viene più, nella città che ama tanto? Cosa lo trattiene, ogni volta, dal farsi vedere in mezzo ai suoi concittadini? E comunque, dico io, ma che razza di collaboratori politici si ritrovano i destri? Perchè comunicare ufficialmente la sua presenza, quand'era ampiamente ipotizzabile che non si sarebbe fatto vedere? Non è stato un autogol? Pubblicare ufficialmente nome e cognome, per poi doversi inventare la solita scusa dell'ultimo secondo, non è stata l'ennesima occasione sprecata? Vabbè che in quanto a fantasia, in effetti, i destri se ne dimostrano gravemente carenti. Ricordate quando c'era stato il convegno d'apertura dell'indagine sul fiume Sacco? Ve lo dico io: l'otto luglio dello scorso anno. E guardate un po'. Stesso identico manifesto. Uguale uguale. Addirittura stessi partecipanti. Hanno cambiato solo la data. Un grande lavoro di copia/incolla, non c'è che dire.

Ma l'assenza di Fiorito, oramai, non è più neanche una notizia. Dunque passiamo alle cose serie. Parliamo di noi. Della nostra città. Del nostro fiume. Il quale, stando ai risultati emersi dal convegno, soffre. Eccome. Tanto le acque quanto i terreni immediatamente circostanti presentano livelli anomali dei seguenti elementi: nitriti, beta-esaclorocicloesano, arsenico, piombo, rame, zinco, manganese, vanadio, aldrin e clordano. Tutti col loro bell'attestato di pericolosità per l'uomo. Chi ti mangia un organo, chi un altro. 


Di fronte a risultati tanto preoccupanti cosa farà il Comune? Ecco. A questa domanda, incredibilmente, non è stata data neppure uno straccio di risposta. Perchè il covegno ha illustrato i risultati, ma non ha prodotto neanche una risposta operativa sul dopo. Detto in altre parole, ora sappiamo quanto è pericolosa questa situazione. E perchè. Ma il Comune non farà assolutamente nulla.


Non è stata diffusa neanche un'iniziativa per ovviare a questi veleni. Per bonificare il nostro territorio. Per eliminare i rischi per la salute del cittadino. Come dire. Vengono a casa vostra a dirvi che vivete in una foresta di veleni. Appena mettete il naso fuori zacchete, ve li respirate tutti. Fiono all'ultimo. E voi che fate? Un applauso. Un bel ringraziamento a Fiorito, a De Angelis, a Noto, a Retarvi. E poi via, a guardare il Grande Fratello in tv.


Ha proprio ragione, certa stampa di regime. Questa che ci ritroviamo è proprio un'amministrazione del fare. Assolutamente niente. [Ave]

Commenti

  1. Le bugie hanno le gambe corte, ma pesano 200 KG

    RispondiElimina
  2. Fiorito non c'era?
    E' proprio vero di Anagni non gliene importa niente.
    meditate gente...

    RispondiElimina
  3. Notizie da Osteria della Fontana.
    Giornata di sole, adatta per fare i lavori fuori casa, fare passeggiate ecc.
    Peccato che al'improvviso ti si allaga la strada davanti casa. Sempre la famosa strada della scuola mattonellata.
    E allora diciamo che un po' stavolta ti incazzi (scusate la parola), perché appena venti giorni fà hai mandato una lettera al sindaco, dopo tantissime denunce fatte anche alla polizia municipale. Esci fuori dal cancello e trovi una piena che esce da un fossetto, allaga la strada comunale, che si sta riempendo di buche (genitori i pulmini passano qui!), la attraversa finendo su un campo per finire nell'altra strada comunale, allagando anche questa e facendo buche anche lì, e qualche macchina che nel frattempo passa ti fa pure la doccia fuori programma.
    Allora decidi di chiamare i carabinieri, che ti dicono di chiamare la polizia municipale, che prende la segnalazione e ti dice che forse oggi non possono venire e che verranno domani.
    Riusciranno i cittadini ad avere una risposta su come una pioggia torrenziale come quella di mezz'ora fa si sia potuta verificare solo in questo posto e con una bella giornata di sole?
    Giacobbo, per favore, porta questo caso a VOYAGER, mi è rimasto di scrivere solo a te.
    Se poi riesci a dimostrare che chi deve risolvere il problema è stato rapito dagli alieni e fa parte di un X-FILE, allora ce ne faremo una ragione.

    RispondiElimina
  4. L'ultima volta che Fiorito si è visto ad Anagni è stato quando "voleva" per modo di dire, incatenarsi davanti all'ospedale contro la sua chiusura all'epoca di Marrazzo,prima delle elezioni regionali, dopo di chè non si è più visto, anzi in quell'occasione [...]. Adesso siede in Regione con il suo bello stipendio (15mila bombe) pagato da noi coglioni che l'abbiamo votato, senza contare [...]. Meditate gente meditate per le prossime elezioni, non lasciatevi abbindolare per una cena (e dopo neanche si presenta), per [...], per la promessa [...], per un [...], per un [...]. Questo è il futuro di Anagni. Anagni Fiorita, Anagni tappezzata di manifesti selvaggi attaccati dovunque altro che fiorita, deturpata vuole dire, "amo la mia città", il mio cuore è in fiamme, amo la mia terra scelgo il mio futuro (ha detto bene sceglie il suo futuro). Meditate gente meditate, i destri sono il [...] del nostro paese che ci stanno succhiando tutte le nostre energie e lui è il [...], non c'è [...] che possa fermarlo se non quella delle prossime elezioni.

    RispondiElimina
  5. mi sa che il convegno non lo avete seguito con attenzione. secondo loro va tutto bene. il bhch ormai non è più presente. i livelli anomali di metalli pesanti sarebbero di origine naturale perchè siamo su terreni vulcani. questo sempre secondo loro ovviamente.

    RispondiElimina
  6. Io non ho seguito il convegno e neppure le vicende di Fiorito che francamente se non si fà vedere non mi dispiace anzi non capisco perchè bisogna ricordare che c'è.
    Però ci tengo a dire che bisogna fare trasparenza sulla questione inquinamento ed fare una seria e dettagliata informazione perchè non mi pare che tutto sia OK e mi pare strano che il convegno abbia concluso nel dire che tutto è nella norma ma non c'ero e dunque taccio.
    Bisogna cmq chiedere ad alta voce trasparenza dei dati in possesso degli organi competenti, le intenzioni di bonifica ecc....
    Troppo silenzio da parte di tutti e la cosa non è buona.
    Noi VitamineK chiediamo trasparenza ed informazione.
    VitK nik

    RispondiElimina
  7. Alessandra Cardinali13 marzo 2011 09:40

    Un convegno di facciata per minimizzare sulla questione dell'inquinamento.

    RispondiElimina
  8. politici del copia/incolla...non ci sentiamo rappresentati!

    RispondiElimina
  9. Pensateci bene dentro la cabina elettorale e non votate per [...] oppure per una cena, un [...], votate le nuove facce non i vecchi marpioni, ma soprattutto votate chi rappresenta la discontinuità con l'amministrazione in carica da circa dieci anni. Ave

    RispondiElimina
  10. http://www.youtube.com/watch?v=tbJyZvelWEw SERVIZIO DEDICATO ALL'INQUINAMENTO DELLA NS. ZONA DOVE INTERVIENE ANCHE IL NS. PRIMO CITTADINO
    GUARDATELO!!!!ISA

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Videolezioni in OBS Studio

Un piccolo contributo per tutti coloro che hanno bisogno di creare, velocemente, videolezioni. OBS Studio è uno degli strumenti che è possibile utilizzare. Tra l'altro assolutamente gratuito. Questo breve tutorial vuole essere un contributo non professionale nè esaustivo, ma diretto alla semplice, veloce e concreta realizzazione di una videolezione. Come dovrebbe essere sempre nel mondo della scuola, si condivide una esperienza.

Anagni. Sequestro alla Di Cosimo. L'azienda chiuderà?

Ricordate le indagini sui presunti scarichi abusivi della Di Cosimo ? I Carabinieri quelle indagini adesso le hanno chiuse. Con la collaborazione dell' Arpa . Che, analizzando le acque del famigerato Rio Mola Santa Maria , s'è vista spuntare fuori cose tipo solfati, solfuri, tensioattivi, azoto nitroso. In concentrazioni preoccupanti. Non chiedetemi cosa sono. Perchè solo il nome mi mette paura. Se volete, potete fare un giretto per il web. Troverete intere enciclopedie a disposizione. L'unica cosa che posso dirvi, con assoluta certezza, è che non si tratta di ingredienti per rendere più saporita l' insalata .

LegaNord. Gli schei non comprano la civiltà

Non c'è niente da fare. Anche nelle tragedie che coinvolgono il suo popolo, la LegaNord dimostra di essere fondata su una cultura disgustosamente rozza. Volgare . Qualunquista. Incapace di qualsiasi sentimento che possa, in qualche modo, appartenere alla civiltà degli uomini. L'unica subcultura che la LegaNord riconosce come propria è quella dell' odio . Del rifiuto. Dell'asserragliamento in un recinto che può essere una regione. Una zona. Una provincia. Una città. Un quartiere. Una via. Un palazzo. Un appartamento. Una mattonella del salotto. Tutto il resto sta fuori. Sta al di là. Nessuna comunicazione nè comprensione nè condivisione è possibile. Fuori ci son solo nemici. Da annientare.